Anche il New York Times celebra Paola Cortellesi

A scrivere il pezzo è Elisabetta Povoledo, che ha intervistato la regista a Roma


“Il film di un’amata comica sull’abuso domestico trascina gli italiani, a frotte” è questo il titolo dell’articolo del “New York Times”, una delle più prestigiose testate al mondo, dedicato all’opera prima di Paola Cortellesi, C’è ancora domani. Un fenomeno di costume e un successo di critica e pubblico così unanime che non poteva restare relegato a lungo da questa parte dell’oceano. A scrivere il pezzo è Elisabetta Povoledo, che ha intervistato la regista a Roma.

“Certamente sono sorpresa – ha detto Cortellesi durante l’intervista – È un bel film e sono soddisfatta di quello che ho fatto”. Il film avrebbe “toccato un nervo scoperto del paese”, come sarebbe confermato – sottolinea la giornalista – dal clamore mediatico suscitato dal femminicidio di Giulia Cecchettin.

Il pezzo ripercorre la carriera artistica di Cortellesi per offrire un quadro chiaro del contesto in cui C’è ancora domani è uscito nelle sale, diventando uno degli incassi italiani più alti di sempre. “Voglio che abbia una lunga vita” afferma la regista parlando del suo film e della sua tournée italiana ed europea. Vista la popolarità che sta ottenendo anche oltreoceano, siamo sicuri che sarà così.

redazione
09 Dicembre 2023

Registi

Registi

Gareth Edwards dirigerà il nuovo ‘Jurassic World’

Dopo il mancato accordo con David Leitch (Deadpool 2), potrebbe essere lui il regista prescelto per immergerci in una nuova era giurassica

Registi

Sam Mendes girerà 4 film biografici sui Beatles

L'autore di American Beauty ne dedicherà uno a ciascuno dei Fab Four per raccontare "la più grande band della storia"

Registi

Denis Villeneuve abbandona ‘The Son’, la serie con Jake Gyllenhaal

Il regista di Dune rinuncia alla regia della miniserie di HBO tratta dal romanzo norvegese di Jo Nesbo: "spero venga portata avanti da qualcun altro"

Registi

‘Save the green planet’, Yorgos Lanthimos alla regia del remake

Il regista di Poor Things dirigerà la versione in lingua inglese della commedia fantasy sudcoreana del 2003 diventata ormai cult


Ultimi aggiornamenti