Semaine de la Critique, ‘Les Fantômes’ apre la 63ma edizione

Nella selezione ufficiale della 63ma edizione troviamo 11 opere prime e seconde, 7 in concorso e 4 come special screenings


Ava Cahen, direttrice artistica della Semaine de la Critique, ha presentato in un video la selezione della 63ma edizione, in programma dal 15 al 23 maggio a Cannes. Tra gli oltre mille film visionati, sono state scelte 11 opere prime e seconde, 7 in concorso e 4 come special screenings. Tra queste troviamo anche il film di apertura e quello di chiusura.

Ad aprire ci sarà Les Fantômes (Ghost Trail), esordio del regista francese Jonathan Millet. Un thriller psicologico con Adam Bessa in cui vengono rielaborati i canoni del film di spionaggio. Racconta la storia di un criminale di guerra braccato da una delle sue vittime, che non lo ha mai visto il volto, ma conosce l’odore, la voce e la pelle.

In chiusura troviamo Animale, il secondo lungometraggio della regista francese Emma Benestan, che offre una nuova interpretazione del mito della bestia, un film al bivio tra western, slasher, body horror e film di vendetta, nel cuore della Camargue. Un potente manifesto femminista con protagonista Oulaya Amamra.

I film in concorso sono Locust, primo film del regista taiwaneser KEFF, Julie zwijgt (Julie Keeps Quiet), opera prima del regista belga Leonardo Van Dijl, Simon de la montaña (Simon of the Mountain), dell’argentino Federico Luis, al suo esordio, Baby, opera seconda del brasiliano Marcelo Caetano, Blue Sun Palace, debutto del regista statunitense Constance Tsang. ll sama (The Brink of Dreams), dei registi egiziani Nada Riyadh and Ayman El Amir, e La Pampa (Block Pass), primo film del francese Antoine Chevrollier.

La giuria presieduta da Rodrigo Sorogoyen assegnerà quattro premi: Il Gran Premio della giuria, il Premio French Touch, Premio Discovery The Leitz Cine al miglior cortometraggio e Il Premio Rising Star Louis Roederer Foundation a un attore o attrice dei film in concorso.

15 Aprile 2024

Cannes 2024

Cannes 2024

‘Motel Destino’. Karim Aïnouz torna a girare in Brasile

Il regista brasiliano torna a girare nel suo paese e presenta a Cannes 77 la storia di un triangolo amoroso ambientata in un Motel

Cannes 2024

‘Plastic guns’. Commedia francese arricchita da umorismo macabro

Il film è spirato da uno dei fatti di cronaca francese più importanti degli ultimi anni

ArnaudDesplechin

‘Spectateurs!’. Desplechin e la sua lettera d’amore al cinema

Il film è stato pensato come un tenero romanzo iniziatico per lo spettatore. Un'esperienza sensoriale, collettiva e unica

Cannes 2024

Payal Kapadia e non solo, i premi targati TorinoFilmLab a Cannes

Il film indiano All We Imagine as Light, vincitore del Gran Prix a Cannes 2024, fa parte del lungo elenco dei TFL FILM


Ultimi aggiornamenti