Imax da record nel 2023, merito di ‘Oppenheimer’

Secondo anno più importante nella storia dell'azienda. Tra le ragioni del successo anche il film concerto di Taylor Swift.


L’azienda proprietaria dei sistemi di ripresa e proiezione IMAX, la Imax Corporation, esce da un anno eccezionale: 1,06 miliardi di dollari incassati in tutto il mondo con le versioni IMAX dei numerosi film che hanno scelto questo specifico sistema di ripresa e proiezione, caratterizzato da un formato video molto ampio e sale attrezzate con modalità di riproduzione audio all’avanguardia. A fare la differenza nel 2023 è stato senza dubbio Oppenheimer di Christopher Nolan, la cui copia in Imax – disponibile anche in Italia in alcune sale selezionate – ha incassato 183,2 milioni di dollari. Nolan ha scelto da tempo il formato IMAX per le proprie opere. Oppenheimer è diventato così il quarto film in Imax con i maggiori incassi di tutti i tempi.

“Da Oppenheimer a Taylor Swift fino alle uscite provenienti da tutta Cina, India e Giappone, Imax ha offerto esperienze più straordinarie da parte di partner più creativi nel 2023, risultando in uno dei nostri anni migliori di sempre”, ha affermato Rich Gelfond, CEO di Imax. “Continueremo a spingerci oltre con la nostra tecnologia per rendere reale l’impossibile per il pubblico di tutto il mondo e guidare la crescita futura della nostra azienda”.

Nel 2023 Imax ha ampliato la propria presenza nelle sale di tutto il mondo, passando dalle 1.529 location del 2019 alle 1.615 dell’ultimo anno. Film evento come il concerto di Taylor Swift o il film d’animazione Super Mario Bros. Movie hanno garantito un grande anno a Imax, che si conferma traino importante per il pubblico in sala. Nel 2024 potrebbe replicare gli ottimi risultati, inanellando il terzo anno di successi di fila grazie a una programmazione che vede al centro numerosi titoli di spicco. Tra questi Dune – Parte 2, Cattivissimo me 4, Joker: Folie à Deux e Wicked.

09 Gennaio 2024

Nuove Tecnologie

Nuove Tecnologie

‘Il Monaco che vinse l’Apocalisse’, la scenografia virtuale dà vita ai tre regni di Dante

Nel film di Jordan River effetti visivi digitali, fotogrammetria innovativa e luoghi onirici per restituire l’immaginario nel viaggio dei tre regni della Divina Commedia.

Nuove Tecnologie

Aronofsky primo regista di The Sphere, lo schermo sfera più grande al mondo

In collaudo il nuovo palazzo di Las Vegas, la più grande struttura sferica al mondo con oltre 16k schermi led che l'avvolgono interamente per eventi e concerti immersivi come mai prima. Un'opportunità e una sfida a cui ha risposto per il cinema il regista di The Whale

Nuove Tecnologie

Vision Pro: la rivoluzione di Apple, tra ‘Black Mirror’ e ‘Ready Player One’

Apple ha presentato Vision Pro, il suo innovativo e atteso visore di realtà mista, che ha fatto pensare immediatamente a film e serie di fantascienza come Black Mirror. Ma come funziona? Sarà davvero una rivoluzione?

Nuove Tecnologie

Salvatores e Nirvanaverse: “Sono affascinato dal Metaverso, ma deve nutrirsi della vita”

"Nirvana è uno dei film più importanti che ho fatto: il fatto di sapere che a 25 anni di distanza viene ripreso da chi, nel 1997, non era nemmeno nato mi emoziona molto", ha detto il regista incontrando gli studenti dell'Università "La Sapienza" di Roma in occasione del lancio di Nirvanaverse


Ultimi aggiornamenti