Sanremo, dall’Ariston alla sala di proiezione

Doppiaggi, colonne sonore e prove attoriali. Vediamo insieme quali sono gli ospiti alla 74esima edizione del Festival Sanremo che hanno fatto un grande ingresso anche al cinema, da Marco Mengoni al trio Il Volo


Ci siamo, questa sera andrà in onda la prima puntata della 74esima edizione del Festival di Sanremo. Dal 6 al 10 febbraio Amadeus, accompagnato nella co-conduzione della prima serata dal vincitore della scorsa edizione Marco Mengoni presenterà i 30 brani in gara che saranno giudicati dalla giuria della sala Stampa, Tv e Web.

Attesissimo da tutti, soprattutto negli ultimi anni, il Festival di Sanremo non è soltanto il palco più importante della musica italiana ma è anche il ritrovo di una maggior consapevolezza del legame che unisce la musica al cinema. La musica è infatti una delle più significative colonne portanti dell’opera audiovisiva, e per questo oggi, abbiamo deciso di cercare di vedere, in un ottica più composita, quelle che sono le connessioni tra il palco di Sanremo e la settima arte. Nel corso del tempo, sono stati in molti gli artisti che dal palco dei fiori si sono poi avvicinati al cinema in qualche forma, fornendo ispirazione per titoli di film tratti dalle canzoni, doppiaggi, piccoli cameo o interpretazioni più importanti e alcuni si sono anche rimboccati le maniche contribuendo alla stesura della sceneggiatura.

Anche quest’anno, tra le voci che riempiranno il grande teatro dell’Ariston, molte hanno ristabilito quel legame di amore profondo tra musica e cinema e, se volessimo iniziare questa ricostruzione, potremmo partire proprio in ordine di apparizione, dunque, con Marco Mengoni che accompagnerà Amadeus nella co-conduzione della prima serata. Il cantante viterbese nel 2022 ha interpretato il brano inedito Caro amore lontanissimo di Sergio Endrigo nel film Il Colibrì diretto da Francesca Archibugi e tratto dal Premio Strega del 2020 di Sandro Veronesi. Nei suoi 15 anni di carriera Mengoni ha prestato la voce in qualità di doppiatore anche in Lorax – Il guardiano della foresta, Klaus – I Segreti del Natale e nel remake del 2019 dell’iconico film Disney del 1994 Il Re Leone.

Quando al cinema devi raccontare l’amore

Torna quest’anno al Festival anche Mr. Rain che al cinema si è invece approcciato grazie alla dolcezza delle parole dei suoi brani. Infatti, la canzone Per sempre ci sarò ha accompagnato i titoli di coda della versione italiana del film Pixar Elemental diretto da Peter Sohn. Ambientato a Element City, il film d’animazione racconta la storia d’amore tra due elementi opposti; Ember la ragazza di fuoco e Wade un giovane d’acqua. Un incontro tra due mondi opposti che metterà alla prova le convinzioni dei due personaggi.

Parlando poi di relazioni difficili, non possiamo non citare lo splendido testo di Fiorella Mannoia Perfetti sconosciuti che parla di sconfitte e silenzi opprimenti nell’omonimo film del 2016 diretto da Paolo Genovese.

Alcuni amori, invece, non riescono ad esprimersi mai, come nella storia di Io che amo solo te, il film di Marco Ponti del 2015 dove Chiara (Laura Chiatti) e Damiano (Riccardo Scamarcio) sono due giovani di Polignano a Mare che stanno per sposarsi, ma non sanno che anche i loro genitori stavano per farlo tanti anni prima. Un sogno d’amore mai esaudito ma raccontato con estrema dolcezza dalle parole della colonna sonora di Alessandra Amoroso.

E poi ci sono loro, che di “grandi amori” se ne intendono davvero. Il trio de Il Volo (quest’anno a Sanremo con il brano Capolavoro) nel 2018 ha ispirato il soggetto originale del film Un amore così grande diretto da Cristian De Mattheis, una fiaba moderna ambientata a Verona nel mondo dell’opera lirica il cui filo conduttore della storia d’amore è proprio la musica.  I Negramaro invece, presenti anche loro alla 74edizione del festival, con il singolo Lo sai da qui entrarono nella colonna sonora del film Non è un paese per giovani di Giovanni Veronesi.

Quasi sempre però, sono i drammi giovanili a creare le ferite più profonde dell’animo e così Gazzelle in gara a Sanremo 2024, nella serie teen drama Nudes, scrive la colonna sonora di Un po’ come noi diretto da Laura Luchetti che tratta del tema attualissimo del “revenge porn”.

Un’altra grande voce del panorama musicale italiano è Diodato, in gara quest’anno con il brano Ti muovi e che, grazie alla colonna sonora de La dea fortuna con Stefano Accorsi diretto da Ferzan Özpetek nel 2020, è riuscito ad ottenere il David di Donatello e il Nastro d’argento per la migliore canzone originale.

Nulla da invidiare ai big, anche i giovani ci mettono la faccia

Che Amici di Maria de Filippi sia un degno trampolino di lancio nel mondo della musica è ormai fatto certo, infatti, altra risorsa del talent presente quest’anno a Sanremo è Sangiovanni, il quale ha dimostrato anche dimestichezza nel ruolo d’attore con la seconda stagione della serie tv Vita da Carlo nei panni di un giovanissimo Carlo Verdone. Lo stesso vale per Annalisa, concorrente anche lei di Amici nell’edizione del 2011 e che si è rivelata un volto cinematografico con il film Babbo Natale non viene da Nord (2015) con la regia di Maurizio Casagrande, dove la vediamo calarsi nei panni di India, una cantante di talento ma (ironia della sorte) troppo somigliante alla cantante Annalisa e che per questo non riesce a raggiungere il successo.

Emma Marrone di favoloso non ha solamente la voce, infatti, oltre ad aver vinto l’edizione del Festival di Sanremo del 2012 con il brano Non è l’inferno, si è rivelata anche un’ottima attrice a partire dal suo debutto nel 2020 con il film Gli anni più belli e poi nella serie drammatica A casa tutti bene (2021), diretti entrambi da da Gabriele Muccino.

Anche i giovanissimi in gara al Festival di Sanremo hanno già fatto il loro ingresso canoro nel mondo del cinema e della serialità. Si pensi a Angelina Mango seconda classificata all’ultima edizione del talent di Maria De Filippi e che, nella serie urban fantasy italiana di Carmine Elia Noi siamo leggenda, arricchisce la colonna sonora con il brano Fila indiana.

La voce dei personaggi

Prova di doppiaggio invece per il cantante Ghali quest’anno in gara con la canzone Casa Mia, nel 2018 ha prestato la voce nel film City of Lies – L’ora della verità di Brad Furman dove ad occupare lo spazio narrativo sono le vicende delle iconiche figure del mondo dell’hip hop scomparse misteriosamente: Tupac (doppiato da Ghali) e Notorious B.I.G.

In una simpaticissima versione, sempre di doppiaggio, troviamo invece Mahmood che offre la voce al personaggio di Sebastian nel remake in versione live action de La sirenetta diretto da Rob Marshall nel 2023. Di voci divertenti offerte al cinema dagli autori della musica italiana non possiamo non menzionare anche la rivoluzionaria Loredana Bertè (presente anche lei a Sanremo 2024) che nel 2019 ha debuttato come doppiatrice in La famiglia Addams prestando la voce a Nonna Addams. La rocker italiana ha poi contribuito alla stesura della sceneggiatura del film biografico basato sulla vita della sorella e cantante Mia Martini Io sono Mia con la regia di Riccardo Donna uscito nel 2019. La sua voce graffiante non poteva poi mancare dalle colonne sonore di alcuni film come Un altro giorno ancora, con la regia di Tonino Zangardi (1995) e Chiamami col tuo nome, diretto da Luca Guadagnino (2017).

Giulia Corsi
06 Febbraio 2024

Sanremo

Diodato
Sanremo

Roma Videoclip: premi a Clara e Diodato

La manifestazione su cinema e musica premia i migliori di Sanremo. Nel videoclip di Diodato 'Ti muovi' compare Filippo Timi

Sanremo

Da Sanremo al set: da Gassmann a Elodie, 6 ‘cant-attori’ dell’ultima generazione

Per Emma, debutto al cinema diretta da Gabriele Muccino; Michele Bravi ha bissato l’esperienza, per Amanda e Finalmente l’alba; mentre Colapesce e Dimartino hanno recitato in un film che porta il titolo del loro album: La primavera della mia vita. La nuova proposta del Festival 2024, Clara, arriva da Mare Fuori

Sanremo

A Sanremo John “travolto” dal ballo del Qua Qua

Scivolone per il divo americano che nega i diritti all'uso delle immagini tv della sua contestata performance al Festival di Sanremo

Sanremo

Russell Crowe, lo “Zio d’Italia” arriva all’Ariston

Attore e musicista, l'unico e vero Gladiatore del cinema moderno si esibirà nel corso della terza serata del Festival di Sanremo assieme alla sua band, gli Indoor Garden Party


Ultimi aggiornamenti