Céline Sciamma e Teona Strugar Mitevska outsider alle GdA

A distanza di un anno dalla loro ultima presenza al Lido di Venezia, le due registe tornano per due Eventi Speciali fuori concorso delle Giornate degli Autori,


Quando la protesta diventa poesia? La risposta arriva da due outsider, sia nei loro percorsi cinematografici individuali, sia nel disegno del ventesimo anno delle Giornate degli Autori. A distanza di un anno dalla loro ultima presenza al Lido di Venezia – nel 2022 Céline Sciamma è stata presidente della giuria 27 Times Cinema mentre Teona Strugar Mitevska ha presentato The Happiest Man in the World nella sezione Orizzonti della Mostra – tornano per due Eventi Speciali fuori concorso delle Giornate degli Autori. 

Due donne che sfidano se stesse e il sistema della produzione cinematografica con opere autoprodotte e assai intime. Entrambe si chiudono nel privato delle mura domestiche per raccontare il senso della fine. 

La regista francese di Petit Maman, dirige This is how a child becomes a poet, un cortometraggio che nasce dall’incontro con la poetessa Patrizia Cavalli a cui Sciamma scrive, con questo film, un vero e proprio commiato pieno d’amore. Attraverso le immagini di un vecchio film anni ’50, al ritmo del battito delle mani di Kim Novak ci porta tra oggetti e foto ricordo nella casa della compianta poetessa. La macedone Teona Stugar Mitevska, regista di The Woman Who Brushed Off Her Tears (2012) e When The Day Had No Name (2017), ci racconta un countdown fatto di parentesi quotidiane all’epoca del lockdown; 21 spunti di riflessione per 21 days until the end of the world. Il mondo di Mitevska viene letteralmente distrutto prima di essere ricostruito partendo dalle fragilità che la regista mette davanti alla macchina da presa. 

21 days before the end of the world e This is how a child becomes a poet – afferma Gaia Furrer, direttrice artistica – sono due veri e propri regali che le Giornate ricevono da due voci tra le più preziose del cinema europeo. La perseveranza con cui queste donne combattono per ciò che è giusto attraverso il loro cinema si trasforma in due film che sono come pause di riflessione dai loro percorsi, pur facendone perfettamente parte. Due opere che condividono con il mondo esterno una ricerca individuale, tra introspezione e poesia.”

Appuntamento con Céline Sciamma e Teona Stugar Mitevska presso la Sala Perla del Palazzo del Casinò, la mattina del prossimo 6 settembre, ore 11:00, con la proiezione dei due lavori seguiti da un Q&A con il pubblico della Mostra.

18 Agosto 2023

Venezia 80

Venezia 80

‘Adagio’. La salvezza di un mondo in rovina è affidata alle nuove generazioni

Intervista al regista e sceneggiatore Stefano Sollima, e agli attori Pierfrancesco Favino e Gianmarco Franchini

Venezia 80

‘Los angeles no tienen alas’ apre la Mostra di Cinema Iberoamericano

Torna a Roma, dal 15 al 17 settembre 2023 SCOPRIR - Mostra di Cinema Iberoamericano, giunta alla sua undicesima edizione. Quest’anno verrà presentata la sezione Espacio Femenino, ciclo del cinema dedicato alla cultura femminile

Venezia 80

FantaLeone 2023, i vincitori del fantasy game dedicato a Venezia 80

Dopo avere scoperto il palmarès di Venezia 80, è il momento di rivelare i primi cinque classificati della prima edizione del FantaLeone di CinecittàNews, il primo fantasy game dedicato alla Mostra del Cinema

Venezia 80

“La ricerca, lo sviluppo e la centralità delle produttrici italiane”: Doc/It a Venezia

“La ricerca, lo sviluppo e la centralità delle produttrici italiane” è il titolo dell’incontro promosso da DOC/it, associazione dei Documentaristi e delle Documentariste italiane, nell’ambito del Venice Production Bridge di Venezia che si è tenuto durante l'80ma Mostra


Ultimi aggiornamenti