Anac: “Inaccettabile la chiusura dell’Odeon di Milano”

In un comunicato ufficiale, l’Associazione Nazionale Autori Cinematografici e il Premio Carlo Lizzani hanno considerato di “estrema gravità” la chiusura della storica sala cinematografica Odeon


In un comunicato ufficiale, l’Associazione Nazionale Autori Cinematografici e il Premio Carlo Lizzani hanno considerato di “estrema gravità” la chiusura della storica sala cinematografica Odeon, avvenuta pochi giorni fa a Milano, ed esprimono “la più assoluta contrarietà per l’assenza di reazioni (fatta salva qualche rara eccezione) da parte del settore e delle Istituzioni”.

“È inaccettabile che Milano, – si legge nel comunicato – la città dove si sono concentrati nel dopo-Brexit i maggiori investimenti di capitali rilanciando imprenditoria, commercio, edilizia e finanza, rimanga indifferente alla perdita di un luogo di cultura, arte e spettacolo, e sia disposta a rinunciare ad uno tra i più rappresentativi monumenti dell’arte Liberty italiana, vedendolo trasformare in un ulteriore centro commerciale a due passi dal Duomo. Nella città in cui la lirica ha la sua massima celebrazione in un luogo simbolo internazionalmente riconosciuto come la Scala, l’Odeon, costruito nel 1929, dovrebbe avere la stessa funzione per la settima arte diventando la più magnifica casa del cinema europeo”.

“Oltre a fondi UE, ulteriori risorse per il salvataggio dell’Odeon, che ha visto sfilare sul red carpet star internazionali, come Meryl Streep, Timothée Chalamet, Steven Spielberg, Tom Hanks, dovrebbero essere stanziate costituendo un fondo per il sostegno alle sale storiche in difficoltà, alimentato con risorse provenienti da una tassa di scopo a cui assoggettare le piattaforme. – conclude il comunicato – Gli stravolgimenti determinati al sistema distributivo e di esercizio da parte dei nuovi player richiederebbero, infatti, forme compensative rivolte agli schermi che hanno rappresentato il ‘900”.

07 Agosto 2023

Esercenti

Esercenti

Dumont, il primo cinema di Milano. Inizio e fine di un grande amore

Per anni è stato un luogo di culto che, per la prima volta, offriva alla città del nord, un primo scorcio sulla settima arte. Oggi al suo posto sorge la biblioteca di Porta Venezia

Esercenti

“Cinemini: al cinema con i bebè!” alla Sala Troisi di Roma

L'annuncio sul sito: "speciali proiezioni a misura di neonato con luci soffuse, audio ridotto e pianto libero"

Esercenti

Chiude il cinema Odeon a Milano, è la fine di un’epoca

Scampato anche ai bombardamenti del 1943, al suo posto nascerà un centro commerciale, a poca distanza da 'La Rinascente'.

Esercenti

Cinema in Festa, cinque giorni di biglietti scontati

Torna il Cinema in Festa, cinque giorni di film in sala a prezzo agevolato. Un progetto nato nel 2022 e che proseguirà fino al 2026


Ultimi aggiornamenti