Il regista Alberto Simone (100autori) riconfermato nel nuovo direttivo FERA

L’assemblea della Federazione dei Registi Cinematografici e Televisivi Europei, riunita a Bucarest, ha eletto all'unanimità come presidente la regista polacca Agnieszka Holland


L’autore e regista Alberto Simone (100autori) riconfermato per il secondo mandato nel nuovo direttivo FERA (Federazione dei Registi Cinematografici e Televisivi Europei). L’Assemblea generale della FERA, in rappresentanza di 27 paesi, si è riunita a Bucarest, in Romania, dal 20 al 22 settembre. FERA sosterrà le attività di tutte le organizzazioni professionali europee attuando una stretta collaborazione per garantire la migliore applicazione della Direttiva Copyright e delle sue disposizioni per riequilibrare il potere di contrattazione dei Registi e degli Autori Cinematografici e Televisivi nella negoziazione dei contratti.

“Mentre in tutta Europa il mercato dell’Audiovisivo conosce una crescita esponenziale, realizzando enormi profitti dallo sfruttamento dei nostri  film, serie televisive e documentari, come  Registi e Autori fatichiamo a ottenere il corretto riconoscimento del nostro determinante apporto creativo e professionale. Tranne alcuni casi più fortunati, un’equa e proporzionata remunerazione del nostro lavoro e ancora un miraggio per la maggioranza degli autori – afferma Alberto Simone, membro del Consiglio 100autori.  Con la battaglia per l’approvazione della Direttiva Copyright, per la prima volta autori e registi europei si sono ritrovati uniti con un obiettivo comune, ottenendo un risultato storico per la tutela del diritto d’autore nel nuovo mercato unico digitale e per la valorizzazione del nostro imprescindibile contributo all’ideazione e realizzazione dell’opera audiovisiva.  Lo stesso impegno si sposta ora sul piano nazionale, ma l’impegno di Fera è che nessuno verrà lasciato solo di fronte a ogni ritardo nell’applicazione della Direttiva europea o nel possibile tentativo di limitare gli effetti o distorcerne i principi nei singoli territori.”

L’obiettivo è sviluppare nuovi modelli contrattuali e meccanismi collettivi in tutta Europa per garantire contratti e compensi equi per Registi e Autori, in un mercato sempre più ricco per produttori, distributori, broadcaster e piattaforme di streaming online. FERA intende respingere le minacce alla libertà artistica quando il populismo aumenta e riportare la cultura al centro dell’agenda di Governi e Istituzioni nazionali. FERA e 100autori invitano le Istituzioni Europee a sostenere il libero pensiero, la libertà artistica e la ricchezza della diversità culturale europea di voci creative, attraverso un’ambiziosa agenda per la cultura e chiedono al Presidente eletto della Commissione Europea di ripristinare urgentemente la cultura all’interno dei titoli di finanziamento del Commissario designato al fine di realizzare efficacemente l’obiettivo di promozione della cultura stabilito dal Trattato europeo del 1991. La prima pietra miliare di questo mandato sarà l’adozione di un’ambiziosa nuova edizione del programma “Europa Creativa”.

L’assemblea ha eletto all’unanimità come presidente la regista Agnieszka Holland (Polonia). Il Comitato esecutivo di recente elezione (2019-2021) è composto da: Sedia – Klemen Dvornik (Slovenia), Tesoriere onorario – Sverre Pedersen (Norvegia), Bill Anderson (Regno Unito), Elisabet Gustafsson (Svezia) – cooptato, Hrvoje Hribar (Croazia) – cooptato, Lou Jeunet (Francia), Alberto Simone (Italia) – cooptato, Birgitte Stærmose (Danimarca), C. Cay Wesnigk (Germania) e Martijn Winkler (Paesi Bassi).

24 Settembre 2019

Europa

Europa

Il porto di Procida tra i nuovi tesori del cinema europeo

Il pittoresco porto di Corricella, iconica location di film come Il postino, è stato inserito dall'European Film Academy tra gli otto nuovi "Tesori della Cultura Cinematografica Europea"

Europa

Ibermedia Next, 14 i progetti beneficiari co-sviluppati da Italia, Spagna e Portogallo con 10 Paesi latinoamericani

Ibermedia Next ha reso pubblici i risultati del bando per la concessione di sovvenzioni per l’applicazione di nuove tecnologie nell’animazione digitale, finanziato con i Fondi europei Next Generation EU del...

Europa

Franceschini: “La Cultura è futuro, scandirà la ripartenza”

Il ministro ha partecipato al Summit on European Cultural Politics and New Digital Solutions: “in Europa, dobbiamo passare da politiche difensive a politiche coraggiose, per creare nuove piattaforme e soluzioni digitali per esportare i contenuti culturali

Europa

Europa Creativa: siglato accordo 2021-2027

I negoziatori del Parlamento europeo e del Consiglio Ue hanno raggiunto l’accordo sul budget del nuovo programma di Europa Creativa: 2,2 miliardi di euro in sette anni per i settori culturali, per cinema e media, per le produzioni creative. Nuova apertura per il settore musicale e attenzione a inclusione sociale e accessibilità


Ultimi aggiornamenti