Perspectives, la Berlinale lancia il nuovo concorso per opere prime

Questo nuovo concorso a sé stante includerà fino a 14 opere prime di fiction provenienti da tutto il mondo, con una giuria composta da tre persone

Perspectives, la Berlinale lancia il nuovo concorso per opere prime

La Berlinale ha annunciato il lancio di Perspectives, un nuovo concorso internazionale per i primi lungometraggi di narrativa, rafforzando il profilo dei nuovi talenti all’interno del Festival. Con la creazione di un filone competitivo internazionale per le prime opere di finzione, la Berlinale punterà i riflettori sui nuovi registi all’interno del festival. Questo nuovo concorso a sé stante, Perspectives, includerà fino a 14 opere prime di fiction provenienti da tutto il mondo, con una giuria composta da tre persone che deciderà il premio per la migliore opera prima. Il premio è dotato di 50.000 euro, finanziati dalla GWFF (Gesellschaft zur Wahrnehmung von Film- und Fernsehrechten), una società impegnata nella tutela dei diritti cinematografici e televisivi. Il premio in denaro sarà suddiviso tra i produttori e i registi del film vincitore.

Perspectives deriva dal premio per la migliore opera prima alla Berlinale, gestito in collaborazione con GWFF dal 2006. In precedenza le nomination erano state inserite in tutte le sezioni del festival; questo nuovo filone riunisce i film in una competizione di alto profilo.

“Perspectives offrirà una piattaforma più visibile per eccezionali registi emergenti provenienti da tutto il mondo. – commenta Tricia Tuttle – Cerchiamo lungometraggi che rappresentino una gamma di voci autenticamente internazionale, che abbiano un linguaggio cinematografico audace e fluente e offrano prospettive accattivanti e nuovi modi di vedere il mondo. Vorrei ringraziare il GWFF per decenni di sostegno nel nostro impegno nei confronti dei registi emergenti e per continuare ad accompagnarci nel riorientamento del premio”.

I film selezionati per partecipare al concorso Perspectives saranno curati dal Direttore del Festival insieme ai co-direttori della programmazione cinematografica e ai responsabili delle sezioni Panorama, Forum e Generation. Verrà data preferenza alle anteprime mondiali, ma a discrezione del Direttore del Festival potranno essere presi in considerazione anche film già presentati in anteprima nel paese di origine. La Berlinale è tradizionalmente impegnata a sostenere i registi emergenti e le varie sezioni del festival continueranno a presentare anche opere prime. Di contro, la sezione Encounters non continuerà.

(C.DA)

autore
02 Luglio 2024

Berlino 2024

Berlino 2024

Berlinale, social violati da hacker antisemiti

In seguito alle polemiche sulle dichiarazioni di alcuni premiati sul palco della Berlinale, sul canale Instagram della sezione Panorama sono stati pubblicati post e immagini antisemiti. Il festival ha denunciato la violazione alle autorità

Berlino 2024

‘Dahomey’, Mati Diop e l’arte che sconvolge il mondo: “Non sottovalutiamo il cinema”

Con questo documentario dedicato al rientro in Benin di 26 delle migliaia di opere depredate dall'imperialismo francese, la regista francese di origini senegalesi ha conquistato l'Orso d'oro della Berlinale 2024

Bruno Dumont
Berlino 2024

Premiato il cinema più radicale, tra venti di guerra e impegno

La giuria di Lupita Nyong'o ha vissuto discussioni animate, "ma nel rispetto delle opinioni di tutti e arrivando a una decisione unanime"

Berlino 2024

‘Dahomey’ di Mati Diop è l’Orso d’oro della Berlinale 2024

Sebastian Stan premiato per la miglior interpretazione per A different man. A Hong Sang-soo il gran premio della giuria (il secondo a distanza di soli due anni)


Ultimi aggiornamenti