Maccanico: “Fine sciopero notizia delle notizie per l’audiovisivo”

Nicola Maccanico, AD di Cinecittà, commenta così a SkyTg24 la fine dello sciopero di Hollywood


“Bisognerà correre per recuperare il tempo perduto, ma il fatto che si sia trovato un accordo è la notizia delle notizie per chi lavora nel mondo dell’audiovisivo”. Nicola Maccanico, AD di Cinecittà, commenta così a SkyTg24 la fine dello sciopero di Hollywood. “Per quanto riguarda Cinecittà, siamo stati fermi un po’ di mesi rispetto alle grandi produzioni internazionali, abbiamo continuato a lavorare con produzioni più piccole, che sono clienti importanti di Cinecittà, ma già nelle ultime ore abbiamo ripreso contatti e ci aspettiamo di ricevere presto le nuove grandi produzioni americane già dal nuovo anno – ha spiegato Maccanico – La fine dello sciopero ha un impatto non solo per Cinecittà ma per tutta l’industria audiovisiva italiana che negli ultimi 5 anni ha visto crescere in maniera esponenziale le produzioni internazionali che scelgono l’Italia o per studi o per location”.

“La notizia che è arrivata nelle ultime ore e che verrà confermata auspicabilmente da un voto formale dell’unione sindacale fa ripartire le macchine dell’audiovisivo – ha aggiunto Maccanico – L’accordo dimostra che su alcuni temi non banali, come quello dell’intelligenza artificiale, della difesa dei più deboli nell’ambito degli attori e degli sceneggiatori, della distribuzione di eventuali utili aggiuntivi con il mondo degli streamers, si è trovata una sintesi che è la rappresentazione di una soddisfazione reciproca. Sono stati affermati e condivisi principii che diventano un modello anche per gli altri paesi: il principio che l’intelligenza artificiale è un’opportunità ma non deve far scomparire in alcun modo il ruolo dell’intelligenza umana; e quello che, anche in un mondo diverso dove ci sono tante piattaforme che propongono contenuti al pubblico non facendo pagare il singolo contenuto ma con un abbonamento mensile, le performance devono implicare un ritorno per quelle persone che quei contenuti li hanno immaginati, scritti o interpretati”.

10 Novembre 2023

Hollywood

Hollywood

Paramount, nuova offerta da oltre 2 miliardi di dollari

Mentre si attende la decisione in merito alla proposta di Skydance, il Ceo di Warner Music si fa avanti con il fondo di private equity Bain Capital

Hollywood

Sony, offerta da 26 miliardi per acquisire Paramount

Al fianco della società giapponese ci sarebbe, come socio di minoranza, la Apollo Global Management, colosso del private equity

Hollywood

‘Rust’, l’armiera Gutierrez-Reed condannata a 18 mesi

La responsabile delle armi sul set del western è stata ritenuta colpevole per l'omicidio involontario di Halyna Hutchins. Il processo che riguarda Alec Baldwin si svolgerà a luglio

Hollywood

Hollywood, un altro sciopero all’orizzonte?

Al grido di “tanti mestieri, una sola lotta”, in 2000 sono già scesi in piazza domenica 3 marzo a Los Angeles. I sindacati dei tecnici chiedono ai produttori di rinegoziare il loro contratto che scade il 31 luglio.


Ultimi aggiornamenti