Un documentario sul caso Abu Omar, l’imam milanese sequestrato dalla CIA

Nelle sale cinematografiche dal 5 febbraio, il film ripercorre la vicenda giudiziaria che per la prima volta ha portato a un'indagine della magistratura su un rapimento operato dall'agenzia di spionaggio statunitense su suolo italiano


Fin dove può spingersi uno Stato democratico e dove si può arrivare in nome della “ragion di Stato”? Su questi quesiti si fonda l’operato di Flavia TriggianiMarina Loi, registe del documentario Ghost Detainee – il caso Abu Omar, in arrivo nelle sale il prossimo 5 febbraio. Il film porta sul grande schermo la vicenda giudiziaria dell’imam milanese Abu Omar, primo caso al mondo di un sequestro a opera della CIA che finisce al centro di un’indagine della magistratura di un Paese alleato. Le registe hanno scritto il film in collaborazione con il giornalista Luca Fazzo.

“Nei nostri documentari non abbiamo mai delle tesi precostituite, cerchiamo di rappresentare tutte le opinioni per far sì che lo stesso spettatore si faccia una propria idea in modo autonomo. Anche per questo abbiamo deciso di intervistare direttamente ad Alessandria d’Egitto l’ex Imam Abu Omar. Volevamo far sentire dalla sua voce, in esclusiva, e anche da quella di sua moglie, il racconto del rapimento, della carcerazione in Egitto e delle torture” commenta Flavia Triggiani. Aggiunge l’altra co-regista Marina Loi: “In questo racconto si spazia dalla Spy story al Legal, e momenti di grande azione si intervallano con tanti spunti di riflessione. Questa commistione di generi ci ha appassionato molto: da una parte scene di rapimenti, torture, degne di un film d’azione, dall’altro domande “universali” su quale sia il comportamento giusto in casi estremi come il post 11 settembre”.

A raccontare la vicenda è l’imam stesso, accompagnato dalla moglie Nabila Ghali, il Pubblico Ministero Armando Spataro, che ha seguito l’intera inchiesta, i giornalisti Mattew Cole della NBC News e Sebastian Rotella del Los Angeles Time. Inoltre, per la prima volta, sarà possibile ascoltare la versione di Niccolò Pollari, all’epoca dei fatti capo dei servizi segreti italiani. 

Con Ghost Detainee prosegue l’impegno di ILBE nella produzione di documentari di alto livello, destinati a un pubblico informato” dichiara infine Andrea Iervolino, CEO del Gruppo ILBE. “Dopo il successo de Le Mura di Bergamo, presentato in concorso al 73. Festival Internazionale del Cinema di Berlino e vincitore del Premio Miglior Documentario Italiano DPA al Torino Film Festival, ci siamo lanciati in questa nuova avventura, in cui crediamo moltissimo. Questa è una pellicola che fa luce su una storia controversa e che siamo certi saprà stimolare riflessioni e dibattiti”. Il film è distribuito da ILBE, che lo ha anche prodotto in collaborazione con In Bloom, Flair Media Production e La 7.

02 Febbraio 2024

Documentario

Documentario

‘Il fuoco nella Balena’, a Napoli il doc sui devoti dello Spartak San Gennaro

Venerdì 24 l'anteprima del film dedicato alla squadra di calcio giovanile Spartak San Gennaro che raggruppa i ragazzi del quartiere Montesanto dando loro una nuova opportunità sociale

Documentario

‘L’eroe e il mito’, il film inedito di Ermanno Olmi su Valentino Rossi

La seconda edizione del Premio Film Impresa - 9/11 aprile, Roma - presenta l’anteprima del doc dell’autore bergamasco, sul pluricampione mondiale di MotoGP, prodotto dall’azienda Dainese, centro del racconto industriale. Il Premio Olmi conferito a Francesca Archibugi

Documentario

‘STEVE! (martin)’, il trailer del doc Apple TV+

Il documentario in due parti dedicata al grande attore e comico Steve Martin uscirà sulla piattaforma il 29 marzo

Documentario

Roger Federer, gli ultimi giorni di carriera nel doc di Asif Kapadia

Il regista premio Oscar dirigerà un documentario per Prime Video usando delle immagini inizialmente pensate per uso personale


Ultimi aggiornamenti