Sciopero, attori di Hollywood ratificano accordo con gli Studios

Il documento sancisce ufficialmente la fine della più lunga battaglia sindacale della storia di Hollywood. Aumentati i compensi minimi e "arginata" l'AI

Picchetto di attori in sciopero

I membri del Sag-Aftra, sindacato che a Hollywood riunisce oltre 160.000 attori, hanno ratificato il nuovo contratto triennale con gli Studios, ponendo ufficialmente fine alla più lunga battaglia sindacale nella storia di Hollywood.

Il voto si è chiuso nella serata del 5 dicembre e ha approvato il documento con il 78% dei sì. L’affluenza è stata del 38%. Il documento è frutto dell’accordo raggiunto l’8 novembre tra i rappresentanti sindacali e quelli dei produttori, dopo 118 giorni di sciopero.

Tra gli obiettivi raggiunti dalla lotta sindacale un aumento del 7% dei compensi minimi per il primo anno di contratto e un bonus di 40 milioni di dollari per gli attori degli show streaming di maggior successo. Al centro di un lungo braccio di ferro tra Sag-Aftra e Studios, l’Intelligenza Artificiale potrà ora essere utilizzata dalle case di produzioni solo su permesso degli attori, che potranno essere replicati digitalmente come vere e proprie comparse in specifici casi. Il contratto non vieterà gli Studios di utilizzare l’AI per creare attori ex novo, i cui tratti, dovessero richiamare quelli di un interprete reale, potranno essere utilizzati solo su consenso dell’interessato.

Hollywood

Hollywood

Hollywood, un altro sciopero all’orizzonte?

Al grido di “tanti mestieri, una sola lotta”, in 2000 sono già scesi in piazza domenica 3 marzo a Los Angeles. I sindacati dei tecnici chiedono ai produttori di rinegoziare il loro contratto che scade il 31 luglio.

Hollywood

Maccanico: “Fine sciopero notizia delle notizie per l’audiovisivo”

Nicola Maccanico, AD di Cinecittà, commenta così a SkyTg24 la fine dello sciopero di Hollywood

Michael Keaton nei panni del mitico Beetlejuice
Hollywood

I sequel di ‘Deadpool’, ‘Beetlejuice’e ‘Il Gladiatore’ tra i primi a ripartire dopo lo sciopero

Il periodo di protesta da parte degli attori è giunto finalmente al termine, e a Hollywood si sta preparando per la ripresa delle produzioni cinematografiche che erano state interrotte lo scorso estate, a partire da quelle a cui mancavano meno giorni di lavorazione. Beetlejuice esempio lampante: bisogna girare ancora un solo giorno

Hollywood

Efron, White e Dickinson scoprono sul red carpet che è finito lo sciopero: “Davvero? Incredibile!”

Gli attori erano impegnati nella promozione di 'The Iron Claw' quando i giornalisti li hanno avvisati dell'accordo tra il sindacato e i produttori


Ultimi aggiornamenti