Progetti Scuola ABC al Bif&st con “Cinecittà al fianco dei giovani”

Nell’ambito del meeting di ‘Cinema, Storia & Società’, una delegazione di 120 allievi delle Superiori del Lazio è in trasferta a Bari. Nella mattinata, un incontro da protagonisti, in cui hanno ricevuto anche un messaggio dell’AD di Cinecittà, Nicola Maccanico


BARI – Gli allievi e i docenti delle Scuole Superiori del Lazio che partecipano ai Progetti Scuola ABC, promossi da Regione Lazio con Roma Capitale, tramite Zètema Progetto Cultura, nell’ambito del PR FSE+ 2021-27, grazie alla collaborazione con Cinecittà, sono tra i protagonisti del Bif&st di Bari, per in un percorso tra cinema, Storia e beni culturali.

Stamani, 19 marzo 2024, il Teatro Margherita è stato affollato da 120 allievi, studentesse e studenti della galassia di ABC, in prima persona protagonisti di un incontro espressamente dedicato ai Progetti che hanno abbracciato con le proprie scuole e di cui sono anima viva: accompagnati dalla coordinatrice Giovanna Pugliese, e – tra gli altri – alla presenza del direttore del Bif&st, Felice Laudadio, gli allievi hanno ricevuto anche un video messaggio dell’AD di Cinecittà, Nicola Maccanico.

“I  Progetti Scuola ABC – ha detto Maccanico nel messaggio ai ragazzi – mettono insieme il cinema, l’audiovisivo, l’arte e i giovani che  rappresentano un pubblico di riferimento fondamentale per il lavoro del cinema. Forse nessuna arte come quella cinematografica si rivolge in maniera così decisiva anche al mondo dei giovani. Ma, come tutte le arti, va conosciuta, va approfondita, quindi, questo viaggio a Bari sarà utile perché vi renderà partecipi di un evento molto importante, perché il Festival di Bari porta cinema di qualità e lo mette in contatto non solo con gli addetti ai lavori ma con gli appassionati”, che “è il vero valore di fondo del cinema, quello di parlare con le persone che fanno altro nella vita ma che cercano evasione e approfondimento attraverso questa meravigliosa arte. Io ci tenevo a salutarvi e a dirvi che Cinecittà è al fianco dei giovani”.

L’incontro, la prima “trasferta” fuori Regione dei Progetti ABC, è stata un’esperienza di formazione perché ha permesso agli alunni di toccare con mano non solo un grande artista che s’è loro dedicato a cuore aperto, con un dibattito libero – come accaduto, da inizio 2024, con Paola Cortellesi, Pierfrancesco Favino, Marco Bellocchio e Fabrizio Gifuni – ma di immergersi nell’atmosfera e nelle dinamiche di una manifestazione cinematografica di significativa portata, a ulteriore sostegno del conoscere il cinema in tutte le sue declinazioni e non solo in quelle più pop del mestiere dell’attore, alla scoperta ennesima dell’ampia gamma di attività e possibilità di approfondimento che il cinema può offrire.

 

 

 

 

 

19 Marzo 2024

Bif&st 2024

Bif&st 2024

Bif&st, Laudadio esce di scena per dedicarsi al centenario di Camilleri

Dopo 15 edizioni Felice Laudadio lascia la direzione del Festival da lui ideato e fondato nel 2009

Bif&st 2024

I rapporti intergenerazionali, l’età, la convivenza in ‘La tartaruga’

Fabrizio Nardocci illustra la sua opera seconda, nella quale nella forma della commedia amara inserisce diverse tematiche: i rapporti intergenerazionali, l'età, le dinamiche della convivenza. Da giovedì 6 giugno al cinema

Bif&st 2024

‘Animali randagi’. La libertà di scelta

Maria Tilli descrive la sua opera prima, "Animali randagi" lo sono in maniera diversa i personaggi del suo film, al centro la libertà di scelta

Bif&st 2024

Bif&st, doppietta di premi per ‘Il mio posto è qui’ di Cristiano Bortone

Il podio della sezione Italiafilmfest/Nuovo Cinema Italiano, con una Menzione Speciale per la Fotografia di Zamora - opera prima di Neri Marcorè - curata dal dop Duccio Cimatti


Ultimi aggiornamenti