La lunga strada per trovare le giuste Thelma e Louise

Il cult del '91, in programma all'Arena Cinema Parco degli Acquedotti, ha lanciato la carriera di Geena Davis e Susan Sarandon, iconiche in questo film


Due amiche sole contro un mondo di uomini violenti e prevaricatori. La disperata e tragica corsa verso la libertà. I capelli al vento. Fin dalla sua uscita nel 1991, il cult di Ridley Scott Thelma e Louise è diventato un’icona di liberazione femminile, grazie a due protagoniste dalla tempra straordinaria, interpretati da due attrici altrettanto fenomenali. Il film in programma il 25 luglio 2023 all’Arena Cinema Parco degli Acquedotti di Roma, lanciò la carriera di Geena Davis e Susan Sarandon. Nella nostra mente nessuna attrice potrebbe sostituire le due grandi attrici, che per le loro interpretazioni di Thelma e Louise furono entrambe candidate all’Oscar, eppure il casting che portò alla loro la scelta fu tutt’altro che scontato.

In verità tutta la genesi del film è stata abbastanza travagliata. Lo stesso Scott, incapace di replicare i clamorosi successi di Alien e Blade Runner, avrebbe soltanto dovuto produrre il film, lasciando la regia alla sceneggiatrice Callie Khouri con un budget decisamente inferiore. Alla fine il regista prese in mano la direzione del film e Khouri si dovette “accontentare” di firmare soggetto e sceneggiatura che le valsero la vittoria di un Oscar e un Golden Globe. Nel frattempo, numerose furono le attrici, più o meno popolari, che furono avvicinate al ruolo delle due protagoniste.

Una coppia interessata al progetto era composta da Meryl Streep e Goldie Hawn, che alla fine optarono per lavorare in La morte ti fa bella di Robert Zemeckis. Dopo di loro ci furono Michelle Pfeiffer e Jodie Foster, che accettarono la proposta di Scott. Purtroppo, quando i tempi di produzione si allungarono, entrambe le attrici dovettero rinunciare.

Iniziarono allora i provini. Per il ruolo di Louise furono valutate attrici come Melanie Griffith, Kelly McGillis, Kim Basinger, Catherine O’Hara, Jennifer Beals, Vanessa Redgrave, Glenn Close, Mary Steenburgen, Ellen Barkin, Goldie Hawn, Anjelica Huston, Sigourney Weaver, Lorraine Bracco e Diane Keaton. Per quello di Thelma si valutò Joan Cusack, Mia Farrow, Jane Fonda, Lily Tomlin, Candice Bergen, Tuesday Weld, Liza Minnelli, Jessica Lange e Isabella Rossellini. Alla fine, quando la spuntarono Geena Davis, celebre fino a quel momento per La mosca e Beetlejuice, nei panni di Thelma e la già affermatissima Susan Sarandon in quelli di Louise, ci fu un ultimo problema da risolvere. In sceneggiatura, infatti, le due amiche avrebbero dovuto avere la stessa età. Callie Khouri fu così costretta a riscriverla in modo tale da rendere coerente la differenza d’età delle attrici, che si tolgono una decina d’anni.

Risolto questo ultimo intoppo, il mondo ebbe finalmente le sue Thelma e Louise, e le due interpreti poterono definitivamente essere lanciate nella volta celeste di Hollywood. Ma non furono le uniche a cui questo film cambiò definitivamente la carriera. Difficile dimenticare, infatti, il ruolo secondario di J.D. interpretato da un 29enne Brad Pitt, all’apice della sua imperitura sensualità. L’attore allora semi-sconosciuto dovette superare la concorrenza di nomi come George Clooney, Marc Ruffalo e Grant Show, ma quando si presentò al provino con Geena Davis, l’attrice non ebbe dubbi. “Era così carismatico e così incredibilmente talentuoso – ha dichiarato in un’intervista – che dimenticai di dire le mie battute.” Nell’iconica scena di sesso che precede la rapina di J.D. ai danni di Thelma, al posto di Davis ci sarebbe dovuta essere una controfigura, in quanto l’attrice si era sempre rifiutata di mostrarsi senza veli sul grande schermo. Quando Davis seppe che Scott stava cercando una sostituta per la scena, si oppose fermamente e insistette per girarla in prima persona. Come darle torto.

Se dopo la proiezione al Parco degli Acquedotti sentirete la mancanza di Thelma e Louise, consolatevi col fatto che sta per essere realizzato un remake in stile musical. Nei ruoli delle protagoniste dovrebbero esserci Amanda Seyfried e Evan Rachel Wood. Riusciranno a replicare il successo delle loro predecessore?

Carlo D'Acquisto
25 Luglio 2023

Arena Cinema Parco degli Acquedotti

Arena Cinema Parco degli Acquedotti

‘Il Pianista’, i segreti del capolavoro di Roman Polanski

Nella straordinaria filmografia di Roman Polanski, Il Pianista ha sicuramente un posto speciale. In attesa di vederlo nell'Arena Cinema Parco degli Acquedotti scopriamo perché

Arena Cinema Parco degli Acquedotti

‘Casinò’ e Acquedotti, in attesa del compleanno di Bob De Niro

Robert De Niro compirà 80 anni il 17 agosto. Nel frattempo all'Arena Parco degli Acquedotti si anticipano i festeggiamenti con la proiezione di Casinò di Scorsese

Arena Cinema Parco degli Acquedotti

Biciclette & Saponette: l’impatto di De Sica sull’immaginario cinematografico collettivo

Il classico intramontabile del neorealismo viene proiettato all’Arena Cinema del Parco degli Acquedotti con un Extra speciale, un filmato dal set

Arena Cinema Parco degli Acquedotti

Mulholland Drive è ancora un mistero, ma 10 indizi aiutano a capirlo

Il capolavoro del 2001 è protagonista questa sera di una speciale proiezione del Roma Cinema Arena al Parco degli Acquedotti, che invita i suoi mille spettatori nei misteri onirici di David Lynch


Ultimi aggiornamenti