Riflettori sul documentario con Italian Doc Screenings, dal 25 al 28 novembre

evento ideato e prodotto da Doc/it si svolgerà a Torino nell’ambito della 5a edizione del Torino Film Industry


Dieci progetti selezionati – su oltre 100 candidati – per la IDS Italian Doc Screenings Academy, parte della XVI edizione dell’evento ideato e prodotto dall’Associazione nazionale dei Documentaristi Italiani, Doc/it che si svolgerà dal 25 al 28 novembre 2022 a Torino nell’ambito della 5a edizione del Torino Film Industry. IDS è uno spazio collaborativo di training avanzato per autori e produttori, oltre che un momento di networking e aggiornamento sulle nuove tendenze e i nuovi sviluppi nel campo del documentario che favorisce la nascita e la crescita di progetti del settore.

La sezione Academy è dedicata agli autori di documentari e si svolge in collaborazione con Film Commission Torino Piemonte, in sinergia con la programmazione del Torino Film Industry. Autori e filmmaker in cerca di produttore accedono a giornate intensive di formazione che si concludono con una sessione di presentazione pubblica dei loro progetti di fronte a esperti che, in seguito, avranno l’opportunità di incontrare con appuntamenti dedicati. I progetti selezionati a IDS Academy 2022 sono: Case di Giulia Casagrande, Chi si prenderà cura di me? di Matteo Castellino, Deniz di Giuseppe Bisceglia, Emuron Ngakipi di Filippo Tommasoli, Il Paradiso dei veli di Federica Corti (Progetto vincitore del premio IDS Academy nell’ambito del Premio Solinas 2022), I semi del deserto di Andrea Colzani, I wanna live! di Ilaria Jovine e Roberto Mariotti, Il Ras di Saigon di Roberto Persia, Illegali di Ludovica Fales e Tomas Sheridan (progetto partecipante al programma di training ESoDoc) e Nazareno Biondo di Simone Coppola e Francesco Ubertalli, mentre i partecipanti selezionati senza progetto sono: Elisa Cherchi, Rodolfo Colombara, Valentina Corrado, Miriam Selima Fieno, Simona Irrera, Linda Magnani, Massimiliano Milic, Emma Onesti, Maria Stella Regè e Maryam Shater.

All’interno del programma di IDS di quest’anno sarà assegnato anche il Doc/it Professional Award nella serata del 28 novembre al Cinema Romano di Torino. Organizzato da Doc/it in sinergia con Torino Film Festival e Film Commission Torino Piemonte e giunto alla sua ottava edizione, il premio è riconosciuto dal Ministero della Cultura tra i premi accreditanti nell’assegnazione dei contributi automatici. La sezione Green Production del premio è rivolta alle produzioni documentarie che abbiano adottato standard di ecosostenibilità nei propri processi produttivi. La sezione Innovation invece rivolge una particolare attenzione alle produzioni di autori under 35 sensibili all’uso delle nuove tecnologie applicate al documentario o che, nei propri lavori, esprimano un alto grado di sperimentazione del linguaggio cinematografico documentario. La giuria è composta da Giulia Achilli, Gianfilippo Pedote, Alessandro Redaelli e Francesco Virga. Sono stati selezionati 10 progetti e 10 partecipanti senza progetto.

Tutte le informazioni sono disponibili qui.

Mi. Gre.
11 Novembre 2022

Documentario

Documentario

Roger Federer, gli ultimi giorni di carriera nel doc di Asif Kapadia

Il regista premio Oscar dirigerà un documentario per Prime Video usando delle immagini inizialmente pensate per uso personale

Documentario

‘Chemsex’, in arrivo il doc Sky sulla droga dello stupro

Il docufilm-inchiesta partirà dalla vicenda di Alberto Genovese e dei suoi festini a luci rosse su Terrazza Sentimento

Documentario

Un documentario sul caso Abu Omar, l’imam milanese sequestrato dalla CIA

Nelle sale cinematografiche dal 5 febbraio, il film ripercorre la vicenda giudiziaria che per la prima volta ha portato a un'indagine della magistratura su un rapimento operato dall'agenzia di spionaggio statunitense su suolo italiano

Documentario

‘Ghost Detainee’, in sala il doc sul caso Abu Omar

È stato pubblicato il trailer del di Flavia Triggiani e Marina Loi - dal 5 febbraio al cinema - che racconta il primo caso al mondo in cui un sequestro di Stato operato dalla CIA finisce al centro di un’indagine della magistratura di un Paese alleato


Ultimi aggiornamenti