Amanda Campana: “Il personaggio di Giulia mi ha spinto a scavare dentro me stessa”

L'attrice ha vinto il Premio RB Casting come Miglior giovane interprete italiano per il suo ruolo in 'Suspicious Minds' di Emiliano Corapi, presentato in anteprima alla 21esima edizione di Alice nella Città


“Per essere riuscita a restituire allo spettatore tutta la gioia, la sfrontatezza, i timori e la disperazione del primo grande amore”. Con questa motivazione Amanda Campana ha ricevuto il Premio Rb Casting al Miglior giovane interprete italiano, nel corso della 21esima edizione di Alice nella città, per il ruolo della giovane Giulia in Suspicious Minds di Emiliano Corapi. “Sono sorpresa e felice di questo riconoscimento che arriva nel mio primo festival”, commenta l’attrice, classe 1997, che tre anni fa ha esordito nella serie teen di Netflix Summertime e oggi guarda alla recitazione pronta a nuove esperienze, e sperimentando generi, da Diabolik dei Manetti Bros. al thriller Il corpo di Vincenzo Alfieri.

In Suspicious Minds, prossimamente nelle sale con Adler, Amanda interpreta Giulia, una ragazza che arriva a Roma per trascorrere la sua prima vacanza con il suo fidanzato Daniele (Matteo Oscar Giuggioli). La giovane rimane bloccata nell’ascensore dell’hotel con Fabrizio (Francesco Colella), sposato con Emilie (Thekla Reuten), e da tempo in crisi. Quell’episodio alimenta un sospetto nei rispettivi partner che possa eesere accaduto qualcosa, portando entrambe le coppie a confrontarsi sulla resistenza dell’amore.

Amanda, chi è Giulia?

Un personaggio molto reale, e quella sua realtà ho avuto quasi paura di non riuscire a restituirgliela. Mi sono affidata a Emiliano in questo lavoro, e sono stati fondamentali anche Matteo e Francesco. Sono state delle inconsapevoli guide per me.

In cosa ti assomiglia questo personaggio?

La sento molto vicina a me, anche se non è stato facile interpretarla e per farlo ho dovuto scavare dentro me stessa. Giulia è una ragazza molto istintiva, passionale e ironica. Tutti aspetti che mi appartengono, come la sua corazza di protezione. Ma lei rispetto a me, è molto più sicura di come andranno le cose e spesso decide di staccare i piedi da terra. Io, invece, provo a rimanere salda al terreno nel mio quotidiano, ma sono aperta alla sperimentazione nel mio lavoro.

Come scegli i progetti?

Mi piace sperimentare personaggi sempre nuovi. Fino ad oggi ho interpretato sempre ruoli diversi. Sono stata Sofia nella serie Summertime, una serie generazionale molto colorata. Ho interpretato un cameo, nel secondo e terzo capitolo di Diabolik (l’ultimo è stato presentato proprio durante la Festa del cinema di Roma 2023). Ora sto girando Il corpo, un’altra bella sfida, trattandosi di un thriller. Con Vincenzo Alfieri si è creata una bella sintonia.

Quanto è difficile fare questo mestiere vista la presenza di una così nutrita nuova generazione di attori?

Io mi sento fortunata. Da quando ho iniziato ho avuto delle possibilità importanti. Tanti giovani oggi vogliono intraprendere questa carriera e talvolta il destino non sempre rema loro a favore. La bravura è chiaramente importante, ma bisogna trovarsi nel posto gusto al momento giusto, anche andandoselo a cercare.

Ti piacerebbe lavorare all’estero?

Per quanto l’Italia ce la metta quasi tutta per deludermi, sono comunque contenta di proseguire il mio percorso qui. Poi, se dovesse capitarmi un film o un’occasione fuori dai confini nazionali, sarei contenta. Ma la mia vita e la mia carriera la vedo nel mio Paese.

Da quale regista italiano vorresti essere diretta?

Paolo Genovese mi piace molto, soprattutto il suo modo di raccontare personaggi tridimensionali e veri. La verità è quello che mi fa entrare nella storia, è la connessione con un personaggio, e io cerco quell’aspetto anche da spettatrice, non solo da attrice.

29 Ottobre 2023

Alice nella città 2023

paradox effect
Alice nella città 2023

‘Paradox Effect’, Olga Kurylenko e Harvey Keitel nemici all’improvviso

L'action movie diretto da Scott Weintrob, presentato nell'ambito di Alice nella Città 2023 e prodotto da ILBE, è ambientato a Bari e ha come protagonisti Olga Kurylenko, Harvey Keitel e Oliver Trevena, premiato come “Breakout Actor of the year” da Gerard Butler

Alice nella città 2023

Mare Fuori, la quarta stagione inizia sul red carpet di Roma

Il cast incontra i numerosi fan sul doppio tappeto rosso che ha chiuso la Festa del Cinema e Alice nella Città 2023. Ovazione in sala Petrassi per l'anteprima dei primi due episodi

Alice nella città 2023

Alice nella Città, attesa per Gerard Butler: si chiude un’edizione di successo

Gerard Butler a Roma per consegnare un premio di Alice nella Città. Nel 2023 +27% di partecipazioni rispetto all'anno precedente

Alice nella città 2023

Resvrgis, suspense tra lupi mannari e fantasmi

Ludovica Martino protagonista di questo thriller italiano in cui mostri reali e interiori si incontrano


Ultimi aggiornamenti