La Berlinale cambia faccia: meno film e sezioni

La Berlinale ha annunciato che per l'edizione del 2024 i film saranno ridotti a circa 200 e che Perspektive Deutsches Kino e Berlinale Series saranno sciolte come sezioni indipendenti


Dopo due anni insoliti a causa della pandemia, la Berlinale ha celebrato un ritorno di successo e glamour nel febbraio 2023. In seguito alla 73ma edizione, il direttore esecutivo Mariëtte Rissenbeek e il direttore artistico Carlo Chatrian hanno voluto ripensare la struttura del festival modificando l’organizzazione e condensando il suo programma.

“Come molti altri settori della società, le istituzioni culturali e i festival sono interessati da notevoli aumenti dei costi ma budget invariati. Tenendo presente questo, dobbiamo introdurre aggiustamenti strutturali per creare una base di bilancio stabile per l’organizzazione e l’attuazione della Berlinale in futuro. Questo processo porta con sé l’opportunità di ottimizzare la presentazione e la percezione dei film invitati utilizzando un programma più mirato”, affermano i due direttori della Berlinale.

Il numero totale di film sarà ridotto a circa 200 (erano 287 nel 2023). Pertanto, tutte le sezioni – ad eccezione del Concorso – presenteranno un numero leggermente inferiore di film. Potsdamer Platz e il prestigioso Berlinale Palast rimarranno il cuore del festival, fungendo da punto centrale per la rete cittadina del festival.

Per la Berlinale 2024 sono state decise le seguenti modifiche alla struttura del programma:

Perspektive Deutsches Kino sarà sciolta come sezione separata. In futuro, i film di esordienti tedeschi saranno presentati nelle sezioni già esistenti Competition, Encounters, Panorama, Generation o Forum. Questa integrazione mira ad aumentare la visibilità internazionale delle opere prime e seconde prodotte in Germania.Questo cambiamento è una continuazione della dedizione del festival ai film dei nuovi arrivati tedeschi.

La Berlinale Series verrà interrotta come programma indipendente. La serie italiana The Good Mothers sarà, dunque, la prima e ultima vincitrice del premio, che ha esordito proprio nel 2023. Il pubblico del 2024, invece, potrà vedere formati di serie selezionati come parte del Berlinale Special Gala. L’intento di questo cambiamento è quello di spingere ulteriormente le serie eccezionali sotto i riflettori. Il direttore artistico della Berlinale, Carlo Chatrian, sarà responsabile della selezione, con il supporto del suo comitato di selezione.

I formati delle serie per i professionisti rimangono invariati: il Berlinale Series Market continuerà a svolgersi parallelamente al programma cinematografico pubblico. Oltre alla normale infrastruttura di mercato, i suoi componenti del programma sono il programma della conferenza, la presentazione Berlinale Series Market Selects, che mostra una selezione di serie internazionali con un promettente potenziale di vendita come anteprime di mercato e vetrine internazionali. L’evento di presentazione e networking Co-Pro Series riunisce progetti di serie selezionati con potenziali partner di coproduzione.

redazione
11 Luglio 2023

Berlino 2024

Berlino 2024

Berlinale, social violati da hacker antisemiti

In seguito alle polemiche sulle dichiarazioni di alcuni premiati sul palco della Berlinale, sul canale Instagram della sezione Panorama sono stati pubblicati post e immagini antisemiti. Il festival ha denunciato la violazione alle autorità

Berlino 2024

‘Dahomey’, Mati Diop e l’arte che sconvolge il mondo: “Non sottovalutiamo il cinema”

Con questo documentario dedicato al rientro in Benin di 26 delle migliaia di opere depredate dall'imperialismo francese, la regista francese di origini senegalesi ha conquistato l'Orso d'oro della Berlinale 2024

Bruno Dumont
Berlino 2024

Premiato il cinema più radicale, tra venti di guerra e impegno

La giuria di Lupita Nyong'o ha vissuto discussioni animate, "ma nel rispetto delle opinioni di tutti e arrivando a una decisione unanime"

Berlino 2024

‘Dahomey’ di Mati Diop è l’Orso d’oro della Berlinale 2024

Sebastian Stan premiato per la miglior interpretazione per A different man. A Hong Sang-soo il gran premio della giuria (il secondo a distanza di soli due anni)


Ultimi aggiornamenti