‘Quell’estate con Irène’. Carlo Sironi e il coming of age che ha sempre desiderato raccontare

Intervista a Carlo Sironi, Camilla Brandenburg e Noée Abita


Ha buttato giù la prima idea sulla sua opera seconda ascoltando To Wish Impossible Things dei The Cure il regista Carlo Sironi che, in Generation alla 74esima Berlinale, presenta Quell’estate con Irene. Dirigere e scrivere un racconto di formazione, il cosiddetto coming of age, è sempre stato nei suoi desideri.
Agosto 1997, protagoniste due adolescenti, Clara (Camilla Brandenburg) e Irène (Noée Abita) che si incontrano per la prima volta durante una gita organizzata dall’ospedale che le ha in cura. Seppur completamente differenti, yin e yang, sole e ombra, le due non solo diventano amiche ma fuggono insieme per concedersi un’estate spensierata, leggera, degna della loro età.
Carlo Sironi racconta con nostalgia quel periodo della vita in cui tutto sembra possibile anche per chi ha pensato e pensa ancora, come le due protagoniste, che un futuro forse non ci sarà mai.

Erma Pictures
19 Febbraio 2024

Ultimi video