Sam Raimi aggiorna i fan su ‘Drag me to Hell 2’

Il regista è tornato a parlare del sequel a quattordici anni di distanza dall'uscita nelle sale del primo capitolo, dichiarando di star lavorando con i produttori a delle idee


Il regista Sam Raimi è tornato a parlare del sequel di Drag Me to Hell, a quattordici anni di distanza dall’uscita nelle sale del primo capitolo.

Raimi ha spiegato che la casa di produzione si sta impegnando a valutare diverse idee per il seguito, anche se il progetto è ancora in una fase iniziale.

“Il team di Ghost House Pictures, Romel Adam e Jose Canas, sta cercando di inventare una storia che funzioni e sono ansioso di sapere se ce la fanno” ha dichiarato Raimi.

Justin Long, protagonista maschile del primo film, in merito al sequel, aveva dichiarato: “Ricordo di aver lasciato la proiezione quando lo vidi per la prima volta e il mio manager, che era un po’ come il personaggio di Jeremy Piven in Entourage, aveva quell’energia, era raggiante, e ho pensato che fosse soltanto a causa del film perché ho pensato ‘Porca miseria, questo film è così bello’. E lui ha esclamato ‘Sequel, baby! Ci sarà un sequel!’ […]”.

Nonostante le premesse il progetto di un sequel finì accantonato.

Già nel 2019 Sam Raimi aveva aperto ad un sequel di Drag Me to Hell, probabilmente proprio con Long, unico superstite del primo capitolo.

Ang
08 Marzo 2023

Registi

Registi

Gareth Edwards dirigerà il nuovo ‘Jurassic World’

Dopo il mancato accordo con David Leitch (Deadpool 2), potrebbe essere lui il regista prescelto per immergerci in una nuova era giurassica

Registi

Sam Mendes girerà 4 film biografici sui Beatles

L'autore di American Beauty ne dedicherà uno a ciascuno dei Fab Four per raccontare "la più grande band della storia"

Registi

Denis Villeneuve abbandona ‘The Son’, la serie con Jake Gyllenhaal

Il regista di Dune rinuncia alla regia della miniserie di HBO tratta dal romanzo norvegese di Jo Nesbo: "spero venga portata avanti da qualcun altro"

Registi

‘Save the green planet’, Yorgos Lanthimos alla regia del remake

Il regista di Poor Things dirigerà la versione in lingua inglese della commedia fantasy sudcoreana del 2003 diventata ormai cult


Ultimi aggiornamenti