La gioventù di Grazia Deledda in un film

A 150 anni dalla nascita dell’unica donna italiana insignita con il premio Nobel, Paola Columba dirige un lungometraggio sulla gioventù di Grazia Deledda


Si sono concluse le riprese del film Grazia diretto da Paola Columba e prodotto da Baby Films con il supporto di Regione Sardegna e Sardegna Film Commission. Completamente girato in logudorese antico e ispirato all’opera Cosima, uscirà nelle sale in autunno. A 150 anni dalla nascita dell’unica premio Nobel italiana, arriva il primo lungometraggio sulla gioventù di Grazia Deledda e sulle scelte che l’hanno portata ad affermarsi come una delle più grandi penne della nostra storia.

Il racconto si concentra sugli anni della formazione della scrittrice sarda, trascorsi sempre a Nuoro. Narrando le vicissitudini familiari, costellate da sciagure e lutti, da innamoramenti immaginari e amori reali, seguiamo la sua ostinata voglia di migliorarsi. Conosciamo la sua straordinaria determinazione, la sua tenacia, la sua sfrontata capacità di autopromuoversi. Ma anche il talento potente, il sincero amore per la sua terra, il bisogno profondo di essere compresa. Poi, un giorno, Maria Manca, direttrice di una rivista letteraria, la invita a stare per un po’ a Cagliari, presentandole Palmiro Madesani che diventerà l’uomo della sua vita e suo agente. Attraverso la storia di una ragazza che ha realizzato il suo progetto di vita, che è riuscita a riscattarsi, Grazia parla della condizione di tante donne che, alla fine dell’800, vivevano in una sorta di clausura, con pochi diritti, ma con tanti doveri.

“Grazia Deledda – spiega la regista – è una figura assolutamente eccezionale per quell’epoca, ma la sua importanza dal punto di vista culturale e sociale è stata finora sottovalutata. Gli anni cruciali della sua vita, quelli della formazione del suo carattere e delle sue capacità di scrittrice, mettono bene in evidenza la questione delle pari opportunità di genere. Grazia non è solo una storia individuale, ma è anche uno spaccato storico sulla condizione della donna alla fine del secolo scorso, non solo in Sardegna”.

Con un cast tecnico al femminile (regista, scenografa, costumista e truccatrice) e un cast di giovani attori e attrici sarde, qui alla loro prima importante opportunità (Barbara Pitzianti nel ruolo di Grazia e Giacomo Fadda nel ruolo del fratello Santus, affiancate dalle star Donatella Finocchiaro e Galatea Ranzi), il film è stato scritto da Columba insieme a Fabio Segatori.

Cr. P.
22 Marzo 2023

Produzione

Produzione

Sinatra, Leonardo DiCaprio e Jennifer Lawrence nel biopic di Scorsese

Il regista girerà il film su Frank Sinatra subito dopo Vita di Gesù. DiCaprio interpreterà il protagonista, Lawrence sarà la sua seconda moglie

Produzione

‘Down cemetery road’, Emma Thompson produce e interpreta la nuova serie Apple Tv

Il premio Oscar nel doppio ruolo per il nuovo progetto thriller della piattaforma streaming

Produzione

‘Aurora’, Netflix cancella il nuovo film di Kathryn Bigelow

Netflix ferma la produzione del nuovo film della regista Kathryn Bigelow, lontana dalla macchina da presa dal 2017. La decisione, trapelata grazie al New York Times, rientrerebbe nella nuova strategia dello streamer, che...

Produzione

‘Io e te dobbiamo parlare’, Siani e Pieraccioni per la prima volta insieme

Il primo film che vedrà i due comici collaborare sul grande schermo uscirà nei cinema a Natale


Ultimi aggiornamenti