Cuba contro Netflix: “il film ‘The Mother’ denigra l’immagine dell’isola”

La critica viene dal quotidiano 'Granma', portavoce del Partito comunista di Cuba. Il film descriverebbe l'isola come un covo di narcotrafficanti e inoltre non è stato girato in loco, ma a Gran Canari


La stampa ufficiale cubana ha criticato Netflix, affermando che nel suo film più recente, chiamato The Mother (La Madre), la cui trama si svolge in una Cuba immaginaria.

Il thriller d’azione diretto dalla regista neozelandese Niki Caro racconta la storia di una ex soldatessa degli Stati Uniti che va a L’Avana con un agente dell’FBI per salvare sua figlia rapita da un potente gruppo di trafficanti d’armi.

Secondo il quotidiano ‘Granma‘, portavoce del Partito comunista di Cuba, il film dipinge la capitale cubana come un nascondiglio per i cartelli della droga e il traffico di armi, un luogo in cui si può commettere omicidio impunemente e dove si proteggono gli assassini latinoamericani.

‘Granma’ si è lamentato del fatto che Jennifer López non sia stata a L’Avana e che l’intero segmento sull’isola sia stato girato a Gran Canaria. Il giornale ha concluso affermando che questa rappresentazione di Hollywood, tanto radicata quanto riprovevole, si allinea alle politiche degli Stati Uniti e al loro intento di diffondere l’idea che Cuba sia uno Stato terrorista.

23 Maggio 2023

Polemiche

Polemiche

‘Santocielo’. Un parroco cancella il film di Ficarra e Picone: “colpito e offeso”

Succede in provincia di Milano: don Angelo Sgobbi ha deciso di annullare - dalla programmazione dalla sala della comunità - la proiezione dell'ultimo film natalizio interpretato della coppia di artisti siciliani

Polemiche

‘Priscilla’, la figlia di Elvis era contraria al film della Coppola: “Sceneggiatura vendicativa e sprezzante”

Il film sulla compagna del Re del Rock fu osteggiato da Lisa Marie Presley, che scrisse alla produzione e alla madre poco prima di morire a inizio 2023

Polemiche

HBO, account twitter per insultare i critici. CEO: “Un’idea stupida”

Casey Bloys si è scusato pubblicamente con i critici televisivi per aver utilizzato account fake per commentare le recensioni degli show dell'emittente

Polemiche

Aurelio De Laurentiis: “i film italiani sono molto brutti, molto mal scritti, c’è tanta poca umiltà”

Il produttore – in occasione della presentazione della serie Vita da Carlo – Seconda Stagione – commenta lo stato di salute del cinema italiano attuale


Ultimi aggiornamenti