21 febbraio 2024, la rassegna stampa

Roma e l'Italia al centro di positive riflessioni e in esponenziale crescita, l'iniziativa quadruplice di Sam Mendes sui Beatles e l'Orso alla carriera di Scorsese a Berlino sono le principali notizie del giorno


 

Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo.

BORGONZONI A BERLINO: “PILASTRI DEL CINEMA ITALIANO RAI CINEMA E CINECITTA’”

“Il mondo invidia il cinema italiano!”. Così il Sottosegretario alla Cultura Lucia Borgonzoni alla Berlinale, durante l’evento Celebrating Communications, indicando come pilastri in particolare Rai Cinema e Cinecittà. Sulla fabbrica dei sogni, in particolare, dice “Cinecittà è un marchio, già molto conosciuto all’estero, una realtà che funziona su cui abbiamo fatto un grandissimo investimento con fondi Pnrr per aumentame la capacità produttiva e per elevame ulteriormente il livello tecnologico”. Lo segnala ‘Libero’.

ANDREA SCROSATI: “IL NOSTRO CINEMA FA CONCORRENZA A HOLLYWOOD”

Guida la società che ha conquistato il botteghino italiano con Paola Cortellesi, la scorsa domenica ha vinto cinque Bafta, gli oscar inglesi, con il film “Povere Creature” candidato anche a 11 Oscar, e ieri ha portato a casa l’acquisizione di Asacha Media. Un momento d’oro per Andrea Scrosati, ceo europeo del gruppo Fremantle, uno dei principali manager glob ali nel mercato dei contenuti. “Ultimi anni difficili – dice a ‘La Stampa’ – La ripresa è ancora fragile, dobbiamo fare sistema Prima solo Hollywood a produrre i grandi film, oggi c’è anche il nostro Paese con ricadute positive sul Pil”.

SAM MENDES: 4 FILM PER I FAB FOUR

Il regista ha annunciato che realizzerà quattro film separati sui Beatles, ognuno dal punto di vista di uno dei componenti della band. Sir Paul McCartney, Ringo Starr e le famiglie di John Lennon e George Harrison hanno concesso il permesso e i diritti musicali per i quattro film. Lo segnalano ‘Avvenire’, ‘La Stampa’ e ‘Giorno/Carlino/Nazione’.

SCORSESE VS. HOLLYWOOD

“Hollywood non investe su chi esprime idee”, grida il regista insignito a Berlino dell’Orso d’oro alla carriera. “Le nuove generazioni penseranno che il cinema sia intrattenimento su fumetti, non dico che sarà come se a fare i film sarà l’intelligenza artificiale, ma siamo lì”. Parlano del suo intervento il ‘Corriere della sera’, ‘La Stampa’, ‘Avvenire’, ‘Il Manifesto’, ‘Giorno/Carlino/Nazione’.

ROMA CAPITALE DELLA COMPETITIVITA’, ANCHE GRAZIE A CINECITTA’

Roma Capitale della competitività «Un tavolo con tutte le istituzioni» è il titolo dell’articolo sul ‘Messaggero’ che indica la città eterna come Roma seconda città europea per livello di competitività. Meglio di Londra, Madrid o Lisbona, dietro solo a Parigi. Lo si legge nel  Rapporto Roma REgeneration curato da Scenari immobiliari e presentato ieri durante il Roma REgeneration Forum organizzato dall’omonima fondazione. Tra gli interlocutori Nicola Maccanico, ceo di Cinecittà, che sottolinea in particolare che gli studios non “sono più un luogo della memoria, ma un grande attrattore di investimenti esteri”.

Andrea Guglielmino
21 Febbraio 2024

Rassegna stampa

good-morning-lunedi
Rassegna stampa

15 aprile 2024, la rassegna stampa

Le interviste a Kirsten Dunst e Massimo Ghini, la moda hollywoodiana dei biopic del rock, Virzì e il concorso di cortometraggi per ragazzi, i trent’anni di Hollywood Party, gli esiti dello scontro sulla governance Disney e le sue possibili conseguenze internazionali.

Rassegna stampa

Venerdì 12 aprile, la rassegna stampa

Il programma di Cannes e l'attesa per Sorrentino, Oppenheimer in Giappone, l'Italia di Ripley e il giovane Berlusconi su Netflix

Rassegna stampa

11 aprile 2024, la rassegna stampa

Il premio alla carriera a Milena Vukotic, Civil War e il presente degli Stati Uniti, i “non divi” italiani in guerra contro Netflix. Poi le interviste a Catherine Deneuve, Margherita Vicario e Giulio Base

Rassegna stampa

10 aprile 2024, la rassegna stampa

La battaglia degli attori contro Netflix, le interviste a George Miller, Luca Zingaretti, Pilar Fogliati, Massimo Ghini e alle interpreti di Gloria!


Ultimi aggiornamenti