Lo sciopero è finito: accordo raggiunto tra attori e Studios dopo 118 giorni

Il comitato negoziale della Screen Actors Guild ha approvato all'unanimità un accordo provvisorio per porre fine allo sciopero: prevista la protezione contro le intelligenze artificiali, un aumento salariale e un bonus legato alle metriche delle piattaforme


È stato lo sciopero più lungo della storia del Sag-Aftra, ma ora è finalmente concluso. Lo rivela “Variety”, secondo cui il comitato negoziale della Screen Actors Guild ha approvato all’unanimità un accordo provvisorio per porre fine allo sciopero, in attesa di sottoporlo domani all’approvazione del consiglio nazionale del sindacato. Dopo 118 giorni da quel 13 luglio in cui lo sciopero iniziò, mandando in confusione il sistema produttivo e promozionale di tutta Hollywood, si può dire che il peggio è passato.

Le due parti hanno trascorso gli ultimi giorni a dare gli ultimi ritocchi all’accordo, che vedrà per la prima volta una protezione per gli attori contro l’intelligenza artificiale e uno storico aumento salariale. L’accordo vedrà la maggior parte dei minimi aumentare del 7%, il 2% in più rispetto agli aumenti ricevuti dalla Writers Guild of America e dalla Director’s Guild of America. Previsto anche un bonus basato sulle metriche di performance delle varie piattaforme.

“Ce l’abbiamo fatta! L’affare da oltre un miliardo di dollari! 3 anni l’ultimo contratto! Ovunque si apre una nuova strada!” ha scritto su Instagram la presidente del sindacato Fran Drescher, che ha definito l’accordo “storico”. Gli Studios, da parte loro, avrebbero parlato di un “nuovo paradigma” per Hollywood.

Lo sciopero avrebbe coinvolto almeno 160mila attori e attrici, fermando o rallentando la produzione di 176 film e serie tv, per un valore complessivo di 10 miliardi di dollari. Il governatore della California Gavin Newsom ha detto che l’economia dello Stato, fortemente influenzata dall’industria cinematografica, ha perso 5 miliardi di dollari.

redazione
09 Novembre 2023

Hollywood

Picchetto di attori in sciopero
Hollywood

Sciopero, attori di Hollywood ratificano accordo con gli Studios

Il documento sancisce ufficialmente la fine della più lunga battaglia sindacale della storia di Hollywood. Aumentati i compensi minimi e "arginata" l'AI

Hollywood

Maccanico: “Fine sciopero notizia delle notizie per l’audiovisivo”

Nicola Maccanico, AD di Cinecittà, commenta così a SkyTg24 la fine dello sciopero di Hollywood

Michael Keaton nei panni del mitico Beetlejuice
Hollywood

I sequel di ‘Deadpool’, ‘Beetlejuice’e ‘Il Gladiatore’ tra i primi a ripartire dopo lo sciopero

Il periodo di protesta da parte degli attori è giunto finalmente al termine, e a Hollywood si sta preparando per la ripresa delle produzioni cinematografiche che erano state interrotte lo scorso estate, a partire da quelle a cui mancavano meno giorni di lavorazione. Beetlejuice esempio lampante: bisogna girare ancora un solo giorno

Hollywood

Efron, White e Dickinson scoprono sul red carpet che è finito lo sciopero: “Davvero? Incredibile!”

Gli attori erano impegnati nella promozione di 'The Iron Claw' quando i giornalisti li hanno avvisati dell'accordo tra il sindacato e i produttori


Ultimi aggiornamenti