Ray Stevenson cremato a Caserta

Il defunto attore britannico è stato sottoposto a cremazione presso il Tempio Mater di Castel Volturno, situato nel territorio di Caserta


Il defunto attore britannico Ray Stevenson, scomparso improvvisamente lunedì scorso presso l’ospedale Rizzoli di Ischia a causa di un improvviso malessere durante le riprese del film Cassino a Ischia, diretto da Frank Ciota, è stato sottoposto a cremazione presso il Tempio Mater di Castel Volturno, situato nel territorio di Caserta.

Domani, Stevenson avrebbe compiuto 59 anni. Accompagnata da suo fratello Graham, la salma è giunta nella cappella adiacente al tempio intorno alle 10:15. Presenti all’accoglienza c’erano la compagna di Stevenson, l’antropologa italiana Elisabetta Caraccia, i suoi tre figli di 16, 12 e 10 anni e un ristretto gruppo di amici.

Dopo il rito di benedizione, officiato dal sacerdote Carlo Iadicicco di Castel Volturno e trasmesso in diretta Skype da un pastore britannico, la salma è stata trasferita nella sala d’addio per un ultimo saluto. Graham Stevenson ha richiesto di poter osservare, tramite il monitor presente nella sala, le prime fasi della cremazione.

Successivamente, le ceneri sono state consegnate alla compagna che le porterà con sé a Ibiza, dove l’attore risiedeva con la sua famiglia.

24 Maggio 2023

farewell

farewell

Borgonzoni: “Addio a Donald Sutherland, interprete indimenticabile”

"I lavori al fianco di registi italiani come Federico Fellini o Bernardo Bertolucci saranno per sempre impressi nella nostra memoria" ha dichiarato il Sottosegretario alla Cultura

farewell

Addio a Donald Sutherland, da ‘Casanova’ di Fellini a ‘Novecento’ di Bertolucci

Il leggendario attore Oscar onorario che ha recitato in decine e decine di film, da Quella sporca dozzina a Mash, fino alla saga Hunger Games, è morto a Miami all’età di 88 anni

farewell

Chiara Sbarigia: “Anouk Aimée, memorabile il suo rapporto con l’Italia”

La presidente di Cinecittà Chiara Sbarigia sulla scomparsa dell'attrice Anouk Aimée. "Memorabile il suo rapporto con il nostro Paese e con Cinecittà, dove ha avuto più volte la possibilità di recitare e ha lasciato un'impronta indimenticabile"

farewell

Borgonzoni: “Anouk Aimée un faro di ispirazione per le generazioni future”

"Un esempio di come sia possibile coniugare grazia e profondità nell'arte dell'interpretazione cinematografica" ha dichiarato il Sottosegretario alla Cultura


Ultimi aggiornamenti