Al Bif&st il docu su Maciste, il primo “supereroe” italiano

In 'Il ritorno di Maciste' di Maurizio Sciarra la storia del protagonista di 'Cabiria' e del film che lo rese celebre


Da scaricatore di porto a indimenticabile protagonista di Cabiria, la vita di Maciste parla di cinema, Italia e ‘900, un’avventura unica al centro del documentario di Maurizio Sciarra Il ritorno di Maciste, atteso nei prossimi giorni al Bif&st 2024 (16-23 marzo).

Tutto parte dai giorni nostri. Al termine di una proiezione di Cabiria di Giovanni Pastrone organizzata dal critico Steve Della Casa, si materializza uscendo dallo schermo Maciste (interpretato dal campione di canottaggio Giuseppe Abbagnale). I due iniziano così un viaggio attraverso luoghi e ricordi del passato di questo gigante forte e gentile, ricostruendo la sua vera identità, ovvero quella del camallo genovese Bartolomeo Pagano, scelto dal regista Pastrone per interpretare il leggendario personaggio pieno di forza virile. Ma per raccontare chi fu davvero Maciste – il nome fu concepito da Gabriele D’Annunzio in persona che collaborò anche alla sceneggiatura del film di Pastrone -, il docu deve necessariamente raccontare anche l’incredibile storia di Cabiria, girato a Torino nel 1914 e considerato il più famoso film italiano del cinema muto. Un personaggio che, anche per le movenze e pose, entrò prepotentemente nell’immaginario italiano tanto da influenzare, molti dicono, alcuni atteggiamenti di Benito Mussolini.

redazione
10 Marzo 2024

Bif&st 2024

Bif&st 2024

Bif&st, Laudadio esce di scena per dedicarsi al centenario di Camilleri

Dopo 15 edizioni Felice Laudadio lascia la direzione del Festival da lui ideato e fondato nel 2009

Bif&st 2024

I rapporti intergenerazionali, l’età, la convivenza in ‘La tartaruga’

Fabrizio Nardocci illustra la sua opera seconda, nella quale nella forma della commedia amara inserisce diverse tematiche: i rapporti intergenerazionali, l'età, le dinamiche della convivenza

Bif&st 2024

‘Animali randagi’. La libertà di scelta

Maria Tilli descrive la sua opera prima, "Animali randagi" lo sono in maniera diversa i personaggi del suo film, al centro la libertà di scelta

Bif&st 2024

Bif&st, doppietta di premi per ‘Il mio posto è qui’ di Cristiano Bortone

Il podio della sezione Italiafilmfest/Nuovo Cinema Italiano, con una Menzione Speciale per la Fotografia di Zamora - opera prima di Neri Marcorè - curata dal dop Duccio Cimatti


Ultimi aggiornamenti