‘Un’ora sola’, su RaiPlay e Rai Cinema l’ultima interpretazione di Giuliano Montaldo

Il cortometraggio sarà online dal 14 settembre


Un’ora sola, anzi solo pochi minuti ancora con il grande Giuliano Montaldo.

A pochi giorni dalla scomparsa dell’indimenticabile regista, sceneggiatore e attore, sarà online dal 14 settembre in esclusiva su RaiPlay e Rai Cinema Channel il cortometraggio Un’ora sola di Serena Corvaglia, con Filippo Scicchitano e Sofia Iacuitto, che vede la partecipazione straordinaria di Giuliano Montaldo e Vera Pescarolo. Si tratta dell’ultimo lavoro al quale ha partecipato il grande artista.

Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema, ricorda Giuliano Montaldo, primo presidente della società dal 1999 al 2004: “Vogliamo continuare ad onorare la memoria di Giuliano e mantenerla viva nei nostri cuori. Per questo renderemo disponibile dal 14 settembre su RaiPlay e Rai Cinema Channel il cortometraggio Un’ora sola, l’ultimo progetto al quale Giuliano Montaldo ha partecipato, il progetto di una giovane autrice, a testimonianza del rapporto privilegiato del grande regista con le nuove generazioni. Anche qui, in quest’ultima interpretazione, ritroviamo la sua sottile ironia, il piacere di mettersi in gioco, l’amore per la vita e per la sua compagna di sempre, Vera Pescarolo, protagonista con lui di questo corto: un “divertissement” intelligente, ricco di spunti, che vi farà divertire ed emozionare”.

Un’ora sola è prodotto da Giulia Del Vecchio e Serena Corvaglia in collaborazione con Diego Panadisi / Why Worry Production Durata: 14 minuti Anno di produzione: 2022

La storia al centro del corto è quella di due innamorati che si incontrano in segreto sotto la finestra di un palazzo, e poi corrono liberi fino a raggiungere una fiammante Fiat 500. Bianca, candida come il sentimento che li unisce. Eppure, nel modo in cui i giovani si muovono e scherzano tra loro compare qua e là qualche dettaglio stonato… Vera è avventurosa, Giuliano invece più pavido. Quando parcheggiano in un angolino nascosto di fronte al mare, è proprio lui a dire che forse non sono pronti per fare l’amore. Che succederebbe se fosse troppo intenso? Se fosse troppo bello, sarebbero poi in grado di tornare alle loro vite di sempre? I dubbi di Giuliano guastano il momento. Ma poi la coppia si lascia andare sulle note di una canzone che sembra avere particolare importanza nella loro storia: Un’ora sola, di Ornella Vanoni. Finalmente si baciano, e sembra di vedere due adulti che si amano, altro che ragazzini alle prime armi. Qual è il loro segreto?

Note di regia

Tutti noi amiamo perderci in un bel ricordo. Riportare alla memoria le esperienze più intense ci rassicura. Ci dà conferma che abbiamo vissuto. Ma cosa accade quando il passato ci appare migliore del presente? Dove lo troviamo il coraggio di andare avanti, quando ci accorgiamo che alcune emozioni sono andate perdute per sempre? Queste sono le domande che Giuliano e Vera si pongono in “Un’ora sola”, un cortometraggio che contemporaneamente cerca di allontanarci da una visione troppo spesso negativa e pessimistica sulla tecnologia. Ogni giorno nascono nuove possibilità, per nuove esperienze: e se alcune ci permettessero di celebrare l’amore

redazione
13 Settembre 2023

TV

TV

Cristiana Capotondi, verso le “giuste stelle” con Margherita Hack

Il biopic Margherita delle stelle racconta la crescita, la formazione e la vita personale della grande scienziata. Diretto da Giulio Base, andrà in onda il 5 marzo su Rai1

TV

‘Io sono Varenne, il figlio del vento’, alla Casa del Cinema l’anteprima del docufilm

In sala lo storico driver del cavallo Giampaolo Minnucci e l’attore Luca Ward, che presta la voce a Varenne nella prima produzione originale di EQU TV, l'emittente televisiva del Masaf

TV

Sabrina Ferilli è ‘Gloria’, un’attrice al tramonto, in un film Rai

Diretto da Fausto Brizzi in tre puntate il 19, 26 e 27 febbraio su Rai1

TV

‘Mameli’. Lotte, passioni, amori e il Canto degli Italiani, oggi Inno nazionale

I protagonisti della miniserie Rai 'Mameli' descrivono non i loro personaggi bensì "persone", come è nell'intento dei realizzatori


Ultimi aggiornamenti