Mohammad Rasoulof fugge dall’Iran: “Ho scelto l’esilio”

Il regista iraniano condannato al carcere ha fatto sapere di trovarsi in una località segreta in Europa


Il regista iraniano Mohammad Rasoulof ha annunciato sul proprio profilo Instagram di aver lasciato l’Iran, dove settimana scorsa è stato condannato a cinque anni di prigione. Rasoulof avrebbe dovuto essere presente sulla Croisette di Cannes, assieme al suo ultimo film Seed of the Sacred Fig, ma per ora ha fatto sapere di essere in una “località segreta” in Europa.

“Un viaggio lungo e complicato” l’ha descritto il regista in una lunga nota condivisa con il proprio pubblico. “Ho dovuto scegliere tra la prigione e lasciare l’Iran. Con il cuore pesante, ho scelto l’esilio. La Repubblica Islamica mi ha confiscato il passaporto nel settembre 2017. Pertanto ho dovuto lasciare l’Iran in segreto”.

Il regista ha inoltre ricordato l’importanza di una “comunità cinematografica mondiale” che garantisca un sostegno efficace ai propri artisti. “La libertà di parola dovrebbe essere difesa, forte e chiara. Le persone che affrontano coraggiosamente e altruisticamente la censura invece di sostenerla sono rassicurate sull’importanza delle loro azioni dal sostegno delle organizzazioni cinematografiche internazionali. Come so per esperienza personale, può essere per loro un aiuto inestimabile continuare il loro lavoro vitale”.

14 Maggio 2024

Registi

Registi

Gaetano Di Vaio in gravi condizioni per un incidente stradale

Il regista e produttore stanotte era a bordo del suo scooter in provincia di Napoli. Nel 2014 prese parte alla serie TV Gomorra

Registi

Polanski prosciolto dall’accusa di diffamazione

L'attrice britannica Charlotte Lewis lo aveva denunciato per averla definita "una bugiarda" nel corso di un'intervista del 2019

Registi

Mohammad Rasoulof condannato a 5 anni di carcere

The Seed of the Sacred Fig, l'ultimo film del regista iraniano, sarà presto proiettato in Concorso al Festival di Cannes

Registi

Dalle vergini suicide alla scoperta di Sofia Coppola

Il 6 maggio torna al cinema Il giardino delle vergini suicide, un'occasione imperdibile per riscoprire i film della regista


Ultimi aggiornamenti