‘C’è ancora domani’ anche a Londra, Paola Cortellesi commuove il pubblico britannico

Cinque minuti di applausi alla fine dell’anteprima nell’ambito della rassegna Cinema Made in Italy, organizzata con l'Istituto di Cultura italiano e Cinecittà.


Dopo aver battuto tutti i record d’incasso in Italia e all’indomani dal trionfo d’oltralpe, anche la capitale britannica ha riservato un’accoglienza più che calorosa all’opera prima di Paola Cortellesi.

Stavolta siamo nella sala Lumière, dove sabato 22 si è tenuta l’anteprima del film nell’ambito di “Cinema Made in Italy”, la 14ma edizione della rassegna dedicata alla nostra cinematografia nella capitale britannica, organizzata dall’Istituto di Cultura italiano diretto da Francesco Bongarrà e da Cinecittà. La notizia e le dichiarazioni della cineasta durante l’evento sono riportate oggi dal quotidiano ‘La Repubblica’.

Dopo la proiezione – si legge nell’articolo – tutto il pubblico si è alzato in piedi per una standing ovation di cinque minuti, a gridare “brava” con le lacrime agli occhi, e con la regista di C’è ancora domani ancora più commossa sul palco.

“Ho incontrato molte donne con storie da raccontare, drammatiche e interessanti quanto quella che narro io sullo schermo”, ha detto Cortellesi dopo lo spettacolo. “Volevo girare un film sulla violenza domestica subita dalle donne, indicando sia l’attualità del problema, sia i progressi compiuti dalla società italiana, anzi da quella di tutti i Paesi, perché non è certo un problema soltanto italiano”.

Con il titolo There’s still tomorrow il film, già in distribuzione in Francia, Germania e altri Paesi europei, arriva nelle sale del Regno Unito e in Irlanda dal 26 aprile, distribuito dal gigante delle sale cinematografiche Vue (leggi qui il nostro articolo).

 

redazione
25 Marzo 2024

Cinecittà

Cinecittà

Di Gregorio va in pensione dopo oltre 40 anni

Il suo impegno principale nelle pubbliche relazioni di Cinecittà: Giancarlo Di Gregorio è stato alla guida della Comunicazione istituzionale e delle Attività giornalistiche degli Studios, occupandosi poi della gestione di Cinecittà si Mostra e del MIAC. Negli Anni ‘90 ha ideato gli Italian Pavilion, "la casa del cinema italiano" presso i grandi Festival internazionali

Cinecittà

A Cinecittà si Mostra i costumi di David Bowie, Eva Green e Kasia Smutniak

Dal 29 marzo l’esposizione permanente di Via Tuscolana rinnova la selezione di abiti di scena originali con pezzi provenienti da serie come Penny Dreadful, Domina e Il mio west, ma anche dai recentissimi film Napoleon e Finalmente l’alba

Cinecittà

Maccanico: “Confermata la solidità dello sviluppo industriale di Cinecittà”

L'amministratore delegato di Cinecittà S.p.A. commenta il bilancio 2023 della società, approvato con un utile netto di 1,3 milioni di euro

Cinecittà

Cinecittà approva il bilancio 2023 con un utile netto di 1,3 milioni di euro

Cinecittà S.p.A. conferma una crescita solida e strutturale e consolida il suo ruolo di leader del mercato nazionale e internazionale. Il risultato del bilancio certifica ricavi industriali per oltre 46 milioni di euro, in crescita del 20% rispetto all’anno precedente


Ultimi aggiornamenti