Venerdì 26 aprile, la rassegna stampa

Si riapre il caso Weinstein, la morte di Laurent Cantet, animazione, Diabolik e la serie del momento


Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo.

Novità per Weinstein e il #MeToo

Novità sul caso Harvey Weinstein, l’ex produttore dal cui processo ebbe inizio il movimento #MeToo. Come riporta oggi Michele Masneri su Il Foglio, un tribunale di New York ha infatti deciso di annullare una delle condanne di Weinstein per violenze sessuali, richiedendo la revisione del processo. “La notizia di ieri è il secondo maggiore colpo inferto al #MeToo in poco più di due anni, dopo che la Corte suprema della Pennsylvania aveva ribaltato nel ’21 una condanna a Bill Cosby, il famoso attore nero e gran molestatore, che è stato così (lui sì) scarcerato”.

La morte di Laurent Cantet

Morto ieri il regista francese Laurent Cantet, Palma d’oro nel 2008 per La classeSu La StampaFulvia Caprara ricorda l’opera del regista. La classe è la dimostrazione del teorema, l’entusiasmo della creazione condiviso con i compagni di lavoro. Un manifesto di vita, ben oltre i limiti di una lavorazione cinematografica”. Il cineasta francese stava lavorando a un film intitolato ‘The Apprentice’.

L’animazione in arrivo

Focus sui nuovi film d’animazione in arrivo in sala nell’articolo de La Stampa a firma Marco Consoli, che elenca i titoli più attesi tra cui il sequel di ‘Inside Out’. “Inside Out2 ha strappato risate e applausi, per esempio nella scena in cui Malinconia, una vecchietta con una tazza di tè, irrompe nella sala di controllo e viene rimandata indietro dicendole di tornare tra qualche anno. Il film sembra rilanciare Pixar dopo i risultati non eccelsi dal punto di vista creativo dei recenti Elemental e Lightyear”. In arrivo anche Cattivissimo me 4Oceania 3The Wild Robot.

Tutto Diabolik

Venerdì dedicato a Diabolik con un articolo di Ilaria Ravarino su Il Messaggero che racconta le origini del mito pop in occasione del ritorno in libreria del libro che ispirò il fumetto e l’arrivo questa sera su Rai2 del film dei Manetti Bros. “Un giallo mai risolto, un assassino a piede libero. E un libro “maledetto”, che di quell’omicidio fu (presunta) ispirazione, scomparso dalla circolazione e diventato per anni introvabile. Almeno fino a oggi, con il ritorno in libreria grazie a Nova Arte – in una versione rinnovata, con appendici e approfondimenti – di Diabolic (uccidevano di notte) del romano Italo Fasan, giallo del 1957 che si porta dietro, a distanza di oltre sessant’anni, più di un mistero”.

La storia vera di Baby Reindeer

Serie del momento su Netflix, Baby Reindeer è protagonista di una disanima de Il Messaggero, che ne racconta la storia vera a ispirazione del racconto. “Pur con qualche aggiustamento a nomi e caratteri, è la cronaca di quanto accaduto a Richard Gadd, l’attore scozzese 34enne che interpreta Donny, che della serie è anche autore”.

26 Aprile 2024

Rassegna stampa

good-morning-lunedi
Rassegna stampa

Lunedì 13 maggio, la rassegna stampa

Annunciata la madrina di Venezia 81, intervista a Virginie Efira e Barbara Ronchi, addio al re dei b-movie e Baby Reindeer su Netflix

Rassegna stampa

10 maggio 2024, la rassegna stampa

La mostra che ricorda del primo film d'animazione italiano a Rimini, Maria Grazia Cucinotta su Massimo Troisi durante le riprese de Il postino, George Miller racconta della sua Furiosa: A Mad Max Saga

Rassegna stampa

9 maggio 2024, la rassegna stampa

Grandi attrici e nuovi talenti nella rassegna di oggi: con le interviste a Laetitia Casta, Monica Guerritore e Lina Sastri; e il focus sulle esordienti Celeste Dalla Porta e Gaia Girace

Rassegna stampa

8 maggio 2024, la rassegna stampa

Le interviste a Stefano Accorsi per la fiction su Marconi, il dietro le quinte de Il regno del pianeta delle scimmie, Juliette Binoche torna in sala e tanto altro


Ultimi aggiornamenti