Cineasti a rischio: “proteggiamo Agnieszka Holland”

La coalizione internazionale a supporto dei cineasti a rischio condanna "condanna gli spaventosi attacchi contro di lei e il suo film sulla Polonia"


La coalizione internazionale a supporto dei cineasti a rischio (Icfr) comunica la propria vicinanza a Agnieszka Holland e “condanna gli spaventosi attacchi contro di lei e il suo film sulla Polonia”. Il ministro della Giustizia polacco, Zbigniew Ziobro, aveva comparato i film di propaganda nazisti a Green Border, celebrato all’80ma Mostra del Cinema di Venezia con il premio speciale della giuria.

Il film, prossimamente in sala con Movies Ispired, racconta la rotta tra Bielorussia e Polonia dei rifugiati dalla Siria e dall’Africa. “Sosteniamo fermamente Agnieszka Holland”, ha dichiarato la Icfr, “e sosteniamo pienamente la recente dichiarazione della European Film Academy, In tutto il mondo, molti artisti sono stati e continuano ad essere oggetto di ostilità”.

“La Coalizione Internazionale per Cineasti a Rischio e le sue istituzioni fondatrici, l’International Film Festival Rotterdam, l’International Documentary Film Festival Amsterdam e la European Film Academy, chiedono la fine immediata dell’ostilità e delle minacce contro Agnieszka Holland. La sosteniamo pienamente e sollecitiamo un impegno critico nei confronti delle questioni importanti del nostro tempo, così come sono visibili intorno a noi in Europa e nei film realizzati qui. Crediamo fortemente che la cultura di ogni società ne tragga beneficio. Chiediamo rispetto e sicurezza per tutti i registi, inclusa Agnieszka Holland”

20 Settembre 2023

Registi

Registi

Gaetano Di Vaio in gravi condizioni per un incidente stradale

Il regista e produttore stanotte era a bordo del suo scooter in provincia di Napoli. Nel 2014 prese parte alla serie TV Gomorra

Registi

Polanski prosciolto dall’accusa di diffamazione

L'attrice britannica Charlotte Lewis lo aveva denunciato per averla definita "una bugiarda" nel corso di un'intervista del 2019

Registi

Mohammad Rasoulof fugge dall’Iran: “Ho scelto l’esilio”

Il regista iraniano condannato al carcere ha fatto sapere di trovarsi in una località segreta in Europa

Registi

Mohammad Rasoulof condannato a 5 anni di carcere

The Seed of the Sacred Fig, l'ultimo film del regista iraniano, sarà presto proiettato in Concorso al Festival di Cannes


Ultimi aggiornamenti