Quali film ci attendono nel 2024: Da Miyazaki a Sorrentino

Uno sguardo ai titoli che popoleranno le sale quest'anno. Dal ritorno del maestro giapponese Hayao Maiyazaki al Leone d'Oro 'Povere Creature!', passando per i grandi Blockbuster (tanti i sequel!) e gli autori nostrani, da Virzì al debutto di Buy


Dopo un 2023 a tratti trionfale per il settore cinematografico, che ha registrato un eccezionale numero di successi e alcuni importanti cambi di equilibri (per la prima volta dal 2015 Universal ha battuto Disney!), non solo con BarbieOppenheimer ma in Italia anche con C’è ancora domani di Paola Cortellesi, l’anno a venire è chiamato a ripetersi. O almeno questo spera tutta l’industria e, diciamolo, gli spettatori: desiderosi di grandi schermi per grandi storie. Ecco quali ci attendono nel 2024.

Per iniziare l’anno

La preoccupazione nei confronti degli scioperi di Hollywood è rimandata alla seconda metà del 2024, quando i ritardi dei set, bloccati per oltre 180 giorni, potrebbero iniziare ad avere conseguenze anche noi. Nel frattempo, l’anno si apre all’insegna di grandi blockbuster a lungo attesi e autori per tutti i generi. Wonka di Paul King ha fatto da ponte nel periodo natalizio, trainando la sala, assieme a Aquaman e il regno perduto e il nuovo classico Disney Wish, fino agli inizi di gennaio. Nelle stesse settimane anche il crime d’autore di Stefano Sollima Adagio, la commedia di Pio e Amedeo Come può uno scoglioSantocielo di Ficarra e Picone.

Dopo i festeggiamenti di Capodanno, la commovente nuova opera del Maestro giapponese Hayao Miyazaki aprirà le danze del 2024. Il ragazzo e l’airone esce con Lucky Red proprio l’1 gennaio, il film sta battendo ogni record nei paesi in cui è uscito, ultimo in Francia dove ha totalizzato oltre 200.000 presenze nel suo primo giorno di programmazione. L’11 gennaio sarà invece il momento di Pietro Castellitto e la sua seconda opera da regista Enea, una storia d’amore e d’amicizia che stupisce lo spettatore per la sua piena e imprevedibile libertà.

A fine mese il Leone d’Oro di Venezia 2023, Povere Creature! di Yorgos Lanthimos, saprà far chiacchierare di sé con la sua bizzarra storia da “Barbie per adulti”. L’ampio cast di star vede in prima fila Emma Stone, protagonista e produttrice, poi Margaret Qualley, Willem Dafoe e Mark Ruffalo. Al cinema nei primi mesi dell’anno anche Alexander Payne, con Paul Giamatti in The Holdovers – Lezioni di Vita, e la nuova opera horror di Robert Eggers, dedicata al terrificante Nosferatu. Alte le aspettative dei fan dell’horror per quest’ultimo titolo di uno dei nuovi protagonisti del genere, autore di The LighthouseThe Witch.

Da segnalare anche i casi di adattamento in arrivo nel primo trimestre, con l’acclamata nuova versione de Il colore viola, prodotto da Stephen Spielberg e diretto da Blitz the Ambazzador sul testo del premio Pulitzer Alice Walker, Romeo è Giulietta di Giovanni Veronesi, dove il regista italiano si affida per la prima volta al teatro partendo da Shakespeare e dalla coppia di amici Pilar Fogliati Sergio Castellitto. Aspettative per Estraneicon Andrew ScottPaul Mescal: adattamento del romanzo scritto nel 1987 da Yamada Taichi, un film da cuore in mano, che conferma la maestria di Scott, alla regia, e l’alchimia tra i due attori protagonisti.

Hollywood sul Tevere e Lancia VS Audi: d’Italia e molto di più

Dopo un primo passaggio al Lido di Venezia, il 14 febbraio arriva nelle sale Finalmente l’alba di Saverio Costanzo. Film ambientato nel cuore della Hollywood sul Tevere a fine anni ’50, proprio sul set di un film in costume. Lily James è il volto di una giovane attrice piena di speranze. Il 29 febbraio attesa invece per l’ultima opera di Stefano Mordini, che racconterà lo scontro tra la scuderia Lancia e la tedesca Audi, in testa a testa nel mondiale corse del 1983. Un film che sfreccia nel mondo del rally e rivela la figura di Cesare Florio, direttore sportivo di Lancia, interpretato da Riccardo Scamarcio. Un prodotto in linea con i recenti successi legati alle leggende del motorsport italiano, come il Ferrari di Michael Mann, in sala da dicembre 2023, o Ford V Ferrari di James Mangold.

Tre i biopic più attesi nel 2024 si segnala Bob Marley – One Love Back to Black, sulla vita di Amy Winehouse. Anche qui, si tratta del proseguimento di un filone fortunato, sottogenere del biopic dedicato alle figure storiche del pop e del rock, operazione ormai imprescindibile dall’instant cult Bohemian Rhapsody (2018). Il film su Bob Marley, in sala dal 22 febbraio, racconterà il cantante raggae dall’ascesa alla morte prematura avvenuta nel 1981. Kingsley Ben-Adir vestirà i panni di Bob Marley. Amy Winehouse, scomparsa nel 2011, tornerà invece a cantare sui grandi schermi grazie all’interpretazione di Marisa Abela, protagonista del biopic diretto da Sam Taylor-Johnson.

Tra Bong Joon-ho e Guadagnino anche Virzì

Da marzo a giugno le sale ospiteranno una sequenza interessante di grandi titoli. Primo in ordine di arrivo è Dune – Parte 2 di Denis Villeneuve, più volte rimandato dopo l’acclamata prima parte. Nel cast tornano Thimotée Chalamet Zendaya, ma anche Rebecca Ferguson, Javier Bardem, Stellan Skarsgard, Josh Brolin, Dave Bautista. Grandi attese per le new entry, come Austin Butler e Florence Pugh. 

Il 7 marzo sarà il momento di Paolo Virzì, che con Un altro ferragosto – a 27 anni da Ferie d’agosto – torna a dirigere gran parte del cast originario del cult, come Silvio Orlando, Sabrina Ferilli e Laura Morante, aggiugnendo però Christian De Sica, Emanuela Fanelli e Vinicio Marchioni.

Sempre a marzo, a breve distanza, arriva nei cinema il nuovo film del regista premio Oscar Boong Joon-ho, che torna sul grande schermo con l’adattamento del romanzo di Mickey7 di Edward Ashton, edito nel 2022. Mickey 17con Robert Pattinson protagonista, promette di emozionare lo spettatore e segnarlo per sempre. E dal regista di Parasite (che si slancia in grandi promesse) non ci si aspetta di meno.

Lo stesso è certo per Luca Guadagnino, che arriva al cinema nel 2024 con ben due film, ChallengersQueer (diretto a Cinecittà). Il primo, un thriller passionale con Zendaya nei panni di una star del tennis, avrebbe dovuto aprire le danze dell’ultima Mostra del Cinema di Venezia, ma a causa dello sciopero degli attori di Hollywood ne fu rimandata la distribuzione, ora confermata per settembre 2024.

Il trailer è tra i più discussi degli ultimi mesi, grazie alla presenza di Zendaya e dei temi proposti. Queer invece adatterà l’omonimo romanzo rimasto inedito per 35 anni, fino al 1985: ambientato a Città del Messico, il film vedrà la partecipazione di Jason Schwartzman, Henrique Zaga Frew Starkey, mentre l’ex James Bond Daniel Craig ne sarà protagonista.

Biopic italiano

Toni Servillo ed Elio Germano sono la coppia di star al centro di Iddu, il film di Fabio GrassadoniaAntonio Piazza su Matteo Messina Denaro, tra le scommesse italiane per l’anno 2024. Il film trae ispirazione da un evento realmente accaduto e racconta il mondo che circondava il “padrino” catturato nel 2023 dopo anni di latitanza. Sempre biopic italiano nel nuovo lavoro di Andrea Segre, che firma La grande ambizione sulla vita di Enrico Berlinguer.

Grande intrattenimento e ritorni d’autore invece con Furiosache accenderà giugno 2024 con l’azione di George Miller, di nuovo alla guida della saga di Mad Max. Il primo trailer distribuito a inizio dicembre ha già mostrato l’impegno riversato in questo nuovo capitolo che vedrà la coppia Anya Taylor JoyChris Hemsworth sfrecciare negli iconici deserti postapocalittici. Il film arriva in sala il 24 maggio e sarà tra i più discussi dell’anno.

A maggio anche il meglio del cinema per famiglie con If – gli amici immaginariin sala dal 16 maggio per la regia di John Krasinski e interpreti come Matt DamonRyan ReynoldsEmily Blunt. Nel film un uomo ha la capacità di comunicare con delle creature fantastiche, amici immaginari scartati e dimenticati nel tempo.

Tra gli esordi italiani più attesi: Neri Marcorè arriva in sala con Zamoradietro e davanti la cinepresa. Debutta anche Margherita Buy, dal 22 febbraio al cinema con Volare. Proseguono invece le carriere di Giulia Steigerwalt, che dopo l’apprezzato debutto di Settembre torna in sala con Diva Futura, Laura Samani, autrice acclamata per Piccolo Corpoora alle prese con Un anno di scuola, storia vera d’inizio Novecento. Poche in realtà le registe italiane in sala nel 2024: segno che ancora molto c’è da capire del successo di Paola Cortellesi.

A giugno invece la parte due di Mission: Impossible – Dead Reckoning, ovviamente con Tom Cruise, mentre Marvel calerà “l’asso Deadpool” per riconquistare parte dell’interesse perduto dai fan nel corso del 2023. Un film estremo, in cui, si dice da mesi, tutto potrebbe accadere. Il terzo capitolo di Deadpool uscirà a luglio 2024 ed è l’appuntamento più atteso dell’anno per gli appassionati del Marvel Cinematic Universe: le immagini dal set fanno il giro del web da mesi e lasciano sperare in una storia irriverente e senza limiti. A proposito di franchise di successo, rinfrescati di recente, il 6 giugno arriva Ballerinaspin-off di John Wick con protagonista Ana De Armas, già apparsa nel terzo capitolo della saga con Keanu Reeves.

L’autunno dei sequel

La seconda metà dell’anno, ancora in fase di costruzione, è già molto ghiotta. Tre importanti sequel si spartiscono in particolare l’autunno:  Joker: Folie a Deux, che vede il ritorno di Joaquin Phoenix affiancato da Lady Gaga, Beetlejuice 2di cui Tim Burton ha appena finito le riprese, e Il Gladiatore di Ridley Scott.

Il Joker è chiamato a ripetersi dopo il grande successo dell’autunno 2019, iniziato con il Leone d’Oro conquistato alla Mostra del Cinema di Venezia e divenuto all’epoca un vero e proprio fenomeno. Grande attesa invece per il sequel di Inside Out, film Pixar acclamato da pubblico e critica. Torniamo nella mente di Riley, oramai adolescente, per scoprire il suo nuovo mondo di emozioni. A Gioia, Tristezza, Rabbia, Paura e Disgusto, ecco aggiungersi Ansia, inaspettata new entry già apprezzatissima online.

La sirena di Sorrentino

Nel corso dell’anno arriva anche Gabriele Salvatores, che con Pierfrancesco Favino dona anima e corpo a un trattamento di Federico Fellini e Tullio Pinelli, mai adattato prima d’ora.

Ancora senza una data di uscita è invece la nuova opera di Paolo Sorrentino, tra gli appuntamenti più caldi dell’anno. Le prime immagini dal set, a cura di Greg Williams, lasciano sognare per questa nuova storia ambientata a Napoli e ancora senza titolo.

Così Sorrentino presentando il film: “La vita di Partenope, che si chiama come la sua città, ma non è una sirena, né un mito. Dal 1950, quando nasce, fino a oggi. Dentro di lei, tutto il lunghissimo repertorio dell’esistenza”. Il film racconterà ancora una volta Napoli, “che ammalia, incanta, urla, ride e poi sa farti male”.

Alessandro Cavaggioni
05 Gennaio 2024

Uscite

Uscite

‘Fela il mio dio vivente’, in sala con Luce Cinecittà il docufilm di Daniele Vicari

Il film candidato ai David di Donatello e ai Nastri D'argento uscirà nei cinema il 21 marzo 2024 distribuito da Luce Cinecittà

Uscite

‘Totem – Il mio sole’, lessico familiare tra la vita e la morte

Totem - Il mio sole, al cinema dal 7 marzo con Officine UBU, della messicana Lila Avilés è tutto raccontato dal punto di vista di una bambina di 7 anni

Uscite

‘Margherita delle stelle’. La vita della astrofisica Hack in un film tv

Non solo la grande scienziata, un ritratto della sua vita tutt'altro che ordinaria, presentano il film tv il regista Giulio Base e la protagonista Cristiana Capotondi

Kina e Yuk
Uscite

Kina e Yuk: volpi alla scoperta del mondo, raccontate da Benedetta Rossi

Il nuovo film di Guillaume Maidatchevsky parla della lotta per la sopravvivenza di due piccole volpi artiche. Tratto da una storia vera, sarà in sala con Adler il 7 marzo, narrato da Benedetta Rossi, YouTuber famosa per il suo canale di cucina


Ultimi aggiornamenti