Nastri d’argento – Grandi Serie: premi da ‘Napoli Milionaria’ a ‘Supersex’ e ‘Antonia’

I premi della IV edizione: i commenti dei premiati – tra cui Asia Argento, Letizia Toni, Marco Pontecorvo, Leo Gassmann - con maestra di cerimonia Laura Delli Colli, presidente del SNGCI che promuove il riconoscimento, sul palco accanto a Titta Fiore, presidente della Film Commission Regione Campania


NAPOLI – E’ il quarto compleanno dei Nastri d’argento – Grandi Serie, eppure sembrano già una tradizione, sia perché sono costola degli storici Nastri d’argento dedicati al cinema, di cui sono un Progetto Speciale, ma probabilmente anche per la scelta di celebrarli in una città dall’identità unica come Napoli, che anche quest’anno ospita il consueto annuncio ufficiale dei premi, alla presenza di alcuni premiati, che nella serata ricevono formalmente i riconoscimenti durante la cerimonia a Palazzo Reale.

L’affaccio su Castel dell’Ovo per il saluto ufficiale di Laura Delli Colli, presidente del SNGCI e del direttivo – Fulvia Caprara (vicepresidente), Oscar Cosulich, Maurizio di Rienzo, Susanna Rotunno, Paolo Sommaruga e Stefania Ulivi; nel Direttivo anche Romano Milani – segretario generale e Franco Mariotti (sindaco). Delli Colli, maestra di cerimonia, ha introdotto l’appuntamento pomeridiano parlando di questo Premio come di “un’invenzione, perché quattro anni fa nessuno si occupava di serie, un prodotto audiovisivo diventato a tutti gli effetti cinema, fatto da quelli del cinema. Con la serialità che premiamo ci piace anche promuovere un po’ il ricambio, tra le firme delle sceneggiature e nel circo degli interpreti. L’intuizione del Premio nasce anche dal riuscire a recepire quello che dall’altra parte (dal pubblico) si attende e si vuole festeggiare”. 70 giornalisti del Sindacato hanno votato per le Serie: 60 erano i titoli presi in considerazione (in onda dal 1° maggio 2023 al 30 aprile 2024). Delli Colli ha anche ricordato che i Nastri d’argento nascano con il supporto della DG Cinema del MiC.

Il momento dell’annuncio dei Premi non si fa attendere e dopo aver ricordato che La Storia di Francesca Archibugi sia stata scelta come Serie dell’Anno 2024, Delli Colli annuncia ufficialmente tutti gli altri titoli, interpreti, sceneggiatori e produttori premiati, soffermandosi in particolare a commento di alcuni, potendo raccogliere qualche riflessione a caldo da coloro che sono già giunti nel capoluogo partenopeo, in vista della serata.

La Presidente annuncia, per esempio, il premio al film tv Napoli Milionaria, “il più votato a questi Nastri”, momento che chiama sul palco anche Titta Fiore, presidente della Film Commission Regione Campania, per cui “la presenza di opere che si realizzano in questo territorio nel palmarès dei Nastri significa ci sia una rete industriale e della creatività: ricordo l’esistenza di una Legge regionale forte, che ci ha permesso di trasformare l’impulso creativo in industria” e – riferendosi al titolo interpretato da Massimiliano Gallo e Vanessa Scalera, regia di Luca Miniero – aggiunge: “è bello che le opere di Eduardo rivivano in maniera autonoma”.

Delli Colli continua soffermandosi sui Premi Speciali, “iconici per questa annata” e annuncia quello a Sabrina Ferilli per Gloria, quelli a Alessandro Borghi e Adriano Giannini per Supersex, a cui riconosce “il coraggio per affrontare la bellissima sceneggiatura di Francesca Manieri. Poi ci siamo un po’ divertiti a dare un riconoscimento a Gabriele Muccino” protagonista della seconda stagione di Call My Agent – Italia e anche di Vita Da Carlo – Seconda Stagione, “per la capacità di saper giocare con un’autoironia molto forte”.

È poi il momento del Nastro d’argento della SIAE, dedicato alla sceneggiatura, un premio che nasce quest’anno, e conferito alla serie Antonia, creata da “un gruppo di scrittura al femminile, per un progetto curioso e sperimentale”. L’attrice protagonista, che l’ha anche ideata, Chiara Martegiani, spiega che “il progetto era partito per raccontare la crisi di una 30enne, nel frattempo mi è stata diagnosticata la malattia, l’endometriosi: si è potuto così raccontare un modo ulteriore per il personaggio di prendersi più cura di sé”.

Per l’attenzione al sociale, il Nastro della Legalità va a Il clandestino di Rolando Ravello con Edoardo Leo: Delli Colli commenta l’apprezzamento a “un’’idea che, in una serie pop, rende protagonista una sorta di detective che si muove tra casi ambientati nei luoghi più fragili”.

È storico il Premio Guglielmo Biraghi, che va a Giacomo Giorgio: “un successo ad alta velocità” il suo, da Mare Fuori a DOC – Nella tue mani.

Mentre, le Rivelazioni del 2024 sono “un gioco tra cinema e musica” e chiamano sul palco Leo Gassmann e Letizia Toni. Il primo interprete di Califano e l’altra di Gianna Nannini, nella serie Sei nell’anima. Gassmann è “onoratissimo” e, riferendosi alla collega toscana, si dice “felice che siamo in due che raccontiamo storie di vite di persone reali… Io sono stato fortunato a ricevere l’abbraccio d’amore degli amici veri di Franco Califano e ringrazio tutte le persone che hanno guardato il film senza pregiudizi. Un pensiero all’anima di Franco, che mi ha regalato un pezzo di vita”. Toni ammette di avercela “messa tutta perché sentivo questa responsabilità per Gianna e per tutto il suo seguito. Io non sono una cantante, ma continuo a far lezioni di canto perché mi piace ma… cinema, cinema, cinema!”.

È poi il momento di Francesco Zenga, Nino ne La Storia di Archibugi, che ha debuttato sul set a 17 anni, infatti la sua “è una storia dentro la storia: ero in quarta liceo, era il primo provino della mia vita. Nino vive diverse fasi di vita, prima si arruola nelle camicie nere, poi diventa partigiano: mi sono dovuto un po’ adattare a questi cambiamenti”.

Sempre da La Storia, parola a Asia Argento, nel ruolo di Santina: “un personaggio molto simile al romanzo, come l’aveva scritto la Morante, ma qui vivo: una delle esperienze più felici della mia età adulta”.

Marco Pontecorvo, regista di Per Elisa – Il caso Claps, ha confermato che sia stato un progetto “su un dramma in atto, da cui s’è riacceso qualcosa nella vita reale, per cui Potenza è scesa in strada”. E il suo interprete, Gianmarco Saurino, racconta: “ci siamo presi la responsabilità su quello che ci ha detto mamma Filomena il giorno prima di cominciare le riprese: ‘noi il cuore l’abbiamo perso per Elisa, voi mettetecelo tutto’. Il compenso che Gildo Claps ha ricevuto per aver contribuito alla creazione della serie l’ha rifiutato per sé, devolvendolo per aprire un ambulatorio in Africa, un sogno di Elisa”.

Nastri d’argento – Grandi Serie: i premi

Il Premio ad ogni serie riconosce anche il valore del cast artistico e tecnico nella sua coralità

 

SERIE DELL’ANNO

LA STORIA (RAI)

Regia Francesca ARCHIBUGI

Protagonisti Jasmine TRINCA, Elio GERMANO, Asia ARGENTO, Lorenzo ZURZOLO, Francesco ZENGA

e con Valerio MASTANDREA

Una produzione PICOMEDIA in collaborazione con RAI FICTION in collaborazione con THALIE IMAGES

Sceneggiatura Giulia CALENDA, Ilaria MACCHIA, Francesco PICCOLO, Francesca ARCHIBUGI

MIGLIOR SERIE COMMEDIA

CALL MY AGENT – ITALIA | SECONDA STAGIONE (SKY)

Regia Luca RIBUOLI

Prodotta da SKY STUDIOS e PALOMAR

Sceneggiatura Lisa NUR SULTAN con Federico BACCOMO e Dario D’AMATO

MIGLIOR SERIE CRIME

IL RE | SECONDA STAGIONE (SKY)

Regia Giuseppe GAGLIARDI

Una produzione SKY STUDIOS con THE APARTMENT e WILDSIDE, entrambe società del gruppo FREMANTLE,

in collaborazione con ZOCOTOCO

Sceneggiatura Alessandro FABBRI e Peppe FIORE, Federico GNESINI

MIGLIOR SERIE DRAMA

I LEONI DI SICILIA (DISNEY+)

Regia Paolo GENOVESE

Una produzione COMPAGNIA LEONE CINEMATOGRAFICA – LOTUS PRODUCTION,

una società di LEONE FILM GROUP

Sceneggiatura Ludovica RAMPOLDI, Stefano SARDO

MIGLIOR SERIE DRAMEDY

UN PROFESSORE | SECONDA STAGIONE (RAI)

Regia Alessandro CASALE

Una coproduzione RAI FICTION, BANIJAY STUDIOS ITALY

Sceneggiatura Sandro PETRAGLIA, Valentina GADDI,

Sebastiano MELLONI, Fidel SIGNORILE

MIGLIOR FILM TV

NAPOLI MILIONARIA (RAI)

Regia Luca MINIERO

Una produzione PICOMEDIA in collaborazione con RAI FICTION

Sceneggiatura Massimo GAUDIOSO, Filippo GILI

Con Massimiliano GALLO e Vanessa SCALERA

 

ATTRICE PROTAGONISTA

Isabella RAGONESE  – Il Re

 

ATTORE PROTAGONISTA

Michele RIONDINO –  I Leoni di Sicilia

ATTRICE NON PROTAGONISTA

Linda CARIDI Supersex

ATTORE NON PROTAGONISTA

Giovanni LUDENO –  Le indagini di Lolita Lobosco

I PREMI SPECIALI

I PROTAGONISTI DELL’ANNO

Sabrina FERILLIGloria

Alessandro BORGHI e Adriano GIANNINISupersex

Gabriele MUCCINO – Call my agent – Italia – Seconda stagione e Vita da Carlo – Seconda stagione

NASTRO d’ARGENTO SPECIALE

al regista Marco PONTECORVO e al protagonista Gianmarco SAURINO

Per Elisa – Il caso Claps

NASTRO d’ARGENTO SIAE

per la Sceneggiatura

Elisa CASSERI, Carlotta CORRADI, Chiara MARTEGIANI

Antonia

NASTRO DELLA LEGALITÀ – SERIE

IL CLANDESTINO – UN INVESTIGATORE A MILANO (RAI)

Regia Rolando RAVELLO

Una coproduzione RAI FICTION – ITALIAN INTERNATIONAL FILM, una società LMG

PREMIO GUGLIELMO BIRAGHI – SERIE

Giacomo GIORGIO

 Mare fuoriPer Elisa – Il caso Claps, Noi siamo leggenda, Doc – Nelle tue mani

che riceve anche il

PREMIO ITALO

RIVELAZIONI DELL’ANNO

Leo GASSMANNCalifano

Letizia TONISei nell’anima

PREMIO NUOVO IMAIE – SERIE

Giusy BUSCEMI  – Vanina, Un vicequestore a Catania

che riceve anche il

PREMIO WELLA PROFESSIONALS PER L’IMMAGINE

NASTRI d’ARGENTO FONDAZIONE CLAUDIO NOBIS – SERIE

I FANTASTICI 5 (MEDIASET)

Una coproduzione RTI – LUX VIDE

Realizzata da LUX VIDE, società del gruppo FREMANTLE

 

01 Giugno 2024

Nastri 2024

Nastri 2024

Nastri d’Argento, ‘Io Capitano’ il film più candidato

In cinquina finalista con il film di Matteo Garrone ci sono Comandante di Edoardo De Angelis, La Chimera di Alice Rohrwacher, Confidenza di Daniele Luchetti e I Dannati di Roberto Minervini. C’è ancora domani di Paola Cortellesi è il ‘Film dell’anno’

Nastri 2024

Animazione made in Napoli, dal debutto di Saviano alla coppia di produttori Ranieri-Zingaretti

"L'animazione in Campania tra creatività e industria". Un incontro con i due attori, produttori di Food Wizards: la seconda stagione in lavorazione, con Mad Entertainment. L'anteprima del mood trailer del film di Alessandro Rak: Il principe di Shangri-là e l'intervento di Enzo D'Alò

Nastri 2024

Leo Gassmann: “Califano, un biglietto da visita per la recitazione”

La nostra intervista all’attore, 25 anni, nipote di Vittorio, figlio di Alessandro: per il suo ruolo di debutto sullo schermo, i Nastri d’argento – Grandi Serie lo premiano come Rivelazione dell’Anno, il primo riconoscimento cinematografico della sua carriera, premio ricevuto anche da Letizia Toni, nel ruolo di Gianna Nannini

Nastri 2024

Archibugi: “Ho incontrato Elsa Morante a 11 anni e ‘La Storia’ è un mio libro fondativo”

Per i Nastri d'argento - Grande Serie, la nostra intervista alla regista de La Storia, 8 episodi dal romanzo della scrittrice, premio Serie dell'Anno 2024, interpretata da Jasmine Trinca, Elio Germano, Valerio Mastandrea. La premiazione a Napoli, anche location della serie


Ultimi aggiornamenti