Bafta 2024, ennesimo trionfo per ‘Oppenheimer’

Sette premi per il film di Christopher Nolan tra cui Miglior film e Miglior regia


Alla Royal Festival Hall di Londra David Tennant ha condotto la cerimonia di premiazione dei 77mi premi BAFTA, i prestigiosi riconoscimenti conferiti dalla British Academy of Film and Television Arts. A trionfare è, come da pronostico, Oppenheimer, che si aggiudica il premio per il Miglior film e altri sei premi (montaggio, colonna sonora, fotografia, attore non protagonista, attore protagonista, regia) e si avvicina agli Oscar da grande favorito. La serata ha riservato alcune sorprese, come il premio alla Miglior sceneggiatura non originale ad American Fiction, nonostante la concorrenza dello stesso Oppenheimer e di Povere Creature!. Il film di Lanthimos esce sconfitto, accontentandosi di solo 4 statuette.

Bizzarra la condizione de La zona d’interesse che si aggiudica contemporaneamente il premio per il Miglior film britannico e quello per il Miglior film in lingua non inglese. Miglior film animato è Il ragazzo e l’airone, mentre il Miglior documentario è 20 Days in Mariupol.

Nessuna sorpresa per i premi attoriali con Emma Stone, Cillian Murphy, Da’Vine Joy Randolph e Robert Downey Jr. che portano gli ennesimi premi a casa, confermandosi come gli interpreti più apprezzati della stagione cinematografica in corso. L’attrice Mia McKenna-Bruce, invece, vince il premio Rising star al miglior interprete emergente.

Tutti i premi dei Bafta 2024:

Miglior film: Oppenheimer

Miglior regia: Christopher Nolan, Oppenheimer

Miglior film britannico: La zona d’interesse

Miglior esordio Britannico: Savanah Leaf, Shirley O’Connor e Medb Riordan per Earth Mama.

Miglior film in lingua non inglese: La zona d’interesse di Jonathan Glazer (UK, lingua tedesca).

Miglior documentario: 20 Days in Mariupol.

Miglior film d’animazione: Il ragazzo e l’airone di Hayao Miyazaki.

Miglior sceneggiatura originale: Justine Triet e Arthur Harari, Anatomia di una caduta.

Miglior sceneggiatura non originale: Cord Jefferson, American Fiction.

Miglior attrice protagonista: Emma Stone, Povere Creature!

Miglior attore protagonista: Cillian Murphy, Oppenheimer

Miglior attrice non protagonista: Da’Vine Joy Randolph, The Holdovers – Lezioni di vita.

Miglior attore non protagonista: Robert Downey Jr., Oppenheimer.

Miglior casting: Susan Shopmaker, The Holdovers – Lezioni di vita.

Miglior fotografia: Hoyte van Hoytema, Oppenheimer.

Migliori costumi: Holly Waddington, Povere Creature!

Miglior scenografia: Povere Creature!, Shona Heath, James Price e Zsuzsa Mihalek

Miglior montaggio: Jennifer Lame, Oppenheimer.

Miglior trucco e acconciatura: Nadia Stacey, Mark Coulier, Josh Weston, Povere Creature!

Miglior colonna sonora: Ludwig Göransson, Oppenheimer

Miglior sonoro: Johnnie Burn e Tarn Willers, La zona d’interesse.

Migliori effetti speciali e visivi: Povere Creature!, Simon Hughes

EE Rising Star BAFTA 2024: Mia McKenna-Bruce

redazione
18 Febbraio 2024

Bafta 2024

Bafta 2024

BAFTA 2024, 13 nomination per ‘Oppenheimer’

Continua il testa a testa con Povere Creature! che conquista 11 nomination. Escluso dalla lista l'unico titolo italiano precedentemente incluso nelle shortlist: Le otto montagne

Bafta 2024

Bafta 2024, ‘Le otto montagne’ nella longlist dei migliori film stranieri

Il film con Alessandro Borghi e Luca Marinelli è nella longlist dei migliori film in lingua non inglese dei British Academy Film Awards, dove non figura Io Capitano, ancora non uscito nelle sale britanniche


Ultimi aggiornamenti