19 giugno 2024, la rassegna stampa

La stampa italiana dedica fiumi d'inchiostro per celebrare la vita e la carriera di Anouk Aimée. Spazio anche a un'altra diva francese, Brigitte Bardot, e alla serie a lei dedicata

19 giugno 2024, la rassegna stampa

Ogni mattina CinecittàNews vi presenta un panorama delle notizie con cui i media seguono il mondo dell’audiovisivo.

Anouk Aimée, addio alla dolce diva

Tutti i giornali hanno trovato spazio per il lutto che ieri ha scosso il mondo del cinema: la morte di Anouk Aimée, attrice resa iconica dal ruolo di Maddalena ne La dolce vita di Federico Fellini. “Nella sua carriera, equamente divisa tra Italia e Francia, Parigi e Cinecittà, conta molti riconoscimenti tra cui la Palma d’oro a Cannes nel 1980 per Salto nel vuoto di Bellocchio, il César onorario, l’Orso d’oro alla carriera a Berlino e la nomination agli Oscar per Un uomo, una donna” scrive Maurizio Porro su “Il Corriere della Sera”, dove troviamo anche un’intervista di Giuseppina Manin proprio a Marco Bellocchio: “Bellissima? Molto di più. Anouk aveva quello che molte attrici cercano disperatamente: una faccia” dichiara il regista. “Prima di tutto enigmatica, poi elegante, intensa, anche ironica. Deve essere stata quell’ombra di mistero, il senso di qualcosa di inafferrabile, a colpire l’attenzione di Federico Fellini” scrive Fulvia Caprara su “La Stampa” in un pezzo intitolato “La dolce diva”.

Una Bardot poco trasgressiva

Da una diva francese a un’altra, Brigitte Bardot, protagonista di Bardot, miniserie che ha debuttato su Canale 5. Ne scrive Antonio Dipollina su “La Repubblica”, descrivendo la serie come un “fotoromanzo poco trasgressivo”. “Si fa una gran fatica a superare la prima parte, ma poi migliora. – si legge – In quell’inizio però ci si chiede davvero come sia possibile che i francesi – massimo rispetto – abbiano impaginato così la loro diva storica, facendone un ritratto in fiction tra figurine e macchiette”. Su “Panorama“, invece, troviamo l’intervista di Francesco D’Errico all’autore della serie Christopher Thompson: “Brigitte si fece strada in un momento in cui le donne erano più vicine a un’idea medievale che alla relativa condizione di parità raggiunta oggi. – dichiara lo sceneggiatore e regista – Bardot in qualche modo è diventata una vera eroina, perché si ribellava a tutto ciò che la società pretendeva dalle donne”.

Ficarra e Picone, i comici amati dai critici

Su “DomaniTeresa Marchesi celebra Ficarra e Picone, premiati dai critici cinematografici alla Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, dove si sarebbe compiuta una “sterzata ufficiale” a favore del duo comico palermitano con la retrospettiva della loro filmografia. “Il nostro rapporto con la critica? Sempre buono perché non gli diamo confidenza” dichiara ironicamente Salvo Ficarra.

La malattia di Céline Dion, paura e speranza in un doc

Sempre su “La Repubblica” trova spazio Céline Dion, che dal 25 giugno sarà protagonista del documentario Prime Video I am Céline Dion. Ne scrive Filippo Brunamonti da New York, dove si è tenuta l’anteprima ufficiale del film, in cui, tra “paura e speranza”, la pop star racconta la sua malattia invalidante (la “sindrome della persona rigida”) e le sofferenze degli ultimi anni, tra tour saltati e cure quotidiane.

Rino Barillari: “Sono stato 164 volte in ospedale”

Reduce da un’aggressione da parte di Gerard Depardieu, Rino Barillari è stato intervistato da Giovanna Cavalli per “Il Corriere della Sera”. Abituato a finire in ospedale a causa del suo lavoro (è capitato “164 volte”), il re dei paparazzi racconta la sua vita al limite: “Calci, spintoni, borsettate, manganellate. L’attrice Sonia Romanoff mi spiaccicò un gelato in faccia: si era sposata la mattina, la sera era già con un altro. Ava Gardner, completamente ubriaca, mi sferrò una pedata nelle parti basse”.

autore
19 Giugno 2024

Rassegna stampa

Rassegna stampa

Venerdì 19 luglio, la rassegna stampa

Nicolas Cage e le scuse in un video per la sua assenza a Taormina, intervista a Patricia Kelly la moglie dell'uomo che cantava sotto la pioggia, Tim Robbins e la musica che salva la vita, Marco Pontecorvo e il suo segreto per raccontare con delicatezza storie sconvolgenti

Rassegna stampa

18 luglio 2024, la rassegna stampa

I nuovi vertici di Cinecittà, le interviste a Lone Scherfig, Sergio Castellitto, Silvia D’Amico, David Cage e ai Fratelli D’Innocenzo

Rassegna stampa

Mercoledì 17 luglio, la rassegna stampa

Salvo Nastasi nuovo presidente della Fondazione Cinema, intervista al Sottosegretario Borgonzoni per i 150 anni di Marconi, Giovanni Storti e l'AI, l'ascesa di Glen Powell e il ricordo di Titanus

Rassegna stampa

16 luglio 2024, la rassegna stampa  

Anthony Hopkins sugli artigiani italiani, Valeria Golino e le critiche negative, Abel Ferrara a lavoro su un nuovo film con Willem Dafoe e Asia Argento, Federico Zampaglione contro la censura del suo horror e il nuovo film di Martin Scorsese su Gesù


Ultimi aggiornamenti