Matteo Garrone a Libération: “La realtà migratoria è molto peggiore del mio film”

L’intervista al regista sul quotidiano francese nel giorno di uscita di 'Io capitano' nelle sale d’oltralpe


“I flussi migratori che attraversano il Mediterraneo rappresentano “il dramma del nostro secolo”.

Nel giorno di uscita di Io capitano nelle sale francesi, Matteo Garrone rilascia un’intervista al quotidiano “Libération”, insieme alla cofondatrice dell’organizzazione non governativa Sos Mediterranée Sophie Beau, e a Fofana Amara, il giovane migrante che ha ispirato il film designato dall’Italia alla corsa per l’Oscar 2024 per il Miglior Film internazionale.

“Spero che i politici possano capire cosa spinge la gente ad intraprendere questo viaggio”, ha detto il regista di Io capitano. “Perché non partono solo per sfuggire alla guerra, ma semplicemente hanno voglia di scoprire il mondo, perché aspirano ad un futuro migliore”, ha aggiunto il regista.

“Non voglio dare delle risposte esaustive a questo problema, ma penso che questo film possa essere un documento utile per mostrare la complessità di questo fenomeno drammatico”, ha affermato Garrone.

redazione
03 Gennaio 2024

Registi

Registi

Roberta Torre: “Nel mio prossimo film una Alice nel paese delle meraviglie trans”

Agli Stati generali di Siracusa abbiamo intervistato la regista, che sta progettando un film di finzione basato sui libri di Porpora Marcasciano, già protagonista del suo Le favolose

Registi

150 artisti ebrei firmano una lettera aperta a sostegno di Jonathan Glazer

Anche il regista di May December Todd Haynes si è unito al messaggio di appoggio al cineasta britannico premiato per il miglior film internazionale

Registi

Jonathan Glazer dona poster firmati alla raccolta fondi “Cinema for Gaza”

Il regista premio Oscar con 'La zona d'interesse' ha partecipato all'asta di beneficenza che ha già raggiunto oltre 60mila dollari. Tra i partecipanti anche Ramy Youssef, Ken Loach e Tilda Swinton

Registi

Ken Loach parla di ritiro dal set dopo 60 anni di cinema

Alla vigilia dell’uscita di The Old Oak negli USA, 'Variety' intervista l'87enne regista britannico, che parla anche del suo “grande rispetto per il discorso di Jonathan Glazer agli Oscar”


Ultimi aggiornamenti