‘Mascaria’, il racconto di un eroe civile per la giornata della Legalità

In occasione della Giornata della Legalità, in prima serata su Rai Uno, il nuovo tv movie diretto da Isabella Leoni sul coraggio di un imprenditore e padre di famiglia che, nonostante il mascariamento, continua la sua lotta contro la mafia


Mascariare, in dialetto siciliano, “significa sporcare con il carbone e lasciare tracce indelebili e, nel gergo mafioso, vuol dire colpire colui che sta combattendo una battaglia per la legalità. Un modo per sporcare la reputazione delle persone oneste che si battono contro la mafia” spiega Anouk Andaloro Capostruttura Rai Fiction alla conferenza stampa del film, in onda il 23 maggio su Rai Uno in prima serata, Mascaria.

In occasione della giornata della legalità, la coproduzione Rai Fiction – Red Film dà origine al film liberamente ispirato a una storia vera, su un uomo che ebbe il coraggio di denunciare il pizzo e l’operato della mafia sulle imprese locali. Diretto da Isabella Leoni e prodotta da Mario Rossini, Mascaria racconta la storia di Pietro Ferrara (Fabrizio Ferracane) un imprenditore onesto che decide di denunciare il pizzo e gli atti violenti della mafia sulla sua attività senza però abbandonare la sua terra d’origine. La battaglia al crimine dell’imprenditore inizierà poi a prendere una piega indesiderata quando, a processo contro i suoi estorsori, verrà calunniato e delegittimato moralmente accusato di essere complice dei mafiosi e, subendo per questo, l’abbandono sociale, economico e istituzionale “mascariamento”.

“Con questo tv movie realizzato per la giornata della legalità vogliamo diffondere il messaggio che abbiamo un obbligo morale, (sia i cittadini che le istituzioni) nei confronti di tutte le persone che iniziano la difficile lotta contro la mafia, dobbiamo accompagnarle e non lasciarle mai sole perché il mascariamento implica proprio un isolamento” continua Andaloro. “Il primo atto che rende eroe civile l’imprenditore è proprio la scelta di rimanere sul territorio e della sua battaglia quotidiana contro la mafia nonostante il suo mascariamento”.

Da accusatore a imputato Pietro sarà costretto a difendersi per resistere, sia per sé, per i suoi dipendenti e soprattutto per la sua amata famiglia in cui le difficoltà dell’uomo si ripercuotono inevitabilmente. “Per questo un eroe civile, perché cerca di tenere a galla la sua azienda nonostante gli ostacoli che il sistema giudiziario pone sul suo cammino. Primo fra tutti, l’esclusione dalla whitelist, con la conseguente impossibilità di lavorare negli appalti pubblici, in quanto Pietro è coinvolto in un procedimento giudiziario per mafia. Proprio lui, che per combattere la mafia ha messo in pericolo l’azienda, la sua vita e persino la famiglia, si vede negare l’accesso al lavoro. I valori che vuol trasmettere questo film sono insiti nel personaggio di Pietro Ferrara: amore per la famiglia, onestà, dignità e rispetto. Tutti valori trasmessi al figlio e che sarà colui che porterà avanti l’azienda di famiglia” (…) Pietro si spegnerà lentamente nei lunghi anni estenuanti di accuse infondate e di lotte con i suoi fantasmi interiori. Ma la storia non finirà con lui – prosegue la regista – perché suo figlio e la sua famiglia continueranno a portare avanti l’azienda, ispirati da quei valori che per tutta la vita Pietro ha cercato di trasmettere” racconta Isabella Leoni.

“Si deve parlare sempre di mafia, soprattutto alle nuove generazioni. I ragazzi devono sapere e conoscere, perché solo così si può distruggere questa maledetta piaga. Questo è un film che parla anche di prevaricazione del bene sul male, di ogni sopruso che vediamo in strada e di come lo si combatta” spiega Fabrizio Ferracane.

14 Maggio 2024

Rai

Rai

‘Com’è umano lui’, su Rai Uno il film che celebra Paolo Villaggio

Il 30 maggio, in prima visione su Rai Uno con la regia di Luca Manfredi, il film dedicato al tragicomico genovese che ha rivoluzionato la storia della comicità italiana. Un racconto inedito e sconosciuto ai più della sua vita, per conoscere l’uomo oltre l’artista

Rai

Il cinema in Rai, tra Ken Loach e i grandi documentari

Il direttore di Cinema e Serie tv Adriano De Maio presenta il palinsesto autunnale. Tra le proposte anche molti documentari targati Luce Cinecittà

Rai

‘La Storia’ e il futuro d’Italia nel palinsesto di Rai Fiction

Oltre al titolo di punta del 2024 La Storia, diretto da Francesca Archibugi dal capolavoro di Elsa Morante, tanti period e teen drama, nuove storie crime e la celebrazione di grandi donne come Margherita Hack e Alda Merini

Rai

Rai leader degli ascolti tv 2022

Rai è il broadcaster italiano più visto online, superando tutta la concorrenza; e la fiction con maggior ascolto assoluto è stata Doc – Nelle tue mani, seguita da La Sposa e Don Matteo 13


Ultimi aggiornamenti