Maestro, l’Anti-Defamation League dalla parte di Cooper: “non è antisemita”

L'organizzazione ebraica internazionale con sede negli Stati Uniti difende il film di Bradley Cooper, atteso alla Mostra di Venezia e dedicato a Leonard Bernstein, dalle accuse di "jewface"


Dopo essere stato accusato di recitare in “jewface” in seguito alla diffusione del primo trailer ufficiale del suo nuovo film Maestro, l’attore e regista Bradley Cooper viene ora difeso tramite una dichiarazione ufficiale dall’Anti-Defamation League, l’organizzazione ebraica internazionale con sede negli Stati Uniti.

“Nel corso della storia, gli ebrei sono stati spesso rappresentati nei film e nella propaganda antisemita come caricature malvagie con grandi nasi adunchi”, ha affermato l’Anti-Defamation League, “ma non è il caso di questo film biografico sul grande compositore Leonard Bernstein”.

Il film prodotto da Netflix, atteso in Concorso all’80ma edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, è diretto e interpretato da Cooper e racconta la relazione del rinomato direttore d’orchestra Leonard Bernstein, compositore anche delle musiche di West Side Story, con la moglie Felicia Montealegre (Carey Mulligan). Maestro arriverà in alcune sale cinematografiche a novembre, con una distribuzione limitata, per approdare il mese successivo su Netflix.

Le polemiche sulla “jewface” erano nate sul web e riprese dalla stampa. Daniel Fienberg, critico televisivo del The Hollywood Reporter, aveva definito il naso di Cooper come “problematico”, poiché accentua alcuni tratti somatici stereotipicamente ricondotti alle persone di origine ebraica.

La famiglia di Bernstein aveva già preso le parti di Cooper, definendo false le accuse e sostenendo che il padre sarebbe stato di certo d’accordo con gli “sforzi di Cooper”. 

redazione
22 Agosto 2023

Venezia 80

Venezia 80

‘Adagio’. La salvezza di un mondo in rovina è affidata alle nuove generazioni

Intervista al regista e sceneggiatore Stefano Sollima, e agli attori Pierfrancesco Favino e Gianmarco Franchini

Venezia 80

‘Los angeles no tienen alas’ apre la Mostra di Cinema Iberoamericano

Torna a Roma, dal 15 al 17 settembre 2023 SCOPRIR - Mostra di Cinema Iberoamericano, giunta alla sua undicesima edizione. Quest’anno verrà presentata la sezione Espacio Femenino, ciclo del cinema dedicato alla cultura femminile

Venezia 80

FantaLeone 2023, i vincitori del fantasy game dedicato a Venezia 80

Dopo avere scoperto il palmarès di Venezia 80, è il momento di rivelare i primi cinque classificati della prima edizione del FantaLeone di CinecittàNews, il primo fantasy game dedicato alla Mostra del Cinema

Venezia 80

“La ricerca, lo sviluppo e la centralità delle produttrici italiane”: Doc/It a Venezia

“La ricerca, lo sviluppo e la centralità delle produttrici italiane” è il titolo dell’incontro promosso da DOC/it, associazione dei Documentaristi e delle Documentariste italiane, nell’ambito del Venice Production Bridge di Venezia che si è tenuto durante l'80ma Mostra


Ultimi aggiornamenti