Denis Villeneuve abbandona ‘The Son’, la serie con Jake Gyllenhaal

Il regista di 'Dune' rinuncia alla regia della miniserie di HBO tratta dal romanzo norvegese di Jo Nesbo: "spero venga portata avanti da qualcun altro"


Completamente preso dalla promozione di Dune: Parte Due, Denis Villeneuve ha purtroppo annunciato, seppur con dispiacere, di aver abbandonato la regia di The Son, la miniserie HBO basata sul romanzo dell’acclamato scrittore norvegese Jo Nesbo. Nel progetto avremmo visto Jake Gyllenhaal nel ruolo protagonista di Lofthus, un detenuto evaso e dipendente dagli oppioidi che non riesce a ricordare il suo passato. A questo punto però, resta incerta anche la presenza di Gyllenhaal nella produzione.

Il regista si è espresso in merito alla cancellazione del suo impegno dicendo: “Sono affascinato dal progetto. Adoro il libro e l’autore. Jo Nesbo ha un talento straordinario. Anche la sceneggiatura dell’adattamento è impeccabile, ma al momento non mi sento pronto ad affrontarlo”. Villeneuve ha inoltre espresso la speranza che la serie, annunciata già nel 2016, venga portata avanti “da qualcun altro”.

L’abbandono di Villeneuve è forse da attribuire al troppo lavoro? In effetti il regista avrebbe altri tre progetti in fase di sviluppo: Cleopatra, Rendezvous With Rama e Dune: Messiah, il quale se confermato dovrebbe essere anche l’ultimo film del franchise fantascientifico

La serie che avrebbe segnato il terzo incontro tra Villeneuve e Gyllenhaal, già collaboratori in precedenza con Prisoners ed Enemy aveva già iniziato iniziato a percorrere le prime fasi di pre-produzione con i sopralluoghi sulle location per le riprese ad Oslo.

 

redazione
19 Febbraio 2024

Registi

Registi

Roberta Torre: “Nel mio prossimo film una Alice nel paese delle meraviglie trans”

Agli Stati generali di Siracusa abbiamo intervistato la regista, che sta progettando un film di finzione basato sui libri di Porpora Marcasciano, già protagonista del suo Le favolose

Registi

150 artisti ebrei firmano una lettera aperta a sostegno di Jonathan Glazer

Anche il regista di May December Todd Haynes si è unito al messaggio di appoggio al cineasta britannico premiato per il miglior film internazionale

Registi

Jonathan Glazer dona poster firmati alla raccolta fondi “Cinema for Gaza”

Il regista premio Oscar con 'La zona d'interesse' ha partecipato all'asta di beneficenza che ha già raggiunto oltre 60mila dollari. Tra i partecipanti anche Ramy Youssef, Ken Loach e Tilda Swinton

Registi

Ken Loach parla di ritiro dal set dopo 60 anni di cinema

Alla vigilia dell’uscita di The Old Oak negli USA, 'Variety' intervista l'87enne regista britannico, che parla anche del suo “grande rispetto per il discorso di Jonathan Glazer agli Oscar”


Ultimi aggiornamenti