‘Rapito’ è il miglior film dell’anno per il SNCCI

Marco Bellocchio verrà premiato il 23 gennaio nell’ambito della 35ª edizione del Trieste Film Festival


Per il SNCCI – Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani Rapito è il Miglior Film Italiano dell’anno. La cerimonia di premiazione avrà luogo nell’ambito della 35ª edizione del Trieste Film Festival al Politeama Rossetti il 23 gennaio con questa motivazione: “Uno scontro politico, una guerra di religione, un dramma psicanalitico calato nel corpo e nella mente di un protagonista che all’inizio ha solo sei anni. Nella conversione forzata di Edgardo Mortara, piccolo ebreo rapito dal Vaticano nel 1857, Marco Bellocchio ritrova le radici del suo lungo percorso cinematografico con l’impeto degli esordi e la maturità del maestro. Rievocando in tutta la sua potenza e la sua ambiguità morale una sorta di “caso Dreyfus” ante litteram, e tutto italiano, che all’epoca ebbe risonanza mondiale. La consacrazione di un autore che non finisce di stupire”.

Dopo il successo dell’uscita in sala negli USA, Rapito è stato accolto con successo anche dal pubblico francese, dove è uscito a novembre e ha già registrato 250.000 spettatori, ed è tra i migliori film dell’anno per Télérama, Radio France e Cahiers du Cinéma. Acclamato al Festival di Cannes, esaltato dal Guardian e consigliato da Variety, Rapito in Italia ha anche vinto il riconoscimento della stampa estera, Globo d’Oro, e di quella italiana con 7 Nastri d’Argento. Venduto in molti paesi del mondo – Nord America, Inghilterra e Irlanda, Australia e Nuova Zelanda, Giappone, America Latina, Spagna, Belgio, Svizzera, Polonia, Portogallo, Grecia e Cipro, Repubblica Ceca e Slovacchia, ex-Jugoslavia, Ungheria, paesi baltici, Bulgaria, Israele, Ucraina, Taiwan e Indonesia – dopo aver partecipato ai festival di Toronto, New York, sarà a fine gennaio anche al Festival di Rotterdam e Göteborg Film Festival nella sezione Masterful auteurs.

Incentrato sulla storia di Edgardo Mortara il bambino ebreo che nel 1858 fu strappato alla sua famiglia per essere allevato da cattolico sotto la custodia di Papa Pio IX, suscitando un caso internazionale, il film è una produzione IBC Movie e Kavac Film con Rai Cinema in coproduzione con Ad Vitam Production e The Match Factory, prodotto da Beppe Caschetto e Simone Gattoni, ed è interpretato da Paolo Pierobon, Fausto Russo Alesi, Barbara Ronchi, Enea Sala (Edgardo Mortara da bambino), Leonardo Maltese (Edgardo ragazzo) e con Filippo Timi e Fabrizio Gifuni. Completano il cast Andrea Gherpelli, Samuele Teneggi, Corrado Invernizzi, Aurora Camatti, Paolo Calabresi, Bruno Cariello, Renato Sarti, Fabrizio Contri, Federica Fracassi. In Italia il film è stato distribuito da 01 Distribution e le vendite internazionali sono di The Match Factory.

 

12 Gennaio 2024

Premi

Premi

Premio Anna Magnani: Helen Mirren ricorda Nannarella

Cinema, teatro, musica, giornalismo, maestranze e una stella internazionale, tutti alla Casa del Cinema in omaggio a Nannarella. Il Premio International va ad Helen Mirren, che invia un videomessaggio

Premi

CinemAmbiente, a Bozzetto il premio Stella della Mole Green

La XXVII edizione debutta con un capolavoro ritrovato del Muto, Amazonas, maior rio do mundo. Il Festival propone 76 film da 27 Paesi, in rappresentanza di 4 Continenti. Il 9 giugno giornata dedicata all’animatore e regista bergamasco, con la proiezione del suo ultimo film, Sapiens?

Premi

Nastri Grandi Serie, edizione 2024

Tra i premiati della serata Sabrina Ferilli, Gabriele Muccino, Alessandro Gassmann e Jasmine Trinca

Premi

Italia Film Fedic, ad Anna Bonaiuto il premio alla carriera

Il premio sarà conferito durante la 74ma edizione di Italia Film Fedic – Mostra del Cinema di Montecatini, in programma dal 19 al 23 giugno


Ultimi aggiornamenti