Byun Hee-bong, morto l’attore sudcoreano protagonista di The Host

Apparso in diversi film del premio Oscar Bong Joon-ho, aveva 81 anni. Noto volto televisivo, arrivò al cinema con Can che abbaia non morde e ottenne numerose nomination come miglior interprete


L’attore sudcoreano Byun hee-bong, apparso in diversi film del premio Oscar Bong Joon-ho, è morto lunedì 18 settembre all’età di 81 anni. Secondo l’agenzia Yonhap News, riportata oggi da Variety, l’attore sarebbe morto in seguito a complicazioni legate al ritorno del cancro al pancreas.

Byun hee-bong esordì al fianco di Bong Joon-ho in Cane che abbaia non morde e apparì in seguito in altri tre film significativi dell’opera del regista di ParasiteMemories of MurderThe Host e Okja. L’attore ottenne per queste interpretazioni numerose nomination come miglior attore non protagonista in Corea ed è stato votato come attore più popolare nella categoria TV al 21mo Baeksang Arts Awards. Hee-bong ha lavorato per tutti gli anni ’80 e ’90 in serie televisive di successo come The Joseon Dynasty 500 Yard: Seoljungmae  e The Legendary Doctor Hur Jun.

Nel 2020 l’attore fu insignito dell’Ordine al merito culturale di Eungwan, la seconda decorazione culturale sudcoreana di alto rango, per il suo contributo allo sviluppo della cultura pop della nazione.

18 Settembre 2023

farewell

farewell

Borgonzoni: “Addio a Donald Sutherland, interprete indimenticabile”

"I lavori al fianco di registi italiani come Federico Fellini o Bernardo Bertolucci saranno per sempre impressi nella nostra memoria" ha dichiarato il Sottosegretario alla Cultura

farewell

Addio a Donald Sutherland, da ‘Casanova’ di Fellini a ‘Novecento’ di Bertolucci

Il leggendario attore Oscar onorario che ha recitato in decine e decine di film, da Quella sporca dozzina a Mash, fino alla saga Hunger Games, è morto a Miami all’età di 88 anni

farewell

Chiara Sbarigia: “Anouk Aimée, memorabile il suo rapporto con l’Italia”

La presidente di Cinecittà Chiara Sbarigia sulla scomparsa dell'attrice Anouk Aimée. "Memorabile il suo rapporto con il nostro Paese e con Cinecittà, dove ha avuto più volte la possibilità di recitare e ha lasciato un'impronta indimenticabile"

farewell

Borgonzoni: “Anouk Aimée un faro di ispirazione per le generazioni future”

"Un esempio di come sia possibile coniugare grazia e profondità nell'arte dell'interpretazione cinematografica" ha dichiarato il Sottosegretario alla Cultura


Ultimi aggiornamenti