Addio a Emmanuelle Debever, suicida l’attrice che nel 2019 accusò di stupro Depardieu

L'attrice 60enne si è tolta la vita gettandosi nella Senna a Parigi

Addio a Emmanuelle Debever, suicida l’attrice che nel 2019 accusò di stupro Depardieu

L’attrice francese Emmanuelle Debever, 60 anni, si è tolta la vita gettandosi nella Senna a Parigi dopo aver lanciato accuse di violenza sessuale contro l’attore Gérard Depardieu. Il suicidio è avvenuto il 7 dicembre, giorno in cui è stato trasmesso dalla tv France 2 il programma Complément d’enquête, inchiesta sui casi di presunte violenze sessuali commesse dall’attore francese, dal titolo “Gérard Depardieu: la chute de l’ogre”.

La notizia è riportata oggi dai media francesi. L’annuncio della scomparsa è stato dato dall’Institut national de l’audiovisuel (Ina) sul suo account X (ex Twitter). Secondo la giornalista Camille Nevers del quotidiano “Libération” l’attrice “si è gettata nella Senna qualche giorno fa”.

Emmanuelle Debever, nata l’8 agosto 1963 a Marsiglia, è stata una delle prime attrici a denunciare pubblicamente Depardieu. Le molestie sessuali sarebbero avvenute durante le riprese nel 1982 del film Danton (uscito nelle sale nel 1983) diretto da Andrzej Wajda dove interpretava Louison, la giovanissima moglie di Georges Danton (Depardieu), il rivoluzionario francese, campione del popolo, che nek 1793 di scontra con Maximilien de Robespierre.

Il 5 giugno 2019, in un post pubblicato sul suo account Facebook, Emmanuelle Debever denunciò le azioni dell’attore sul set.

“Signor Depardieu. Oggi assolto dall’accusa di stupro e violenza sessuale. No comment”, scrisse in seguito all’archiviazione di un’indagine contro l’attore per stupro e violenza sessuale. Parlando di Danton, l’attrice aggiunse: “Il mostro sacro si era abbandonato a molte cose durante le riprese… Approfittando dell’intimità all’interno di una carrozza. Facendo scivolare la sua grossa zampa sotto le mie sottovesti, presumibilmente per avere una migliore sensazione di me…” Il post era accompagnato da una foto d’archivio in bianco e nero scattata sul set del film, accanto all’attore. All’epoca fu una dichiarazione che passò inosservata. A differenza di oggi, allora poche attrici si erano espresse a sostegno di Charlotte Arnould, che nell’agosto 2018 aveva sporto la prima denuncia contro Depardieu per stupro.

L’attrice aveva esordito alla tv francese nel 1982 nelle serie Joëlle Mozart, per recitare in seguito nel telefilm Le inchieste del commissario Maigret. Tra i suoi film spicca Un jeu brutal (1983) di Jean-Claude Brisseau, in cui interpretava Isabelle, figlia adolescente del celebre scienziato professor Christian Tessier (Bruno Cremer), colpita da handicap alle gambe fin dalla nascita.

 

autore
13 Dicembre 2023

farewell

farewell

Addio a James Sikking, tenente di ‘Hill Street giorno e notte’

L'attore statunitense aveva 90 anni. Tra i numerosi ruoli sul grande schermo, quelli del Capitano Styles in Star Trek III - Alla ricerca di Spock (1984) e del direttore Fbi ne Il rapporto Pelican

farewell

Shannen Doherty, morta a 53 anni la star di ‘Beverly Hills 90210’

L'attrice era malata di cancro dal 2015. Recentemente aveva raccontato della sua malattia in un podcast

farewell

Morta Shelley Duvall, l’attrice di ‘Shining’ aveva 75 anni

Leggendaria nel film di Stanley Kubrick, recitò anche in sette pellicole dirette da Robert Altman. È venuta a mancare nel sonno nella sua casa in Texas

farewell

È scomparso Benji Gregory, ex baby star della serie ‘ALF’

Era Brian Tanner nella sitcom tv di successo negli Anni ’80: aveva 46 anni e l’annuncio della morte è stato diffuso dalla sorella, che parla di “colpo di calore”


Ultimi aggiornamenti