Modi, Johnny Depp sceglie Luisa Ranieri come protagonista del suo film


Johnny Depp è tornato ufficialmente al lavoro. Dopo la fine del processo contro l’ex moglie Amber Heard, l’attore ha solcato il red carpet di Cannes da protagonista, cantato sui palchi da vera rockstar e, ora, ha deciso di riprovare con la regia. A 25 anni da Il Coraggioso, Depp dirige Modi, biopic dedicato all’artista italiano Amedeo Modigliani, interpretato da Riccardo Scamarcio.

Il progetto vede la partecipazione di un cast di nomi italiani e internazionali, ai quali si è aggiunta Luisa Ranieri nel ruolo della protagonista femminile Rosalie, una modella dell’epoca del pittore. Nel cast anche Al Pacino nei panni di un artista bohémien, Maurice Gangnat.

Di Modigliani seguiremo 48 ore, un’istantanea con cui Depp cercherà di cogliere e narrare l’opera di una vita. Modi è basato su un’opera teatrale di Dennis McIntyre e adattato per il cinema da Jerzy e Mary Kromolowski.

“Sono entusiasta di annunciare che nel nostro nuovo film su Modigliani – ha dichiarato Andrea Iervolino, Ceo del Gruppo Ilbe – si aggiunge nel cast anche Luisa Ranieri, una tra le attrici più talentuose che l’Italia possa vantare e che potrebbe sicuramente avere successo a livello internazionale”.

27 Settembre 2023

Produzione

Produzione

‘Fino alla fine’, passione e adrenalina nel nuovo film di Gabriele Muccino

Nel cast internazionale Saul Nanni, Lorenzo Richelmy, Ruby Kammer, Yan Tual, Syama Rayner. In sala il 31 ottobre 2024

Produzione

‘Mongoose’, Liam Neeson in un nuovo action movie

L'attore di Io vi troverò sarà protagonista di un adrenalinico film in cui vestirà i panni di un ex eroe di guerra. Alla regia lo stuntman Mark Vanselow

Produzione

Al via le riprese di ‘Cortina express’ con Lillo e Christian De Sica

In uscita nelle sale a Natale il nuovo film di Eros Puglielli produzione Be Water Film con Medusa e Prime Video

Produzione

‘Daddy changed the world’, un film racconterà la vita di George Floyd

In sviluppo il film biografico dedicato al 46enne ucciso nel 2020 a Minneapolis dall'agente di polizia Derek Chauvin, evento che diede inizio a numerose proteste guidate dai movimenti "Black lives matter"


Ultimi aggiornamenti