‘Un eroe’, Asghar Farhadi assolto dall’accusa di plagio

Per le autorità iraniane non c'è stata violazione del diritto d'autore


Una commissione composta da tre professori dell’Università di Teheran specializzati in diritto d’autore e quattro esperti d’arte hanno scagianato il regista iraniano Asghar Farhadi da ogni accusa di plagio per il suo film del 2021 Un eroe, rivendicato da un’ex allieva dell’autore secondo la quale la sceneggiatura sarebbe identica a un documentario da lei realizzato.

La comparazione dei due film ha portato la commissione a valutare come gli eventi rappresentati nel documentario della studentessa Azadeh Masihzadeh fossero “notizie ampiamente riportate da giornali, social media e televisione”. Le accuse sarebbero perciò infondate, poiché “le somiglianze tra questi due film (documentario e film di finzione) derivano dalla fonte comune della realtà e della copertura mediatica, nonché dagli insegnamenti e dallo stile dell’insegnante del workshop Farhadi”.

All Winners, All Losers, questo il titolo del documentario realizzato dalla ragazza durante il corso del regista, condivide con Un eroe la stessa storia di base, nella quale un detenuto in una prigione per debitori trova un sacchetto di monete d’oro e si trova a dover decidere se tenere il denaro o restituirlo.

Secondo l’esame dei documenti del caso e delle immagini registrate dal seminario, si è riscontrato che il piano narrativo, la struttura, il tipo di trattamento con i soggetti, il tipo di narrazione, il posizionamento delle la macchina fotografica, il tipo di inquadratura, le modalità di trattamento primario e secondario con il soggetto documentario e molti altri elementi del film documentario sono stati presentati e insegnati allo studente da Farhadi.

La perizia sottolinea che il querelante ha assemblato un film di un’ora da dozzine di ore di riprese delle sessioni del seminario di Asghar Farhadi, adattati a suo vantaggio, e c’era un’enorme differenza tra il filmato originale del workshop e il film fornito dal denunciante all’investigatore durante la fase di indagine. Pertanto, questo video raccolto dalle sessioni del seminario, che costituisce la base principale per l’emissione dell’accusa, è riconosciuto come non valido.

redazione
13 Marzo 2024

Registi

Registi

‘The Movie Critic’, Quentin Tarantino cancella il progetto

Il grande regista ha cambiato idea: il suo decimo e ultimo film non sarà quello annunciato allo scorso Festival di Cannes

Registi

Roberta Torre: “Nel mio prossimo film una Alice nel paese delle meraviglie trans”

Agli Stati generali di Siracusa abbiamo intervistato la regista, che sta progettando un film di finzione basato sui libri di Porpora Marcasciano, già protagonista del suo Le favolose

Registi

150 artisti ebrei firmano una lettera aperta a sostegno di Jonathan Glazer

Anche il regista di May December Todd Haynes si è unito al messaggio di appoggio al cineasta britannico premiato per il miglior film internazionale

Registi

Jonathan Glazer dona poster firmati alla raccolta fondi “Cinema for Gaza”

Il regista premio Oscar con 'La zona d'interesse' ha partecipato all'asta di beneficenza che ha già raggiunto oltre 60mila dollari. Tra i partecipanti anche Ramy Youssef, Ken Loach e Tilda Swinton


Ultimi aggiornamenti