Patierno ribalta il Natale con Diego Abatantuono

Il 1 dicembre arriva su Amazon Prime Video Improvvisamente Natale con Abatantuono, Ciocca, Placido e Frassica


Il 1° dicembre arriva su Amazon Prime Video, prodotto da Notorious Pictures, Improvvisamente Natale di Francesco Patierno, il film di Natale che tanto si allontana da alcuni canoni dei film natalizi (è ambientato, per esempio, a Ferragosto) e altrettanto si impegna a rispettare altri cardini del genere, tra neve (finta) e il bene, che alla fine vince sempre.

Per Chiara (Sara Ciocca) il Natale è da sempre un momento speciale anche perché raggiunge l’amato nonno Lorenzo (Diego Abatantuono), nel suo albergo in montagna. Stavolta però i due genitori, Alberta (Violante Placido) e Giacomo (Lodo Guenzi) si mettono in macchina direzione nonno Lorenzo a Ferragosto. Un fatto inedito ma gradito a Chiara, se non fosse che la vera motivazione del viaggio è che la coppia si sta separando, e vuole chiedere l’aiuto del nonno, che da sempre ha un rapporto privilegiato con la piccola, per annunciare la cosa. 

Nella settimana di “ferie” che seguirà, quindi, sarà tutto un prodigarsi da parte del nonno e dei suoi aiutanti, don Michele (Nino Frassica) e Otto (Michele Foresta) per evitare che la separazione si concretizzi. Per far trascorrere quello che sembra essere l’ultimo “Natale” in famiglia a Chiara, nonno Lorenzo avverte anche gli altri due nonni, Rosa (Anna Galiena) e Mario (Antonio Catania). Ma non solo: degli investitori esteri vogliono rilevare l’albergo e Chiara e i suoi amichetti del posto, metteranno su un piano per scongiurare l’acquisto. 

La “commedia di Natale” era un terreno inesplorato per il regista Francesco Patierno, che è sempre stato curioso di scoprire. “Ho sempre avuto la fascinazione per i film industriali  ha dichiarato Patierno che si è cimentato nella commedia in passato, ad esempio con Cose dell’altro mondo – quelli che devono cercare di raggiungere il più ampio pubblico possibile, ma con qualità. Ho una grande passione per le commedie, sia per quelle francesi che per un certo tipo di commedia americana. Quando abbiamo scritto questo film volevamo che la storia fosse il perno di tutto. Abbiamo voluto, poi, inserire un ribaltamento: in questo film i ragazzini si comportano come adulti e gli adulti come ragazzini”.

Improvvisamente Natale è un film con un cast importantissimo e che per questo si basa anche molto sull’interpretazione e sulle dinamiche che si sono venute a creare sul set. “Non ho voluto mettere freni ai nostri attori – ha continuato Patierno – l’unica indicazione era quella, appunto, di non uscire dalla storia, ma poi ho concesso loro anche dei momenti di improvvisazione. È chiaro che, in generale, lavorare con degli interpreti così bravi facilita il tutto, sia per quanto riguarda il lavoro sul set che il risultato finale”. 

Nel film recita anche Gloria Guida, che tornava davanti la macchina da presa dopo ben 40 anni, visto che il suo ultimo film è stato Sesso e volentieri di Dino Risi, nell’82. “Convincerla non è stato difficile – ha dichiarato Patierno – è bastato sottoporle la sceneggiatura, che le è immediatamente piaciuta. Credo che il ruolo di Claudia, questa donna molto bella e solitaria, l’abbia colpita. Una delle cose che maggiormente mi dispiace – ha concluso Patierno – è che alcune scene proprio con Gloria siano state tagliate, ma chi fa cinema sa che ci sono sempre delle esigenze di taglio”.

“Questo è un film in un certo senso neorealista – ha esordito scherzoso Abatantuono – perché io ho tre nipoti, e sono un nonno professionista. Credo, scherzi a parte, che il ruolo del nonno, che sempre più spesso mi trovo a interpretare, sia adatto a me e alla mia età. Un attore, nella sua carriera come nella vita, affronta varie fasi, ed è giusto interpretare personaggi verosimili per l’età che si ha. Con Patierno ci conosciamo da tempo e siamo amici e ci confrontiamo molto. Credo – ha proseguito Abatantuono – che i film di Natale non siano tutti uguali, e che Natale non sia un marchio di bassa qualità, anzi. Dipende da molti fattori, e quando ho letto la sceneggiatura di questo film, l’ho trovata ben scritta, di qualità. Questo è un film per tutti, ragazzi e adulti”.

“Ultimamente – ha dichiarato Violante Placido – mi trovo più spesso rispetto al passato a confrontarmi con la commedia, e devo dire che mi piace molto. Mi piace esplorare le corde della leggerezza. In questo caso è stato particolarmente bello perché, conoscendo Patierno, sapevo che ci sarebbero state delle sfumature di profondità nei personaggi, e così è stato. Improvvisamente Natale è una commedia, ma non è quel tipo di commedia fatta di una serie di sketch che si susseguono, si nota che i personaggi hanno un qualcosa dentro che man mano emerge. È un film che fa sorridere delle contraddizioni umane fatte di cose dette e non dette, di conflitti e di scogli che gli adulti non riescono ad affrontare”.

Sara Ciocca, ormai lo sappiamo, è una ragazza speciale del nostro cinema, una sorta di unicorno. Straordinaria nella recitazione, impeccabile in conferenza stampa. Ha 14 anni ma ne dimostra un po’ meno, e questo le permette ancora di interpretare ruoli di bambine, come in questo caso. Quando parla, però, è tutta un’altra storia. 

“Il ruolo di Chiara – ha affermato Ciocca – è qualcosa di totalmente diverso rispetto alle mie ultime esperienze (Io sono l’abisso e America Latina, ndr) ma sentivo di averne bisogno. Sin dalle prove ho capito che questo ruolo mi avrebbe fatto bene anche a livello personale, e così è stato. Io sono una scolara di questo mondo cinematografico, e voglio conoscere più persone possibile per imparare il più possibile. Lavorare di fianco a Diegone è stato prezioso, perché da lui c’è tutto da imparare. Mi sono ritrovata molto nel mio personaggio, in Chiara, che è una ragazza molto determinata, sagace, sorridente e ottimista. Credo ci sia bisogno per noi nuove generazioni di sorridere di più, troppo spesso siamo sfiduciati”.

“Quanta saggezza – le ha fatto eco Abatantuono – e ha solo 38 anni!. Sara sembra venire da un altro pianeta – ha concluso Diegone – io sul set la chiamavo Anna, come Anna Magnani, è un’attrice incredibile”. 

 

Alessio Altieri
23 Novembre 2022

Uscite

Uscite

‘Fela il mio dio vivente’, in sala con Luce Cinecittà il docufilm di Daniele Vicari

Il film candidato ai David di Donatello e ai Nastri D'argento uscirà nei cinema il 21 marzo 2024 distribuito da Luce Cinecittà

Uscite

‘Totem – Il mio sole’, lessico familiare tra la vita e la morte

Totem - Il mio sole, al cinema dal 7 marzo con Officine UBU, della messicana Lila Avilés è tutto raccontato dal punto di vista di una bambina di 7 anni

Uscite

‘Margherita delle stelle’. La vita della astrofisica Hack in un film tv

Non solo la grande scienziata, un ritratto della sua vita tutt'altro che ordinaria, presentano il film tv il regista Giulio Base e la protagonista Cristiana Capotondi

Kina e Yuk
Uscite

Kina e Yuk: volpi alla scoperta del mondo, raccontate da Benedetta Rossi

Il nuovo film di Guillaume Maidatchevsky parla della lotta per la sopravvivenza di due piccole volpi artiche. Tratto da una storia vera, sarà in sala con Adler il 7 marzo, narrato da Benedetta Rossi, YouTuber famosa per il suo canale di cucina


Ultimi aggiornamenti