Spiros Focas, morto l’attore greco di ‘Rocco e i suoi fratelli’

L'attore aveva 86 anni: è stato spesso attivo a Cinecittà, tra i protagonisti del capolavoro di Luchino Visconti e di oltre 200 pellicole internazionali tra cui Rambo III al fianco di Sylvester Stallone


È morto ad Atene all’età di 86 anni Spiros Focas, attore greco dalla carriera internazionale, spesso attivo a Cinecittà, tra i protagonisti del capolavoro di Luchino Visconti Rocco e i suoi fratelli e di oltre 200 pellicole tra l’Italia, la Grecia e Hollywood, tra cui Rambo III al fianco di Sylvester Stallone. L’annuncio della scomparsa, avvenuta venerdì 10 novembre, è stato dato dalla moglie, l’attrice Lilian Panagiotopoulou, con cui era sposato dal 2013, con un post su Facebook in cui ha scritto: “finché non ci incontreremo di nuovo, mio Spyros”.

“Il greco Omar Sharif” – così era noto Fokas – dalle cronache rosa in Grecia – era stato recentemente ricoverato in ospedale a Elefssina per gravi problemi di salute. Nella scorsa estate era stato ricoverato sempre in ospedale a causa di problemi respiratori causati dagli incendi nella zona di Corinto.

Spiros Focas (scritto anche come Spyros Fokas) si chiamava in realtà Spyros Androutsopoulos ed era nato a Patrasso il 17 agosto 1937. L’obiettivo cinematografico ha illuminato per la prima volta il protagonista con la sua bellezza e il suo fascino nel 1959 nel film di Andreas Lambrinos Tramonto di sangue, che fu proiettato al Festival di Cannes. Subito dopo Spiros Focas si recò in Italia, negli studi di Cinecittà dove conquistò rapidamente con il suo volto intenso molti registi per molti ruoli. Franco Rossi lo diresse in La morte di un amico (1959), affidandogli il ruolo del protagonista Bruno e la sua carriera cinematografica decollò, vincendo un premio come miglior attore al Festival di Locarno.

Dopo aver recitato in Via Margutta (1960) di Mario Camerini (1960) e Messalina Venere imperatrice (1960) di Vittorio Cottafavi, dove vestì i panni dell’imperatore romano Lucio Massimo, Luchino Visconti lo scelse per recitare in uno dei suoi film più celebri, nel ruolo di uno dei fratelli di Rocco, interpretato dal divo Alain Delon.

11 Novembre 2023

farewell

farewell

È morto Caleb Carr, autore de ‘L’alienista’

Lo scrittore newyorkese aveva 68 anni. Dal suo romanzo più celebre è stata tratta l'omonima serie tv con protagonista Daniel Brühl

farewell

Muore Morgan Spurlock, documentarista candidato agli Oscar con ‘Super size me’

Nel 2004 aveva documentato le conseguenze fisiche e psicologiche derivate dall'essersi nutrito tutti i giorni per un mese da McDonald's

farewell

È morto l’attore e produttore Gaetano Di Vaio

Vittima di un grave incidente motociclistico giovedì scorso a Qualiano, in provincia di Napoli, le sue condizioni erano da subito apparse disperate. Il ricordo di Valeria Golino

farewell

È morta Susan Backlinie, la prima vittima de ‘Lo squalo’ di Spielberg

Nel cult movie degli anni '80 interpreta la nuotatrice che si tuffa nuda al largo di Amity Island


Ultimi aggiornamenti