‘About Last Year’, trovare se stesse nelle ballroom italiane

About Last Year, unico film italiano in concorso alla SIC, è diretto da ben tre registe alla loro opera prima, Dunja Lavecchia, Beatrice Surano e Morena Terranova


Il bisogno di un luogo sicuro dove sentirci accettati, protetti, liberi è frequente nelle comunità discriminate, in particolare in quella LGBTQ+. Per questo, negli anni ’70, ad Harlem New York, crogiolo della cultura afroamericana statunitense, sono nate le ballroom, sale da ballo in cui “famiglie” di persone che condividevano un legame affettivo e identitario potevano sfidarsi pacificamente in eccentriche gare di danza e sfilate di moda. È qui, ad esempio, che nasce lo stile di danza noto come “vougueing”. Questi luoghi, ormai diffusi capillarmente in tutto il mondo, si sono aperti – non che siano mai stati formalmente “chiusi” – a persone fuori dalla comunità LGBTQ+, in particolare donne cisgender che nelle ballroom trovano spazi dove potere esprimere e, soprattutto, sperimentare la propria sensualità senza il timore del giudizio altrui. È il caso delle tre protagoniste di About Last Year, unico film italiano in concorso alla SIC – Settimana Internazionale della Critica diretto da ben tre registe alla loro opera prima: Dunja Lavecchia, Beatrice Surano e Morena Terranova.

Come si evince dal titolo, il documentario segue per un anno esatto la vita di tre giovani donne tra i 20 e i 30 anni, Giorgia, Letizia e Celeste, e il loro percorso di formazione nelle ballroom torinesi. “Abbiamo bisogno, oggi, di film a tematica LGBT. – affermano le tre registe – Il nostro specifico, racconta storia tre donne che tecnicamente non appartengono quella comunità, ma l’abbracciano. Cogliendo temi e valori. Uno sguardo femminile che fa la differenza, alla luce di tutto ciò che accade quotidianamente“.

L’occhio delle registe segue le sue protagoniste con discrezione e rispetto: Giorgia, Letizia e Celeste sono in un momento di passaggio delle loro vite, come tutti alla loro età. Le attendono importanti decisioni e le ballroom sono i luoghi in cui poterle maturare in totale libertà. L’approccio a questo mondo è molto simile a quello dello sport agonistico: ci si ritrova in sale apposite, ci si allena, si preparano le gare e poi si performa alla ricerca di un premio. Ma per loro non si tratta solo di luoghi di socialità dove praticare un hobby o una passione, le ballroom sono veri e propri laboratori d’identità dove trovare confidenza con il proprio corpo, sicurezza in se stesse, autostima.

“Tutte le donne in formazione a un certo punto si ritrovano doversi corazzare a un mondo difficile – dichiarano le registe -. Il corpo, la sessualità, la sensualità sono elementi che vengono giudicati e strumentalizzati. Bisogna imparare a gestirli e loro tre hanno trovato questo modo che è potentissimo”

Tramite la parentesi di vita delle sue tre protagonista, About Last Year ci offre uno spaccato di un mondo che sta ai margini, sconosciuto ai più, almeno nel nostro paese. Eppure le comunità sparse per tutto il mondo, anche in Italia, non sono “squadre” di danza o di sfilata, non sono semplici associazioni in cui condividere un interesse comune, sono vere e proprie famiglie (“family” è il termine in uso) che accolgono chi è stato rifiutato dalla propria o, semplicemente, chi vuole trovarne una nuova. Offrono un spazio di ascolto e di espressione in una società che ne ha sempre più bisogno.

di Carlo D’Acquisto

Carlo D'Acquisto
07 Settembre 2023

Venezia 80

Venezia 80

‘Adagio’. La salvezza di un mondo in rovina è affidata alle nuove generazioni

Intervista al regista e sceneggiatore Stefano Sollima, e agli attori Pierfrancesco Favino e Gianmarco Franchini

Venezia 80

‘Los angeles no tienen alas’ apre la Mostra di Cinema Iberoamericano

Torna a Roma, dal 15 al 17 settembre 2023 SCOPRIR - Mostra di Cinema Iberoamericano, giunta alla sua undicesima edizione. Quest’anno verrà presentata la sezione Espacio Femenino, ciclo del cinema dedicato alla cultura femminile

Venezia 80

FantaLeone 2023, i vincitori del fantasy game dedicato a Venezia 80

Dopo avere scoperto il palmarès di Venezia 80, è il momento di rivelare i primi cinque classificati della prima edizione del FantaLeone di CinecittàNews, il primo fantasy game dedicato alla Mostra del Cinema

Venezia 80

“La ricerca, lo sviluppo e la centralità delle produttrici italiane”: Doc/It a Venezia

“La ricerca, lo sviluppo e la centralità delle produttrici italiane” è il titolo dell’incontro promosso da DOC/it, associazione dei Documentaristi e delle Documentariste italiane, nell’ambito del Venice Production Bridge di Venezia che si è tenuto durante l'80ma Mostra


Ultimi aggiornamenti