Tutti i film di TMFF, che accoglie in concorso anche un horror

Il festival cinematografico del dialogo interreligioso quest’anno si svolgerà dal 14 al 18 novembre al Cinema Greenwich di Roma


Undici film in anteprima assoluta da 19 paesi diversi saranno il cuore della XXIV edizione del Tertio Millennio Film Fest, il festival cinematografico del dialogo interreligioso diretto da Marina Sanna e Gianluca Arnone che quest’anno si svolgerà dal 14 al 18 novembre al Cinema Greenwich di Roma e avrà come tema “Il ritorno di Caino?”. Dal film di apertura Quei due di Wilma Labate, su Edda e Galeazzo Ciano a Victim di Michal Blaško (presentato dalla Slovacchia alla corsa agli Oscar come miglior film straniero), passando per Un vizio di famiglia di Sébastien Marnier e Speak no Evil di Christian Tafdrup (primo horror in concorso al Tertio Millennio). Il festival chiuderà con un evento speciale: la proiezione della copia restaurata di Una gallina nel vento del maestro Yasujirô Ozu, con l’introduzione dell’Istituto Giapponese di Cultura. 

Susanna Nicchiarelli e Ciro De Caro presiederanno rispettivamente la Giuria dei lungometraggi e la Giuria dei cortometraggi: la prima è composta da Thomas Torelli, Delegato Unione Buddhista Italiana, Marina Piperno, Delegata UCEI – Unione delle Comunità Ebraiche italiane, Wael Farouq, Delegato COREIS – Comunità Religiosa Islamica Italiana, Adamo Antonacci, Delegato Chiesa Valdese; la giuria della sesta edizione del concorso di cortometraggi, con una selezione di 8 film, è composta da Vittorio Emanuele Agostinelli, Delegato Cortile dei Gentili, Giada Bruno, Delegata Unione Buddhista Italiana, Adam Berardi, Delegato COREIS – Comunità Religiosa Islamica Italiana, Naomi Evelyn Hondrea, Delegata Chiesa Battista.

Ci sarà inoltre il Premio della critica SNCCI– Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani, la cui giuria è composta da Cristiana Paternò, Luigi Noera e Emanuele Di Nicola. La Giuria del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani premierà, tra i film in concorso, quello che rispecchia il meglio del cinema d’autore e l’originalità di stile e formato. La Giuria Nuovi Sguardi, composta da studenti di cinema dell’Università Salesiana di Roma, assegnerà, tra i lunghi e i corti in concorso, un riconoscimento a quell’opera che si imporrà per freschezza di sguardo, audacia narrativa e originalità di messa in scena.

Il 14 novembre alle ore 17, presso la Filmoteca Vaticana (Palazzo San Carlo – Città del Vaticano), sarà proiettato Chiara di Susanna Nicchiarelli, che riceverà il Premio Fuoricampo, assegnato dai festival Tertio Millennio Film Fest, Religion Today di Trento e Popoli e Religioni di Terni al film italiano dell’ultimo anno che ha saputo, meglio di ogni altro, rilanciare e declinare il tema della ricerca del significato più profondo della vita illuminando quello che normalmente si trova, appunto, fuoricampo.

Il programma completo si può consultare QUI

08 Novembre 2022

Tertio Millennio Film Fest

Tertio Millennio Film Fest

Agnieszka Holland: “L’Europa sia l’antidoto al razzismo”

Il suo ultimo film Green Border, dedicato al tema delle migrazioni e premiato alla Mostra di Venezia, le è costato un violentissimo attacco da parte dell'ex ministro della Giustizia, che lo ha etichettato come "propaganda nazista". L'abbiamo intervistata al Tertio Millennio Film Fest

Tertio Millennio Film Fest

Tertio Millennio, Agnieszka Holland apre la XXVII edizione

Tertio Millennio Film Fest, in programma dal 14 al 18 novembre a Roma, aprirà il 14 novembre con Green Border di Agnieszka Holland. La regista sarà presente in sala per una masterclass

Tertio Millennio Film Fest

Doppio premio a ‘Quei due’ di Wilma Labate

La Giuria Lungometraggi premia Il patto del silenzio di Laura Wandel, menzione speciale per Quei due di Wilma Labate, che vince anche il premio della Critica SNCCI come miglior film

Tertio Millennio Film Fest

Wilma Labate: “Così a Cinecittà ho ricreato Edda e Galeazzo”

Quei due – Edda e Galeazzo Ciano di Wilma Labate, prodotto e distribuito da Luce Cinecittà con la collaborazione di Rai Documentari, è un lavoro di grande attualità che unisce materiali d’archivio e messinscena teatrale, ricostruzione storica e lampi del presente in un sapiente tessuto narrativo e visivo


Ultimi aggiornamenti