Sciopero Hollywood, nuovo stop alle trattative

L'atteso incontro tra sceneggiatori e produttori non è andato bene: non riparte la contrattazione per il rinnovo del contratto triennale e lo sciopero continua a oltranza


Dopo che Hollywood è stata con il fiato sospeso tutta la giornata di venerdì, con i rappresentanti degli sceneggiatori e dei produttori che si sono seduti attorno a un tavolo per la prima volta dopo tre mesi di sciopero degli uni contro gli altri, in serata, è arrivata la notizia: l’incontro non è andato bene.

Non riparte la contrattazione per il rinnovo del contratto triennale, in cui gli scrittori vogliono inserire garanzie contro l’utilizzo dell’intelligenza artificiale, un calcolo più conveniente e chiaro dei diritti d’autore per le opere che vanno in streaming e adeguamenti salariali. Le offerte degli Studios su questi punti chiave sono ancora insufficienti per i lavoratori, secondo quanto hanno scritto in un comunicato al termine dell’incontro. Il negoziato tra gli sceneggiatori di tv e cinema rappresentati dalla Writers Guild of America (Wga) e l’Alleanza dei produttori (Amptp), che riunisce le Majors tradizionali e le piattaforme di streaming, si era interrotto nella notte del 1 maggio, quando il vecchio contratto era scaduto senza una firma sul nuovo. È partito così il primo sciopero della Wga dopo 15 anni. L’ultimo, quello a cavallo tra 2007 e 2008, era durato 100 giorni. Un record che si avvicina anche quest’anno. Lo stesso iter si è ripetuto due mesi dopo con la trattativa per aggiornare il contratto degli attori, rappresentati dalla sigla Sag-Aftra, che si sono uniti ai picchetti il 14 luglio: uno “sciopero doppio” che non si verificava dal 1960.

redazione
05 Agosto 2023

Hollywood

Picchetto di attori in sciopero
Hollywood

Sciopero, attori di Hollywood ratificano accordo con gli Studios

Il documento sancisce ufficialmente la fine della più lunga battaglia sindacale della storia di Hollywood. Aumentati i compensi minimi e "arginata" l'AI

Hollywood

Maccanico: “Fine sciopero notizia delle notizie per l’audiovisivo”

Nicola Maccanico, AD di Cinecittà, commenta così a SkyTg24 la fine dello sciopero di Hollywood

Michael Keaton nei panni del mitico Beetlejuice
Hollywood

I sequel di ‘Deadpool’, ‘Beetlejuice’e ‘Il Gladiatore’ tra i primi a ripartire dopo lo sciopero

Il periodo di protesta da parte degli attori è giunto finalmente al termine, e a Hollywood si sta preparando per la ripresa delle produzioni cinematografiche che erano state interrotte lo scorso estate, a partire da quelle a cui mancavano meno giorni di lavorazione. Beetlejuice esempio lampante: bisogna girare ancora un solo giorno

Hollywood

Efron, White e Dickinson scoprono sul red carpet che è finito lo sciopero: “Davvero? Incredibile!”

Gli attori erano impegnati nella promozione di 'The Iron Claw' quando i giornalisti li hanno avvisati dell'accordo tra il sindacato e i produttori


Ultimi aggiornamenti