‘La Storia’ e il futuro d’Italia nel palinsesto di Rai Fiction

Oltre al titolo di punta del 2024 La Storia, diretto da Francesca Archibugi dal capolavoro di Elsa Morante, tanti period e teen drama, nuove storie crime e la celebrazione di grandi donne come Margher


È stato presentato il palinsesto di Rai Fiction per la stagione 2023-2024: tantissimi i nuovi titoli, così come i sequel delle serie più amate per un’offerta che “si pone l’obiettivo di raccontare il Paese con la densità di temi, fermenti e conflitti che lo caratterizzano, il tutto con l’ambizione di restituire la ricchezza e la complessità del presente senza, però, perdere il legame con il passato né lo sguardo verso il futuro”.

Tra i titoli emblematici, in arrivo nel 2024, La Storia (regia di Francesca Archibugi), dal capolavoro di Elsa Morante, con Jasmine Trinca. Un racconto universale tra dramma e riscatto nell’Italia della Seconda guerra mondiale. E poi, Mameli (regia di Luca Lucini e Ago Panini), una vicenda epica che nel contesto risorgimentale della Repubblica Romana si concentra sulla giovinezza di Goffredo Mameli. Nel dramedy Gloria, Fausto Brizzi dirige Sabrina Ferilli, al grande ritorno da protagonista delle serie Rai, nei panni di un’attrice sul viale del tramonto che prova a dare una svolta alla sua carriera e riprendersi il posto che è suo di diritto. La luce nella masseria (regia di Riccardo Donna, Tiziana Aristarco), in onda a gennaio: una storia famigliare per celebra i settant’anni dall’inizio delle trasmissioni regolari del servizio pubblico e l’arrivo della televisione nelle case degli italiani.

Oltre al cult Mare Fuori, acclamato da pubblico e critica, che torna a grande richiesta con la quarta stagione, a inizio 2024 su Rai2, spazio a nuovi teen drama e storie di formazione come Noi siamo leggenda (regia di Carmine Elia), un gruppo di ragazzi alle prese con l’adolescenza e il dono dei superpoteri, e il nuovo original per Rai Play Eppure cadiamo felici (regia di Matteo Oleotto), una storia d’amore e mistero liberamente tratta dall’omonimo bestseller di Enrico Galiano.

Nell’ambito del period drama, nel primo semestre 2024 vedremo La lunga notte – La caduta del Duce, firmata da Giacomo Campiotti, con Alessio Boni nei panni di Dino Grandi alle prese con il passaggio decisivo del 25 luglio 1943, e il dramma dell’esodo istriano in La rosa dell’Istria, diretta da Tiziana Aristarco. Torna un genere cult, il poliziesco, con nuove declinazioni: a novembre su Rai1 va in onda Il metodo Fenoglio (regia di Alessandro Casale), tratto dai romanzi di Gianrico Carofiglio, con Alessio Boni in lotta contro la criminalità organizzata a Bari; nel 2024 su Rai2 arriva Kostas (regia di Milena Cocozza), dalle opere di Petros Markaris, con Stefano Fresi e su Rai1 Il clandestino (regia di Rolando Ravello), con Edoardo Leo che interpreta un solidale investigatore privato e Gerri (regia di Giuseppe Bonito), il seducente ispettore napoletano di origini rom con Giulio Beranek, dai romanzi di Giorgia Lepore.

Sul fronte crime una novità, in onda l’anno prossimo su Rai1, è la serie Brennero (regia di Davide Marengo, Giuseppe Bonito), con una coppia investigativa italo/tedesca interpretata da Elena Radonicich e Matteo Martari. E due serie che ricostruiscono altrettanti casi di cronaca nera: Per Elisa – Il caso Claps (regia di Marco Pontecorvo) con Gianmarco Saurino, per ripercorrere tra Potenza e l’Inghilterra uno dei più efferati casi di omicidio che ha scosso l’opinione pubblica, e ottobre su Rai1; e Circeo (regia di Andrea Molaioli) con Greta Scarano e Ambrosia Caldarelli, sul processo agli aguzzini del delitto del Circeo del 1975, in onda a novembre sull’ammiraglia.

Tra i titoli di apertura della stagione, a settembre su Rai1, La stoccata vincente: la vicenda umana e sportiva dello schermidore Paolo Pizzo, due volte campione del mondo, raccontata dal regista Nicola Campiotti, con Alessio Vassallo e Flavio Insinna.

E ancora film dedicati a donne straordinarie: Margherita Hack in Margherita delle stelle (regia di Giulio Base) con Cristiana Capotondi, e poi nel 2024 la dolorosa e poetica passione di vita di Alda Merini in Folle d’amore (regia di Roberto Faenza) con Laura Morante. Torna anche per le feste di Natale la trasposizione di Eduardo De Filippo con Non ti pago (regia di Edoardo De Angelis) con Sergio Castellitto e Napoli milionaria (regia di Francesco Amato) con la coppia Massimiliano Gallo-Vanessa Scalera. Spazio ai sequel delle fiction dai grandi numeri: Cuori 2, Imma Tatararanni 3, Blanca 2, I bastardi di Pizzofalcone 4 e Un professore 2. Nel 2024 tocca a Doc – Nelle tue mani 3, Don Matteo 14, Màkari 3 e Studio Battaglia 2.

Un grande impegno riguarda le coproduzioni internazionali. Nell’ambito ormai collaudato dell’Alleanza Europea tra Rai, France Télévisions (Francia) e ZDF (Germania) rientrano Corpo libero (regia di Cosima Spender e Valerio Bonelli), dall’omonimo romanzo di Ilaria Bernardini, un thriller nel mondo della ginnastica artistica con Antonia Truppo e Filippo Nigro; l’avventura de Il giro del mondo in 80 giorni (regia di Steve Barron, Charles Beeson, Brian Kelly), libero adattamento del romanzo di Jules Vernes, con David Tennant; il thriller The Reunion (regia di Bill Eagles), dal romanzo La ragazza e la notte di Guillame Musso; l’apocalittico Il quinto giorno (regia di Barbara Eder, Luke Watson, Philipp Stölzl), dall’omonimo romanzo di Frank Schätzing.

07 Luglio 2023

Rai

Rai

‘Com’è umano lui’, su Rai Uno il film che celebra Paolo Villaggio

Il 30 maggio, in prima visione su Rai Uno con la regia di Luca Manfredi, il film dedicato al tragicomico genovese che ha rivoluzionato la storia della comicità italiana. Un racconto inedito e sconosciuto ai più della sua vita, per conoscere l’uomo oltre l’artista

Rai

‘Mascaria’, il racconto di un eroe civile per la giornata della Legalità

In occasione della Giornata della Legalità, in prima serata su Rai Uno, il nuovo tv movie diretto da Isabella Leoni sul coraggio di un imprenditore e padre di famiglia che, nonostante il mascariamento, continua la sua lotta contro la mafia

Rai

Il cinema in Rai, tra Ken Loach e i grandi documentari

Il direttore di Cinema e Serie tv Adriano De Maio presenta il palinsesto autunnale. Tra le proposte anche molti documentari targati Luce Cinecittà

Rai

Rai leader degli ascolti tv 2022

Rai è il broadcaster italiano più visto online, superando tutta la concorrenza; e la fiction con maggior ascolto assoluto è stata Doc – Nelle tue mani, seguita da La Sposa e Don Matteo 13


Ultimi aggiornamenti