‘Rebel Moon’, Zack Snyder: “Orgoglioso del mio sci-fi vietato ai minori”

Il regista già all'opera sulla Director's Cut del suo film (diviso in due parti) atteso per dicembre su Netflix


Su Netflix da dicembre, Rebel Moon vede il regista Zack Snyder tornare all’opera su una grande epopea fantascientifica. La più grande che abbia mai realizzato, promette. In una recente intervista rilasciata a Entertainment Weekly ha spiegato di essere al lavoro su due versioni differenti del film (che verrà diviso in due parti, A child of fire e The Scargiver), una con un’ora di contenuti aggiuntivi e classificazione PG-13 per la presenza di scene di sesso e di violenza.

L’ispirazione per questa storia originale viene anche da Star Warsdi cui Rebel Moon dovrebbe essere una versione più cruda e adulta. “Sono estremamente orgoglioso della versione PG-13, concepita per un pubblico più ampio, perché riesce davvero a soddisfare un obiettivo mitologico, fantastico e senza tempo”, ha dichiarato Snyder. “Ciò che abbiamo fatto con l’altra versione è divertente e sovversivo, poiché un film di fantascienza vietato ai minori su questa scala non dovrebbe esistere“.

Le Director’s Cut di Snyder sono sempre molto discusse, con l’ultima, quella della Justice Leagueprotagonista di una aggressiva campagna twitter che ne ha permesso la diffusione su HBO Max nel 2021. Uno scontro con gli Studios per la paternità totale delle proprie opere che ora, con Netflix, sembra finalmente risolversi: “Questa è stata la prima volta in cui sono riuscito a dirigere un film e a pianificarlo”, ha affermato Snyder. “Il taglio non è stato dettato da dispute, dicendo loro, ‘OK, non farete quello che voglio. Posso almeno pubblicarlo su DVD?’ Eravamo sulla stessa lunghezza d’onda”.

20 Novembre 2023

Produzione

Produzione

‘Rosebushpruning’ di Karim Aïnouz sarà il primo adattamento de ‘I pugni in tasca’ di Bellocchio

Kristen Stewart e Josh O'Connor, con Elle Fanning, saranno i protagonisti del film del regista brasiliano

Produzione

‘Il depistaggio’, nel palermitano si gira il film sulla strage di via D’Amelio

Dal 20 maggio la cittadina di Ciminna, già location de Il gattopardo, sarà il set a cielo aperto scelto dal regista Aurelio Grimaldi

Produzione

Gianni Amelio, il set del nuovo film è una stazione ferroviaria

Lo scalo ferroviario di Arezzo Pescaiola sarà una delle location. Nel cast Alessandro Borghi, Gabriel Montesi e Federica Rosellini

Produzione

‘Le assaggiatrici’, via alle riprese in Alto Adige del nuovo film di Silvio Soldini

Tratto dal romanzo di Rosella Postorino, vincitore del Premio Campiello 2018 e best-seller internazionale. Nel cast Elisa Schlott, Max Riemelt, Alma Hasun


Ultimi aggiornamenti