Ciné, XII edizione all’insegna dell’ottimismo e del sorriso

L’anteprima dell’evento a Cannes, in attesa della manifestazione a Riccione dal 4 al 7 luglio. Tra gli ospiti all’Italian Pavilion: Luigi Lo Nigro, Mario Lorini, Francesco Rutelli


CANNES – Ciné – Giornate di Cinema, la manifestazione estiva di networking e aggiornamento professionale dell’industria cinematografica, promossa da ANICA in collaborazione con ANEC, prodotta e organizzata da Cineventi, torna a Riccione per la XII edizione , dal 4 al 7 luglio .

L’anteprima dell’edizione 2023 è stata presentata all’Italian Pavilion di Cannes, confermando Ciné un evento che mantiene la sua vocazione aziendale con le convention delle società di distribuzione, gli incontri professionali e l’area espositiva del trade show, ma configurandosi – allo stesso tempo – come uno degli appuntamenti cinematografici più rilevanti ed esclusivi del panorama italiano.

Per Luigi Lonigropresidente Distributori ANICA: “Viviamo un momento storico di serenità . Gli indicatori cominciano a essere moderatamente positivi. Stiamo parlando di un mercato vivo, in cui si sta muovendo un pubblico variegato e differenziatoCiné è molto importante perché è un appuntamento posizionato in un momento in cui arrivano i grandi blockbuster. L’estate è sempre stato uno dei nostri problemi, la fortuna è stata quella di avere trovato un ministero attivo. Possiamo dire di aver avuto a disposizione un fondo tale che ci ha permesso di mettere in piedi il più importante piano di comunicazione a livello europeo per il consumo del cinema in estate. Speriamo che le due feste del cinema che arriveranno a giugno e a settembre, e il nuovo incredibile progetto di Cinema Revolution, possa aumentare la frequentazione delle sale. Avremo anche un progetto europeo, legato al cinema italiano ed europeo: il Ministero ha messo a disposizione un fondo importante che permetterà al pubblico di andare in sala dal 16 giugno al 15 settembre a soli 3,50 euro. Il resto lo metterà il Ministero”. Questa la panoramica di Lonigro, “reduce dal CinemaCon dove c’erano 3.500 esercenti, che sono cifre pre-pandemiche. Vorrei fare un augurio: che Ciné numero 12 possa essere l’edizione del sorriso. Abbiamo vissuto edizioni online, le mascherine, le fughe da Berlino per il Covid. Siamo ottimisti e sorridiamo, perché il sorriso aiuta ad accogliere gli spettatori”.

La parola passa a Francesco Rutelli – presidente ANICA che comincia il suo intervento con un appello per il sostegno della raccolta fondi di MiC e Cinecittà (leggi l’articolo). Poi prosegue raccontando che “2 milioni e 700mila spettatori sono andati al cinema solo per un film, Super Mario Bros. I numeri torneranno e noi ci stiamo lavorando. Quest’anno si conferma, nella prima giornata di Ciné, il premio dedicato a Mina La Rocca  un riconoscimento assegnato al talento femminile nel settore cine-audiovisivo; ci tengo a dirlo perché le persone brave si ricordano nel tempo, anche quando non ci sono più continuano a lasciare il segno della loro attività e del bene che hanno fatto”.

L’energia di Lonigro e Rutelli si coglie anche nell’intervento di Mario Lorini – presidente ANEC, per cui: “Stiamo vedendo una grande carica che parte dall’Emilia-Romagna e da Riccione. Spero di potere annunciare a tutti gli esercenti che ci saranno che siamo in una fase esplosiva, di grande rivoluzione. Dobbiamo essere ottimisti, senza dimenticarci della realtà. Sappiamo che ci sono delle sale che, anche se non danneggiate, stanno avendo dei grandissimi problemi. Però ci siamo e troveremo la forza di ripartire”.

Fabio Abagnato – responsabile Emilia-Romagna Film Commission conferma: “Siamo pronti a far vedere ai distributori anche il prodotto non finito. Alle volte si perdono delle occasioni solo perché non si ha avuto un dialogo prima. Speriamo possa essere un modo per sostenere anche la produzione indipendente”.

Infine, il sindaco della cittadina romagnola, Daniela Angelini, rassicura che: “A Riccione i danni del naufragio sono stati minori. Stiamo tornando alla normalità e siamo pronti per accogliere il pubblico. Riccione ci dà la forza di ripartire anche di fronte a queste tragedie”.

Per tutti gli approfondimenti e per restare costantemente aggiornati sulla XII edizione di Ciné: il sito ufficiale

redazione
21 Maggio 2023

Cannes 2023

Cannes 2023

Da 1 a 5, le pagelle dei critici da Cannes 2023

Ecco i voti assegnati da alcuni critici italiani e internazionali ai film in concorso a Cannes 2023. Un articolo in aggiornamento per seguire da vicino la kermesse e conoscere in anteprima le opinioni sui titoli più attesi

Cannes 2023

Cannes76, il palmarès non parla italiano: la Palma torna in Francia

La parola alla Palma d’oro Justine Triet, a Tran Anh Hùng Miglior Regista, al giapponese Kōji Yakusho, Miglior Interpretazione Maschile per Perfect Days di Wim Wenders

Cannes 2023

Ruben Östlund: “Lunga vita ad Anatomy of a Fall!”

Il regista Ruben Östlund ha parlato in occasione della conferenza di chiusura del 76mo Festival di Cannes in cui la Giuria da lui presieduta ha assegnato la Palma d'Oro ad Anatomy of a Fall di Justine Triet

Cannes 2023

Cannes76, la Palma d’Oro a ‘Anatomy of a Fall’ di Justine Triet

La giuria presieduta da Ruben Östlund ha assegnato la Palma d’Oro al francese Anatomy of a Fall di Justine Triet, la terza regista donna a riuscirci nella storia della competizione dopo Jane Campion e Julia Ducournau


Ultimi aggiornamenti